Compiti e ruolo degli operatori del Servizio Sanitario Regionale negli allevamenti
This presentation is the property of its rightful owner.
Sponsored Links
1 / 35

Gabriele Squintani - Giuseppe Diegoli PowerPoint PPT Presentation


  • 100 Views
  • Uploaded on
  • Presentation posted in: General

Compiti e ruolo degli operatori del Servizio Sanitario Regionale negli allevamenti Reggio Emilia, 23 aprile 2010. Gabriele Squintani - Giuseppe Diegoli Servizio veterinario e igiene alimenti – Regione Emilia-Romagna. Protezione degli animali. Riduzione/annullamento delle sofferenze.

Download Presentation

Gabriele Squintani - Giuseppe Diegoli

An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Presentation Transcript


Gabriele squintani giuseppe diegoli

Compiti e ruolo degli operatori del Servizio Sanitario Regionale negli allevamentiReggio Emilia, 23 aprile 2010

Gabriele Squintani - Giuseppe Diegoli

Servizio veterinario e igiene alimenti – Regione Emilia-Romagna


Protezione degli animali

Protezione degli animali

Riduzione/annullamento delle sofferenze

Benessere degli animali

Rispettare esigenze etologiche

Squintani – Diegoli Regione Emilia-Romagna (Re, 23.4.2010)


Gabriele squintani giuseppe diegoli

fame, sete

dolore, ferite, malattia

paura, angoscia

5 LIBERTA’

ambiente disagiato

di esprimere il proprio comportamento normale

Squintani – Diegoli Regione Emilia-Romagna (Re, 23.4.2010)


Gabriele squintani giuseppe diegoli

Le cinque libertà

1 - Libertà dalla fame e dalla sete

favorendo l’accesso ad acqua fresca epulita e ad una dieta che mantenga l’animale in salute e vigore fisico;

2 - Libertà dal disagio

provvedendo ad un ambiente adatto con idonei ricoveri e zone per lo stazionamento ed il decubito.

3 - Libertà dal dolore, da stimoli dannosi e da malattie

con l’approntamento di sistemi di prevenzione e di rapida diagnosi e cura.

4 - Libertà di espressione del normale comportamento

fornendo all’animale sufficiente spazio, installazioni appropriate e vita sociale propria della specie allevata.

5 - Libertà dalla paura e da fattori stressanti

assicurando condizioni e cure che evitino sofferenze psichiche.

Squintani – Diegoli Regione Emilia-Romagna (Re, 23.4.2010)


La sanit animale requisito essenziale per la sicurezza alimentare

La sanità animale è requisito essenziale per la sicurezza alimentare

Il benessere è una componente della sanità animale

Maggiorebenesseremaggioresicurezza alimentare(Libro bianco della Comunità sulla sicurezza alimentare del2000)

Squintani – Diegoli Regione Emilia-Romagna (Re, 23.4.2010)


L unione europea

L’Unione Europea

1974 (Protezione al momento della macellazione)

1991 (Protezione dei vitelli - Direttiva)1991 (Protezione dei suini - Direttiva)

………………………..

Programma d’azione comunitario per la protezione e il benessere degli animali 2006 - 2010

Squintani – Diegoli Regione Emilia-Romagna (Re, 23.4.2010)


Gabriele squintani giuseppe diegoli

Programma d’azione comunitario per la protezione e il benessere degli animali 2006 - 2010

1) Aggiornamento standard minimi nell’ambito della protezione e benessere degli animali2) Promozione della ricerca sulla protezione e benessere3) Introduzione di indicatori standardizzati4) Informazione e sensibilizzazione allevatori/commercianti e pubblico5) Iniziative internazionali volete a sensibilizzare e creare consenso sulle tematiche

Squintani – Diegoli Regione Emilia-Romagna (Re, 23.4.2010)


Gabriele squintani giuseppe diegoli

Programma d’azione comunitario per la protezione e il benessere degli animali 2006 - 2010

Aggiornamento standard minimi nell’ambito della protezione e benessere degli animaliIl benessere degli animali deve rientrare nelle politiche comunitarieGli animali utilizzati a fini sperimentaliIl benessere nella PAC riformata

Squintani – Diegoli Regione Emilia-Romagna (Re, 23.4.2010)


Gabriele squintani giuseppe diegoli

Programma d’azione comunitario per la protezione e il benessere degli animali 2006 - 2010

Promozione ricerca sulla protezione e benessereGli sviluppi nel campo del benessere devono essere sostenuti da solide conoscenze scientifiche Creazione di un laboratorio europeo per la protezione e il benessere degli animaliLa ricerca deve sviluppare sistemi di vigilanza per consentire controlli ufficiali più efficaci e proattiviApplicare il principio “sostituzione, affinamento e riduzione” per animali utilizzati ai fini di sperimentazione

Squintani – Diegoli Regione Emilia-Romagna (Re, 23.4.2010)


Gabriele squintani giuseppe diegoli

Programma d’azione comunitario per la protezione e il benessere degli animali 2006 - 2010

