Norme per prevenire gli abbordi in mare
This presentation is the property of its rightful owner.
Sponsored Links
1 / 52

“ Norme per prevenire gli abbordi in mare ” PowerPoint PPT Presentation


  • 62 Views
  • Uploaded on
  • Presentation posted in: General

R. L. O. E. C. G. “ Norme per prevenire gli abbordi in mare ”.

Download Presentation

“ Norme per prevenire gli abbordi in mare ”

An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Presentation Transcript


Norme per prevenire gli abbordi in mare

R

L

O

E

C

G

“Norme per prevenire gli abbordi in mare”


Norme per prevenire gli abbordi in mare

Il manuale, edito dall’Istituto Idrografico della Marina (I.I. 3019), è suddiviso in tre parti:

PARTE I

- Regolamento Internazionale per prevenire gli abbordi in mare.

PARTE II

- Regolamento relativo ai fanali di segnalazione in uso sulle Unità della Marina Militare Italiana.

PARTE III

- Responsabilità per danni da urto e assistenza e salvataggio delle navi e aeromobili - Rimorchio e pilotaggio.

Qui tratterò soltanto la Parte I: fanali, segnali diurni, segnali acustici e regole di precedenza.


Norme per prevenire gli abbordi in mare

Rappresentare i vari casi che si possono incontrare durante la navigazione è un’impresa abbastanza complessa, tuttavia, in questa presentazione ho cercato di seguire una certa logica. L’allievo, ad ogni modo, non deve avere la pretesa di apprendere tutto in una solo volta, ma piuttosto deve imparare a riconoscere i fanali gradatamente, con pazienza, ripassando di volta in volta quelli già appresi e scoprendo ogni volta altre situazioni.

Inoltre bisogna tenere presente che la realtà è ben diversa, anche se più facile in certi casi, in quanto non sempre vengono oscurate le luci che possono impedire l’individuazione dei fanali prescritti.

Buon lavoro !


Norme per prevenire gli abbordi in mare

Indice

Fanali di navigazione………………………….

Fanali indicanti casi particolari………………..

Segnali sonori indicanti manovre……………...

Segnali sonori in casi di visibilità ridotta ……..

Schemi di separazione di traffico………………

Questionario……………………………………

Regole di precedenza tra navi………………….

Responsabilità tra navi…………………………


Norme per prevenire gli abbordi in mare

Iniziamo con i fanali di navigazione

I “fanali di navigazione” devono essere accesi, durante la navigazione(*), dal tramonto fino al sorgere del sole. Durante tale periodo non si deve mostrare nessun’altra luce che possa essere confusa con i fanali prescritti. Inoltre essi vanno accesi anche di giorno in tutti i casi in cui la visibilità è ridotta a causa di nebbie, foschie, piovaschi, nevicate, ecc.

(*)una nave è considerata in navigazione quando non ha alcun collegamento con la terra ferma, cioè quando non è all’ancora né ha alcun cavo a terra o su una boa.


Norme per prevenire gli abbordi in mare

I fanali di navigazione servono a far capire la direzione che una nave ha nei confronti di un’altra; (ciò che a bordo, in gergo, vi verrà chiesto: “che cosa fa quella nave?”)

Essi si differenziano per:

- colore

- arco di visibilità

- portata luminosa


Norme per prevenire gli abbordi in mare

112°.5

Fanali di testa d’albero

3 mg

225°

135°

225°

3 mg

6 mg

6 mg

Fanali laterali

3 mg

112°.5

Fanali di testa d’albero

Fanale di poppa

Fanale laterale

Fanali di navigazione per navi a propulsione meccanica di Lunghezza = oppure > 50 metri:

NB: l’arco di visibilità è indicata in gradi; la portata luminosa in miglia.


Norme per prevenire gli abbordi in mare

+ 4.5

Sistemazione dei fanali di navigazione

I fanali laterali (verdeerosso) devono essere disposti in modo da essere visti sempre più basso del fanale bianco di proravia.

