Comunicazione verbale e linguaggio dei media
This presentation is the property of its rightful owner.
Sponsored Links
1 / 21

Comunicazione verbale e linguaggio dei media PowerPoint PPT Presentation


  • 176 Views
  • Uploaded on
  • Presentation posted in: General

Comunicazione verbale e linguaggio dei media. a.a. 2009/10 Federica Da Milano. La lingua della comunicazione pubblicitaria.

Download Presentation

Comunicazione verbale e linguaggio dei media

An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Presentation Transcript


Comunicazione verbale e linguaggio dei media

Comunicazione verbale e linguaggio dei media

a.a. 2009/10

Federica Da Milano


La lingua della comunicazione pubblicitaria

La lingua della comunicazione pubblicitaria

“la libertà […] è senza dubbio la caratteristica più evidente del linguaggio pubblicitario: libertà nel vocabolario, mediante la creazione incessante […] di vocaboli nuovi, nomi di marca, termini pubblicitari di valore espressivo o rinforzativo […]; libertà nella sintassi, mediante la disarticolazione della frase, l’eliminazione dei verbi e spesso degli articoli […] e la rottura delle categorie grammaticali tradizionali; libertà di stile, infine, nella scelta delle parole - dal più raro al banale, dal più nobile al triviale -, nella ricerca e nell’accumulo degli effetti, nell’uso e talvolta nell’abuso di figure stilistiche e di altri artifici”

(M. Galliot)


Comunicazione pubblicitaria e retorica

Comunicazione pubblicitaria e retorica

  • Funzione argomentativa: un tema viene espresso in forma sintetica

  • Funzione oratoria: seduzione

  • I tropi

    Etimol. ‘direzione’: trasposizione (trasferimento) di significato da una a un’altra espressione


Comunicazione pubblicitaria e retorica1

Comunicazione pubblicitaria e retorica

  • Quando si deve designare un certo oggetto o nozione per cui una lingua non dispone di un vocabolo specifico, si ricorre o a un neologismo o all’uso estensivo di un termine già esistente --> catacresi

    Es. collo della bottiglia, gambe del tavolo, letto del fiume

  • Metafora: sostituzione di una parola con un’altra il cui senso letterale ha una qualche somiglianza col senso letterale della parola sostituita


Comunicazione pubblicitaria e retorica2

Comunicazione pubblicitaria e retorica

  • Metafora come strumento nell’acquisizione di nuova conoscenza; estensione e polivalenza dei campi semantici, sinteticità del processo figurativo

  • Lakoff/Johnson (2004), Metafora e vita quotidiana, Milano, Bompiani


Comunicazione pubblicitaria e retorica3

Comunicazione pubblicitaria e retorica

  • La metafora in pubblicità sostituisce l’oggetto con il valore che intende attribuirgli

    Es. Campari Red Passion


Comunicazione pubblicitaria e retorica4

Comunicazione pubblicitaria e retorica


Comunicazione pubblicitaria e retorica5

Comunicazione pubblicitaria e retorica


Comunicazione pubblicitaria e retorica6

Comunicazione pubblicitaria e retorica

  • Metonimia: designazione di un’entità qualsiasi mediante il nome di un’altra entità che stia alla prima come la causa sta all’effetto e viceversa, oppure che le corrisponda per legami di reciproca dipendenza (contenente/contenuto; occupante/luogo occupato; proprietario/proprietà materiale o morale, ecc.)


Comunicazione pubblicitaria e retorica7

Comunicazione pubblicitaria e retorica

  • L’autore per l’opera:

    Ascoltare Mozart; leggere Leopardi

  • Il produttore per il prodotto:

    Un Martini; un Borsalino

  • Il proprietario per la cosa posseduta:

    Carlo è sempre avanti di un quarto d’ora

  • Il patrono per la chiesa:

    In San Pietro


Comunicazione pubblicitaria e retorica8

Comunicazione pubblicitaria e retorica

  • La divinità mitologica per i suoi attributi o la sua sfera di influenza:

    Bacco per ‘vino’, Venere per ‘amore’

  • La causa per i suoi effetti:

    Gioia per ‘persona o cosa che dà gioia’

  • Contenente per il contenuto:

    Bere un bicchiere


Comunicazione pubblicitaria e retorica9

Comunicazione pubblicitaria e retorica

  • Lo strumento per chi lo usa:

    Una buona penna

  • Il fisico per il morale:

    Cuore per ‘sentimento’

  • Il luogo per gli abitanti:

    Italia per ‘italiani’

  • La località di produzione per il prodotto:

    Il Chianti


Comunicazione pubblicitaria e retorica10

Comunicazione pubblicitaria e retorica

  • La marca per il prodotto:

    Un’ Aurora

  • La divisa per chi la porta:

    I bianconeri

  • Le sedi per le istituzioni:

    La Casa Bianca


Comunicazione pubblicitaria e retorica11

Comunicazione pubblicitaria e retorica

  • Sineddoche: si esprime una nozione con una parola che ne denota di per sé un’altra, la quale sta con la prima in relazione di ‘quantità’: la parte per il tutto e viceversa, il singolare per il plurale e viceversa, la specie per il genere e viceversa, la materia di cui è fatto un oggetto per l’oggetto stesso


Comunicazione pubblicitaria e retorica12

Comunicazione pubblicitaria e retorica

Es. le vele solcano i mari

Il mondo ubbidì alle leggi di Roma

In frigo c’è fermento. Vivo (Yovis, Sigma Tau)


Comunicazione pubblicitaria e retorica13

Comunicazione pubblicitaria e retorica

  • Sinestesia: mette in contatto due diverse percezioni sensoriali

    Es. se amate la musica, guardatela negli occhi


Comunicazione pubblicitaria e retorica14

Comunicazione pubblicitaria e retorica

  • Antonomasia: il soggetto enunciatore del messaggio non rappresenta un singolo individuo, ma qualcuno che sta per qualcun altro

    La password che elimina tutte le password. HP


Comunicazione pubblicitaria e retorica15

Comunicazione pubblicitaria e retorica

  • Iperbole: espressione di un concetto in forma esagerata, sia positivamente, sia negativamente

    Es. mi piace da morire

    www.moncler.it


Comunicazione pubblicitaria e retorica16

Comunicazione pubblicitaria e retorica

  • Ironia: assenza di corrispondenza tra l’aspetto verbale dell’enunciato e l’intenzione illocutiva sottostante

  • Figure di pensiero:

    - Ossimoro: convergenza paradossale di due termini antitetici

    Es. silenzio assordante, ghiaccio bollente

    Aurora. Dire senza parlare


Comunicazione pubblicitaria e retorica17

Comunicazione pubblicitaria e retorica

- prosopopea (o personificazione):

Consiste nel personificare cose inanimate o astratte

  • Figure di suono

    I can Canon

    Pril 3 in 1 Perfect. / Una brillantezza che abbaglia


Comunicazione pubblicitaria e retorica18

Comunicazione pubblicitaria e retorica

  • Le interrogative retoriche:

    Volkswagen Golf. Devi per forza appartenere al passato per diventare un mito?


  • Login