Introduzione di indicatori standardizzatiMarchio UE per la classificazione di sistemi diproduzione in funzione delle norma applicate inmateria di benessere

Squintani – Diegoli Regione Emilia-Romagna (Re, 23.4.2010)


Gabriele squintani giuseppe diegoli

Programma d’azione comunitario per la protezione e il benessere degli animali 2006 - 2010

Informazione e sensibilizzazioneallevatori/commercianti e pubblicoIndagini tra i consumatoriIstituzione gruppi di lavoroChiara etichettaturaForum discussioneSito web: http://www.eupaw.eu/

Squintani – Diegoli Regione Emilia-Romagna (Re, 23.4.2010)


Gabriele squintani giuseppe diegoli

Programma d’azione comunitario per la protezione e il benessere degli animali 2006 - 2010

Iniziative internazionali volte a sensibilizzare ecreare consenso sulle tematicheCooperazione con Ufficio internazionale epizooziePromozione del benessere animale nelle relazionimultilateriali e bilateraliMiglioramento conoscenze su benessere nei paesi invia di sviluppo e creazione di nuove prospettive discambio commerciale

Squintani – Diegoli Regione Emilia-Romagna (Re, 23.4.2010)


In italia quadro normativo animali da allevamento

In ItaliaQuadro normativo animali da allevamento

Il “Pacchetto igiene”- Allevamento- Trasporto - Macellazione- Controllo ufficiale

Squintani – Diegoli Regione Emilia-Romagna (Re, 23.4.2010)


In italia

In Italia

Protezione degli animali alla macellazione

Macellazione secondo rito religioso21 macelli autorizzati in Regione

Squintani – Diegoli Regione Emilia-Romagna (Re, 23.4.2010)


Gabriele squintani giuseppe diegoli

Comitato permanente per la verifica dell’erogazione dei Livelli Essenziali di Assistenza in condizioni di appropriatezza ed efficacia nell’utilizzo delle risorse, di cui all’Intesa Stato-Regioni del 23 marzo 2005RACCOLTA DELLA DOCUMENTAZIONE NECESSARIA PER LA VERIFICA DEGLI ADEMPIMENTI RELATIVI ALL’ANNO 2009

Squintani – Diegoli Regione Emilia-Romagna (Re, 23.4.2010)


In italia quadro normativo animali da allevamento1

In ItaliaQuadro normativo animali da allevamento

Squintani – Diegoli Regione Emilia-Romagna (Re, 23.4.2010)


Quadro normativo animali da allevamento

Quadro normativo animali da allevamento

  • L. 623/1985 “Ratifica ed esecuzione delle convenzioni sulla protezione degli animali negli allevamenti e sulla protezione degli animali da macello, adottate a Strasburgo rispettivamente il 10 marzo 1976 e il 10 maggio 1979”

  • D.Lgs 533/1992 "Attuazione della direttiva 91/629/CEE che stabilisce le norme minime per la protezione dei vitelli"

  • D.Lgs 534/1992 "Attuazione della direttiva 91/630/CEE che stabilisce le norme minime per la protezione dei suini"

  • D.Lgs 146/2001 “Attuazione della direttiva 98/58/CE relativa alla protezione degli animali negli allevamenti”

  • D.Lgs 267/2003 “Attuazione della direttiva 2002/4/CE per la protezione delle galline ovaiole e la registrazione dei relativi stabilimenti di allevamento”

  • D.Lgs 53/2004 “Attuazione della direttiva 2001/93/CE che stabilisce le norme minime per la protezione dei suini”

  • Decisione 2006/778/CE Relativa ai requisiti minimi applicabili alla raccolta di informazioni durante le ispezioni effettuate nei luoghi di produzione in cui sono allevate alcune specie di animali

  • Regolamento 1099/2009/CE Relativo alla protezione degli animali durante l’abbattimento

Squintani – Diegoli Regione Emilia-Romagna (Re, 23.4.2010)


Gabriele squintani giuseppe diegoli

ALLEVATORE

TRASPORTATORE

MACELLATORE

VETERINARIO

UFFICIALE


Piano nazionale benessere animale

Piano Nazionale Benessere Animale

Considerazioni generali

La valutazione del benessere animale richiede

competenze su etologia, fisiologia, patologia e sanità

animale

Professionalità medico veterinaria

Squintani – Diegoli Regione Emilia-Romagna (Re, 23.4.2010)


Piano nazionale benessere animale1

Piano Nazionale Benessere Animale

Considerazioni generali

Definire criteri nazionali per la

programmazione dei controlli

Le ispezioni devono riguardare tutte le specie di allevamento

L’applicazione delle norme non deve determinare sleale concorrenza di mercato

Squintani – Diegoli Regione Emilia-Romagna (Re, 23.4.2010)


Piano nazionale benessere animale2

Piano Nazionale Benessere Animale

Considerazioni generali

Uniformare i comportamenti ispettivi e di rendicontazione delle attività

E’ necessaria formazione specifica sia per i veterinari, sia per gli allevatori

I veterinari ufficiali possono svolgere un importante compito “formativo” sugli allevatori