Il fanale bianco dell’albero di poppavia deve trovarsi ad un’altezza di almeno 4.5 metri più in alto di quello di trinchetto .


Norme per prevenire gli abbordi in mare

Le imbarcazioni di lunghezza compresa tra 12 e 50 metri devono avere un solo fanaledi testa d’albero, oltre agli altri fanali:

In questo caso la portata luminosa è la seguente:

Fanale di testa d’albero = 5 mg

Fanali laterali = 2 mg

Fanale di poppa = 2 mg

Per le imbarcazioni di lunghezza inferiore a 20 metri è consentito un solo fanale combinato

Una piccola imbarcazione, invece, deve avere a portata di mano una torcia elettrica da mostrare in tempo utile (Regola 23).


Norme per prevenire gli abbordi in mare

Prora

L’arco di visibilità dei fanali di navigazione è tale che da qualsiasi lato si osservi una nave si possa vedere almeno uno e massimo quattro fanali.

Infatti, stando di prora si possono vedere i fanali laterali (verdeerosso) e due fanali bianchi di testa d’albero.

Mentre da poppa si vede soltanto il fanale bianco di poppa.

fanali di testa d'albero

fanale verde

fanale rosso

fanale di poppa


Norme per prevenire gli abbordi in mare

Nave a vela

(Regola 25 )

Una nave a vela in navigazione deve mostrare:

a) i fanali laterali;

b) il fanale di poppa.

Se la lunghezza della nave è < 20 metri i suddetti fanali possono essere combinati in un unico fanale fissato in testa d’albero dove possa essere meglio visto.

Oltre ai fanali prescritti, una nave a vela può mostrare, in testa d’albero, due fanali visibili per 360°, allineati verticalmente, dei quali quello superiorerossoe quello inferioreverde;(questi due fanali non vanno mostrati insieme al fanale combinato)

Se il veliero ha una L < 7 metri al posto dei fanali prescritti dalla Regola 23 (par. a e b) deve avere a portata di mano una torciaelettrica da mostrare in tempo sufficiente per evitare una collisione.

Una nave che procede contemporaneamente a vela ed a motore deve mostrare, ben visibile a prora, un segnale conico con il vertice in basso


Norme per prevenire gli abbordi in mare

Notare che :

soltanto i fanali di navigazione sono oscurati in parte, quindi visibili entro un arco ben definito.

Tutti gli altri fanali, come vedremo più avanti, che indicano una particolare situazione in cui si trova ad operare la nave, sono a giro di orizzonte, cioè visibili per 360°.

Indice


Norme per prevenire gli abbordi in mare

Le diapositive hanno lo scopo di far prendere dimestichezza con i segnali notturni e diurni prescritti dal COLREG.

Utilizzo delle diapositive:

ogni diapositiva che segue mostra, in sei riquadri, i fanali indicanti particolari situazioni della nave:

l’allievo dovrà dare una rispostaad ogni riquadro.

Premendo poi il mouse oppure la freccia “destra” del tastierino, si potrà leggere la risposta esatta. Subito dopo, automaticamente, sarà proposta un’altra situazione.


Norme per prevenire gli abbordi in mare

Regola 21

Regola 21

Nave di L > 50 metri che mostra il lato sinistro

Nave di L > 50 metri vista di prora

Nave di L > 50 metri che mostra il lato dritto

Regola 27

- Nave vista di poppa - Imbarcazione a remi - Piccolo veliero - Nave di L < 50 metri alla fonda.

Nave che non governa, con abbrivo, vista di prora. L = > 50 m.

Nave che non governa, con abbrivo, vista da dritta. (L>50 m)


Norme per prevenire gli abbordi in mare

Di giorno

Nave che non governa

Regola 27

Nave che non governa. Senza abbrivo.

Nave che non governa, vista da Sinistra, con abbrivo (L=>50 m)

Nave che rimorchia: mostra la dritta. L del rim. < 200 m.

