analisi del testo narrativo
Download
Skip this Video
Download Presentation
Analisi del testo narrativo

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 17

Analisi del testo narrativo - PowerPoint PPT Presentation


  • 625 Views
  • Uploaded on

Analisi del testo narrativo. A cura di Rossella e Lara Testo di riferimento: D. Cotroneo , I temi della narrazione , Sansoni, 2004. Il testo narrativo. La narrativa ha origini antichissime;

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about ' Analisi del testo narrativo' - chaeli


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
analisi del testo narrativo

Analisi del testo narrativo

A cura di Rossella e Lara

Testo di riferimento: D. Cotroneo, I temi della narrazione, Sansoni, 2004.

il testo narrativo
Il testo narrativo
  • La narrativa ha origini antichissime;
  • All’inizio era nata solo per comunicare agli altri le proprie esperienze e quindi si tramandavano i fatti oralmente;
  • A farlo erano più spesso le donne, trascorrendo più tempo in casa;
  • Solo dopo il diffondersi della stampa si iniziano a trascrivere alcuni documenti.
come analizzare un racconto
Come analizzare un racconto
  • Esordio -Incipit: apertura;

-Situazione iniziale di equilibrio;

-Rottura dell’equilibrio;

  • Peripezie -Insieme delle vicende attorno

alle quali si svolge la storia;

  • Scioglimento  -Raggiungimento di un

nuovo equilibrio;

-Finale che racchiude il senso

dell’intera vicenda.

l ordine fabula e intreccio
L’ordine: fabula e intreccio
  • Nel racconto i fatti che si svolgono contemporaneamente si possono raccontare solamente elencandone uno alla volta, al contrario di quello che accade nella realtà. Sorge quindi il problema di dare un ordine agli avvenimenti.
narrazione
Narrazione
  • Ordine della fabula (ordine cronologico e logico);
  • Intreccio (risultato delle scelte del narratore).
intreccio
Intreccio
  • Sono presenti elementi non indispensabili;
  • Non rispetta la successione temporale;
  • È scomponibile in macrosequenze ben definite;

Rispetto alla fabula può:

  • Coincidere con la fabula;
  • Iniziare dal fondo (analessi o flashback);
  • Iniziare in medias res.
fabula
Fabula
  • Successione di avvenimenti che seguono un ordine strettamente cronologico;
  • Sono presenti notizie indispensabili a ricostruire i fatti, a differenza dell’intreccio, e sono chiamati motivilegati.
tecniche
Tecniche
  • Analessi o Flashback o Retrospezione si raccontano i fatti tornando indietro nel tempo, recuperando situazioni avvenute prima rispetto al presente della storia.
          • Il nome flashback deriva dalla cinematografia dove il regista introduce nel film “salti all’indietro” per far capire meglio la storia.
  • Prolessi o Flashforward o Anticipazione si tratta delle anticipazioni dei fatti che accadranno durante il corso della storia.
          • Per es. nei Promessi Sposi al capitolo XI, quando don Rodrigo ha appena congedato il capo dei suoi bravi; il Griso.
altra tecnica
Altra tecnica
  • Un’altra tecnica è quella con cui si inizia a raccontare la storia da un punto cruciale e i fatti vengono poi recuperati attraverso l’analessi fino a che il racconto non raggiunge la conclusione. Questa tecnica è chiamata medias res.
slide10

The End

A cura di Rossella Dell’aquila

il tempo del racconto
Il tempo del racconto
  • Ellissi:la narrazione è più veloce del tempo che ci impiegano i fatti a svolgersi all’interno del racconto;
  • Sommario: vengono riassunto gli avvenimenti;
  • Scena: il tempo del racconto è uguale a quello della storia;
  • Pausa: il tempo del racconto è più lungo rispetto al tempo della storia.
narratore
Narratore

Esterno Interno

Racconta una storia Ha partecipato

a cui non ha preso alla storia

parte ma gli è stata

raccontata

focalizzazione punto di vista che sceglie il narratore per raccontare
Focalizzazione(punto di vista che sceglie il narratore per raccontare)

Zero Esterna

Il narratore ne sail narratore riporta ciò

più dei personaggi, che non compare

quindi onniscente nella scena

focalizzazione interna
Focalizzazione interna

Fissa Variabile

Sempre lo stesso il narratore

narratore cambia Multipla

più persone

raccontano lo

stesso fatto

tipi e individui
Tipi e individui
  • Tipo: caratterizzato da un solo tratto o pochi tratti psicologici,perciò un personaggio piatto,non viene modificato dalle circostanze,si relaziona agli altri sempre allo stesso modo;
  • Individuo: personaggio dotato di molti tratti psicologici,non reagisce in modo prevedibile,si evolve nel corso della vicenda,quindi complesso.
tecniche del discorso
Tecniche del discorso
  • Diretto: le parole o i pensieri del personaggio vengono riportati così come sono
  • Indiretto: le parole e i pensieri del personaggio vengono assunti in una diversa struttura sintattica
  • Legato: quando il discorso è introdotto da qualsiasi verbum dicendi
  • Libero:
ad