Precedenti report FVO non soddisfacenti

Squintani – Diegoli Regione Emilia-Romagna (Re, 23.4.2010)


Piano nazionale benessere animale3

Piano Nazionale Benessere Animale

Obiettivi

  • Individuazione criteri controllo conformi Dec. 778/2006/CE

    2) Programmazione annuale controlli sulla base della programmazione del rischio

    3) Coordinamento delle diverse Autorità Competenti

    4) Standardizzazione e informatizzazione dei flussi informativi

    5) Formazione medici veterinari e allevatori

Squintani – Diegoli Regione Emilia-Romagna (Re, 23.4.2010)


Piano nazionale benessere animale4

Piano Nazionale Benessere Animale

  • Rendicontazione - In corso di ispezione l’AC raccoglie e registra:- data e identificazione del luogo di produzione- tipo di allevamento e disposizioni comunitarie corrispondenti - categoria delle non conformità rispetto alle disposizioni corrispondenti della legislazione comunitaria- categorie amministrative delle non conformità e azioni intraprese

ValiditàAvvio sperimentale – luglio 2008

Squintani – Diegoli Regione Emilia-Romagna (Re, 23.4.2010)


Piano nazionale benessere animale5

Categoria amministrativa

della non conformità

1.A

2.B

3.C

Piano Nazionale Benessere Animale

CATEGORIE AMMINISTRATIVE DELLE NON CONFORMITÀ

Azioni intraprese dall’autorità

competente

  • Richiesta di rimediare alla/e non conformità entro un termine inferiore ai tre mesi. Nessuna sanzione amministrativa o penale immediata

  • Richiesta di rimediare alla/e non conformità entro un termine superiore ai tre mesi. Nessuna sanzione amministrativa o penale immediata

  • Sanzione amministrativa o penale immediata

Squintani – Diegoli Regione Emilia-Romagna (Re, 23.4.2010)


Gabriele squintani giuseppe diegoli

Obiettivi del PNBA

  • VITELLI:

    • Libertà di movimento

    • Spazio disponibile

    • Attrezzature automatiche e meccaniche

    • Tasso di emoglobina

    • Alimenti contenenti fibre

  • SUINI

    • Ispezione

    • Spazio disponibile

    • Alimentazione, abbeveraggio e somministrazione di altre sostanze

    • Mangimi contenenti fibre

  • GALLINE OVAIOLE

    • Ispezione

    • Spazio disponibile

    • Mutilazione

  • Squintani – Diegoli Regione Emilia-Romagna (Re, 23.4.2010)


    Gabriele squintani giuseppe diegoli

    Obiettivi del PNBA

    altre specie

    Squintani – Diegoli Regione Emilia-Romagna (Re, 23.4.2010)


    Gabriele squintani giuseppe diegoli

    Piano Nazionale Benessere Animale – Relazione nazionale anno 2008

    Squintani – Diegoli Regione Emilia-Romagna (Re, 23.4.2010)


    Gabriele squintani giuseppe diegoli

    CONTROLLI SUI TRASPORTI – DATO NAZIONALE - 2008

    Squintani – Diegoli Regione Emilia-Romagna (Re, 23.4.2010)


    In emilia romagna

    In Emilia-Romagna

    Controllo Ufficiale (dal 2005)- Formazione - Strumenti registrazione attività - Strumenti registrazione non conformità(anticipato i tempi!)

    Squintani – Diegoli Regione Emilia-Romagna (Re, 23.4.2010)


    Gabriele squintani giuseppe diegoli

    Piano Nazionale Benessere Animale – Relazione RER

    anno 2008/2009

    • * tutte le tipologie di allevamento

    • ** dati 2009: mancano i vitelli NON a carne bianca: nessuna azienda è stata controllata

    Squintani – Diegoli Regione Emilia-Romagna (Re, 23.4.2010)


    Gabriele squintani giuseppe diegoli

    Piano Nazionale Benessere Animale – Relazione RER

    anno 2008/2009

    Squintani – Diegoli Regione Emilia-Romagna (Re, 23.4.2010)


    Gabriele squintani giuseppe diegoli

    CONTROLLI TRASPORTI – Dato RER – 2008/2009

    Squintani – Diegoli Regione Emilia-Romagna (Re, 23.4.2010)


    Gabriele squintani giuseppe diegoli

    CONTROLLI TRASPORTI – Dato RER in % su Naz.le– 2008

    Squintani – Diegoli Regione Emilia-Romagna (Re, 23.4.2010)


    Gabriele squintani giuseppe diegoli

    Altri dati RER

    Squintani – Diegoli Regione Emilia-Romagna (Re, 23.4.2010)


    Gabriele squintani giuseppe diegoli

    Conclusioni

    Attendiamo di conoscere il nuovo P.N.B. e il nuovo Programma d’azione comunitario

    Formazione

    Omogeneità dei giudizi

    Integrazione con la produzione

    Comunicare con il consumatore

    Squintani – Diegoli Regione Emilia-Romagna (Re, 23.4.2010)


  • Login