Nave che rimorchia vista di poppa. L del rim. < 200 m

Nave che rimorchia vista da Sn. L del rim. < 200 m

Regola 24


Norme per prevenire gli abbordi in mare

Di giorno

Nave che rimorchia (L del rimorchio > 200 m)

Di giorno

Di giorno

Se la lunghezza del peschereccio è < 20 m può mostrare un cesto

Segnale di pesca a strascico

Nave che rimorchia vista di prora. Lunghezza del rim. > 200 m

Peschereccio intento alla pesca a strascico: visto di prora

Regola 26

Nave intenta alla pesca che non sia a strascico


Norme per prevenire gli abbordi in mare

Di giorno

Il segnale va messo nella direzione dell’attrezzo

Di giorno

Nave che ha difficoltà di manovra

Regola 27 b) (ii)

Fanale bianco in direzione dell’attrezzo

Nave con difficoltà di manovra vista di prora. L > 50 m.

Nave intenta alla pesca con attrezzo fuori bordo oltre 150 m. Mostra il lato dritto

Regola 27

Nave impegnata in operazioni di rimorchio che non può allontanarsi dalla propria rotta (vista di prora)

Nave con difficoltà di manovra di L > 50 m.Mostra la dritta.

Regola 27 c)


Norme per prevenire gli abbordi in mare

Di giorno

Regola 27 c)

Nave che rimorchia e non può modificare la sua rotta

Di giorno

Lato ostacolo

Lato libero

Regola 27 d)

Nave con manovrabilità limitata intenta a dragare o a lavori subacquei.

Lato ostruito

Lato libero

Fanali di rimorchio

Nave con manovrabilità limitata, impegnata in operazioni di dragaggio o sottomarine. Vista di prora

Nave che rimorchia e non può allontanarsi dalla rotta. Mostra il lato dritto.

Regola 27 d)

Regola 28

Nave con manovrabilità limitata, impegnata in operazioni di dragaggio o sottomarine. Vista da sinistra.

Nave condizionata dalla sua immersione. Mostra il lato Dritto


Norme per prevenire gli abbordi in mare

Di giorno

Regola 28

Nave condizionata dalla sua immersione.

Di giorno

Di giorno la Pilotina si riconosce facilmente, anche da lontano, dopo un po’ di pratica, per la particolare forma dello scafo. In ogni caso porta la bandiera “H” del C.I.S. e quasi sempre anche la scritta “PILOT” oppure la lettera “P” bene in vista.

Regola 27 f)

Pilot

Nave impegnata in operazioni di dragaggio mine.

P

Nave Pilota (pilotina) in navigazione. Vista di prora

Nave condizionata dalla sua immersione. Vista di prora

Regola 29

Regola 27 f)

Nave impegnata in operazioni di dragaggio mine.È pericoloso avvicinarsi a meno di 1000 metri dal dragamine.


Norme per prevenire gli abbordi in mare

Luce scintillante

Fanale di rimorchio

Fanale di poppa

Regola 23 b)

Nave a cuscino d’aria “Overcraft”(non dislocante) vista di prua

Nave che rimorchia vista di poppa.Regola 24 a)

Overcraft visto di poppa

Regola 23 a)

Nave di L < 50 metri vista da sinistra

Nave di L < 50 metri che mostra il lato Dritto

Nave di L < 50 metri vista di prora


Norme per prevenire gli abbordi in mare

Di giorno

Una nave all’ancora deve mostrare un Pallone nero a prora

Di giorno

Regola 30 d) (ii)

Una nave incagliata deve mostrare tre palloni disposti in linea verticale

Il fanale di prora deve essere più alto di quello di poppa

Regola 30

Nave all’ancora. L < = 50 metri

Nava all’ancora. Lunghezza > 50 m

Fanale di prora

Nave incagliata. Lunghezza < 50 metri

Nave incagliata. Lunghezza > 50 metri

Indice


Norme per prevenire gli abbordi in mare

Segnali sonori - (Parte D)

Definizioni:

La parola Fischio indica qualsiasi dispositivo capace di produrre i segnali prescritti dall’Annesso III del Regolamento.

Suono BREVEdesigna un suono della durata di un secondo.

Suono PROLUNGATOdesigna un suono della durata da quattro a sei secondi.


