Il quartiere Ina-Casa Borgo Panigale, realizzato tra il 1951 e il 1955 a Bologna, del quale Vaccaro ...
This presentation is the property of its rightful owner.
Sponsored Links
1 / 2

Giuseppe Vaccaro (Bologna 1896-Roma 1970) PowerPoint PPT Presentation


  • 89 Views
  • Uploaded on
  • Presentation posted in: General

Il quartiere Ina-Casa Borgo Panigale, realizzato tra il 1951 e il 1955 a Bologna, del quale Vaccaro redige il piano urbanistico, oltre alla progettazione dei servizi e di quattro tipi edilizi, è un testo esemplare per cogliere i caratteri distintivi della sua prassi progettuale negli anni’50.

Download Presentation

Giuseppe Vaccaro (Bologna 1896-Roma 1970)

An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Presentation Transcript


Giuseppe vaccaro bologna 1896 roma 1970

Il quartiere Ina-Casa Borgo Panigale, realizzato tra il 1951 e il 1955 a Bologna, del quale Vaccaro redige il piano urbanistico, oltre alla progettazione dei servizi e di quattro tipi edilizi, è un testo esemplare per cogliere i caratteri distintivi della sua prassi progettuale negli anni’50.

Evocazione delle spazialità della città storica, scarnificazione dei caratteri dell’edilizia tradizionale enfatizzazione dell’apparato strutturale in funzione espressiva sono le parole chiave alle quali Vaccaro si affida per declinare la propria idea di quartiere.

Giuseppe Vaccaro

(Bologna 1896-Roma 1970)

Laureato nel 1920 a Bologna, Vaccaro lavora negli anni tra le due guerre. Testimonianze tra le più significative del suo lavoro sono le opere quali la Facoltà di Ingegneria di Bologna (1931-35), il Palazzo delle Poste di Napoli (1928-36), i progetti romani per l'Auditorium (1935) e per la Casa littoria (1937) - gli ultimi due in collaborazione con Mario De Renzi e Adalberto Libera -, sino al capolavoro assoluto costituito dalla colonia Agip di Cesenatico (1936-38). La convinzione che solo "la vera arte potrà superare la tecnica: mai ignorarla", appare manifestamente anche nei progetti di Vaccaro per la residenza collettiva - un tema presente lungo l'intero arco della sua carriera, che trova esiti di notevole interesse in alcuni quartieri realizzati nel dopoguerra, nell'ambito dei piani Ina-Casa e Cep. Quartieri, tra gli altri, come Ponte Mammolo a Roma (1957-62), oppure via della Barca a Bologna (1957-62), denotano infatti la costante attenzione portata da Vaccaro alla precisa soluzione dei problemi connessi alle "funzioni" dell'abitare, ma anche la sua capacità di trascendere, nella sintesi formale, il mero dato pratico del tema.

scheda a cura di ………….

Lab. Progettazione arch.2 prof. Antonino Marino a.a. 2011_12


Giuseppe vaccaro bologna 1896 roma 1970

Quartiere Ina-Casa di Borgo Panigale

Bologna 1951-55

Quattro palazzinedi 5 piani ciascuna.

4 appartamenti per piano.

Bibliografia essenziale:

Bruno Zevi, Cronache d’architettura, Universale Laterza, 1971

Marco Mulazzani (a cura di), Giuseppe Vaccaro, Documenti di architettura.141, Electa, Milano, 2002

scheda a cura di ……………………..

Lab. Progettazione arch. 2 prof. Antonino Marino a.a. 2011_12


  • Login