Norme per prevenire gli abbordi in mare

Regola 33 - Apparecchiature per segnali sonori:

Fischio Campana Gong

Una nave di L = > 12 m. deve avere un Fischio ed una Campana.

Una nave di L = > 100 m. inoltre deve avere anche un Gong.

Campana e Gong possono essere sostituiti da un altro dispositivo avente le stesse caratteristiche.


Norme per prevenire gli abbordi in mare

Regola 34- Segnali di manovra e di avvertimento:

1 Fischio breve: sto accostando aDritta

2 Fischi brevi: sto accostando aSinistra

3 Fischi brevi: sto andando indietro con le macchine

Se i suddetti segnali sono luminosi, il fanale usato deve essere a luce bianca, visibile per 360°.


Norme per prevenire gli abbordi in mare

Quando due navi sono in vista l’una dell’altra in un canale stretto o in una zona navigabile ristretta:

Regola 34 c)

la nave che intende sorpassare l’altra deve emettere il segnale:

‘Z’ se intende sorpassare a Sinistra

‘G’ se intende sorpassare a Dritta

La nave che deve essere sorpassata deve indicare il suo benestare con il segnale ‘C’


Norme per prevenire gli abbordi in mare

Regola 34 d)

Quando due navi sono in vista l’una dell’altra e per qualche motivo una delle due non riesce a capire le intenzioni o la manovra dell’altra, oppure se l’altra non sta manovrando in modo adeguato, la nave in dubbio deve emettere una serie di almeno cinque suoni brevi e rapidi.

Una nave che si avvicina ad un gomito o ad una zona del canale dove non è possibile vedere altre navi che si avvicinano in senso opposto, deve emettere un fischio prolungato. A tale segnale, una nave che si trovasse al di là del gomito, deve rispondere con un fischio prolungato.

Indice


Norme per prevenire gli abbordi in mare

Un suono prolungato ogni 2 minuti

Due suoni prolungati ogni 2 minuti

Un fischio prolungato seguito da due brevi ogni 2 minuti

Segnali sonori in condizioni di visibilità ridotta

Regola 35

Nave a propulsione meccanica in navigazionecon abbrivo:

Nave a propulsione meccanica con macchine ferme e senzaabbrivo:

- Nave che non governa - nave con difficoltà di manovra - nave vincolata al suo pescaggio - nave a vela - nave impegnata nella pesca - nave che rimorchia


Norme per prevenire gli abbordi in mare

Un fischio prolungato seguito da tre brevi, subito dopo la nave che rimorchia.

Segnali sonori in condizioni di visibilità ridotta

Una nave rimorchiata (se sono più di una, solo l’ultima) :

Una nave all’ancora:

Un suono rapido di campana per circa 5 secondi

Se la nave all’ancora ha una L > 100 metri, al suono della campana, deve seguire quello di un gong a poppa

Una nave all’ancora, in aggiunta, può emettere tre fischi in successione (breve, lungo, breve) per segnalare, ad una nave che si avvicina, la propria posizione ed il pericolo di collisione.


Norme per prevenire gli abbordi in mare

Visibilità ridotta

Nave che rimorchia: emettere il segnaleDNave rimorchiata: emette il segnaleB


Norme per prevenire gli abbordi in mare

Visibilità ridotta

Nave all’ancora: suono di Campana seguita dal Gong

Indice


Norme per prevenire gli abbordi in mare

Schema di separazione di traffico

Regola 10

a d i a c e n t e

Zona terminale dello schema

Z o n a

V i a l e

Zona terminale dello schema

d i t r a f f i c o

Z o n a di s e p a r a z i o n e

a d i a c e n t e

V i a l e

Z o n a

Le frecce indicano la “direzione generale del flusso del traffico” in ciascunViale.


Norme per prevenire gli abbordi in mare

Schema di separazione di traffico

Lo schema di separazione di traffico è segnato sulle Carte nautiche in zone ad intenso traffico.

Una nave che utilizza lo Schema deve:

- procedere nella “direzione generale del flusso di traffico” per quel viale;

- procedere ben scostata dalla “zona di separazione”;

- inserirsi o lasciare il viale alle sue estremità

(se ciò non è possibile, deve entrarvi o uscire seguendo una rotta che formi un piccolo angolo rispetto alla direzione dei traffico)

- evitare di attraversare le corsie di traffico

(se è costretta a farlo deve assumere una rotta il più perpendicolare possibile alla direzione generale del flusso)


Norme per prevenire gli abbordi in mare

Schema di separazione di traffico

Una nave che non utilizza lo Schema deve:

- evitare di ancorare dentro lo Schema di separazione o presso le sue Zone terminali;

- mantenersi il più lontano possibile dallo Schema di separazione;

- evitare di intralciare il passaggio delle navi che seguono i viali di traffico;

Una nave con difficoltà di manovra (quando è impegnata in operazioni di posa, manutenzione o a salpare cavi sottomarini all’interno dello Schema di separazione) è dispensata dal soddisfare alla presente Regola.

Indice


Norme per prevenire gli abbordi in mare

Adesso,nelle quattro diapositive che seguono, viene propongo un breve questionario


Norme per prevenire gli abbordi in mare

5

1

6

4

3

2

Casi simili.

Che cosa possono indicare due fanali posti in linea verticale ?

(Dai una risposta, poi premi il mouse per verificare se hai risposto bene).

1

= Nave intenta alla pesca a strascico.

2

= Nave intenta alla pesca che non sia a strascico..

3

= Nave a vela (facoltativi, ma da non mostrare con il fanale combinato).

Q u e s i t o N°…

4

= Nave pilota (pilotina).

5

= Nave che non governa.

6

= Nave che rimorchia (L. del rimorchio < 200 metri).


Norme per prevenire gli abbordi in mare

1

2

3

Casi simili.

Che cosa possono indicare tre fanali posti in linea verticale ?

(Dai una risposta, poi premi il mouse per verificare se hai risposto bene).

?

1

= Nave che rimorchia con L.del rimorchio > 200 metri.

2

= Nave condizionata dalla sua immersione.

3

= Nave con difficoltà di manovra.


Norme per prevenire gli abbordi in mare

Segnali diurni

Prova a ricordare che cosa indicano i segnali che seguono:

1

2

3

4

Rispondi e poi verifica premendo il mouse

1

= Nave alla fonda(la presenza dell’ancora deve essere segnalata anche se la nave è attraccata alla banchina).

2

= Nave che non governa.

D o m a n d a N r.

3

= Nave intenta alla pesca (con attrezzo che si estende oltre 150 m. fuori bordo).

4

= Nave che procede sia a vela che a motore(Regola 25 c)


Norme per prevenire gli abbordi in mare

5

Segnali diurni

Prova a ricordare che cosa indicano i segnali che seguono:

4

1

2

3

1

= Nave che rimorchia.

2

= Nave intenta alla pesca (in genere)

D o m a n d a N r.

3

= Nave con difficoltà di manovra

4

= Indica il lato libero di una nave intenta a dragare [in genere viene mostrato insieme al segnale nr. 3 e a due palloni neri (lato dell’ostacolo)]

5

= Nave condizionata dalla sua immersione

Fine del questionario

Indice


Norme per prevenire gli abbordi in mare

Condotta delle navi in vista l’una dell’altra

Regole 14 - 16

(Navi a propulsione meccanica)

Situazione di rotte opposte

Esiste rischio di collisione

Ogni nave deve accostare alla propria dritta


Norme per prevenire gli abbordi in mare

Condotta delle navi in vista l’una dell’altra

(Navi a propulsione meccanica)

Situazione di rotte opposte e parallele o quasi

Oppure...

Entrambe le navi proseguono con la propria rotta

Non vi è rischio di collisione; ma se si prevede passaggio troppo ravvicinato una nave o entrambe devono accostare dal lato opposto al quale rilevano l’altra: cioè a Sinistra nel primo caso, a Dritta nel secondo.


Norme per prevenire gli abbordi in mare

Condotta delle navi in vista l’una dell’altra

(Navi a propulsione meccanica)

Situazione di rotte incrociate

SI

NO

B

A

Qualora esista il rischio di collisione, la nave A deve dare la precedenza alla B perché viene rilevata a dritta

La nave B, da parte sua, è tenuta a mantenere invariati i suoi elementi di moto. In ogni caso non deve mai accostare verso la nave A.


Norme per prevenire gli abbordi in mare

A

B

Condotta delle navi in vista l’una dell’altra

(Navi a propulsione meccanica)

Situazione di rotte incrociate

Anche in questo caso la nave B ha diritto di precedenza perché viene rilevata alla dritta della nave A

La nave A accosta a dritta, mentre la nave B mantiene invariati sia la rotta che la velocità, avendo cura di “non venire” verso la nave A


Norme per prevenire gli abbordi in mare

Vento

Condotta delle navi in vista l’una dell’altra

(Navi a vela)

Regola 12 (i)

Situazione: vento da lati diversi

A

B

Manovra il veliero B perché naviga con mure a Sinistra


Norme per prevenire gli abbordi in mare

Vento

Condotta delle navi in vista l’una dell’altra

(Navi a vela)

Situazione: vento da lati diversi

Manovra il veliero che ha le mure a Sinistra


Norme per prevenire gli abbordi in mare

Vento

(1) Si considera sopravvento il lato opposto a quello in cui è bordato il boma della randa; nel caso di navi a vele quadre, il lato opposto a quello in cui è bordata la più grande vela di strallo.

Condotta delle navi in vista l’una dell’altra

(Navi a vela)

Situazione: vento dallo stesso lato

Manovra il veliero che si trova sopravvento(1)


Norme per prevenire gli abbordi in mare

Vento

Condotta delle navi in vista l’una dell’altra

(Navi a vela)

Situazione: veliero con vento sulla sinistra

Regola 12 (iii)

B

A

Se una nave con il vento sulla sinistra vede una nave sopravvento e non può stabilire con esattezza se ha il vento sulla sinistra o sulla dritta deve manovrare in modo da lasciare libera la rotta all’altra.


Norme per prevenire gli abbordi in mare

Condotta delle navi in vista l’una dell’altra

Responsabilità tra una nave a propulsione meccanica ed una nave a vela

Regola 18 a) (iv)

La nave a propulsione meccanica deve lasciare via libera al veliero


Norme per prevenire gli abbordi in mare

Comportamento della nave che deve lasciar libera la rotta

Regola 16

Una nave che deve lasciare libera la rotta ad un’altra deve, per quanto possibile, manovrare in modo deciso e tempestivo per ottemperare a tale obbligo e lasciare ben libera la rotta.

Indice


Norme per prevenire gli abbordi in mare

Responsabilità tra navi

Regola 18 a)

Una nave a propulsione meccanica deve lasciare libera la rotta:

- ad una nave a vela

- ad una nave che non governa

- ad una nave che ha difficoltà di manovra

- ad una nave impegnata in operazioni di pesca


Norme per prevenire gli abbordi in mare

Responsabilità tra navi

Regola 18 b)

Una nave a vela deve lasciare libera la rotta:

- ad una nave che non governa

- ad una nave che ha difficoltà di manovra

- ad una nave impegnata in operazioni di pesca


Norme per prevenire gli abbordi in mare

Responsabilità tra navi

Regola 18 c)

Una nave impegnata in operazioni di pesca, per quanto possibile, deve lasciare libera la rotta:

- ad una nave che non governa

- ad una nave che ha difficoltà di manovra


Norme per prevenire gli abbordi in mare

Responsabilità tra navi

Regola 18 d)

Tutte le navi, eccetto quelle che non governano o che hanno difficoltà di manovra, devono evitare di impedire il passaggio di una

nave vincolata dalla sua immersione

che espone i segnali previsti dalla Regola 28.

Una nave vincolata dalla sua immersione deve navigare con particolare precauzione tenendo conto della sua speciale condizione.


  • Login