Programma italiano per la valutazione dell impronta ambientale
This presentation is the property of its rightful owner.
Sponsored Links
1 / 20

Programma italiano per la valutazione dell ’ impronta ambientale PowerPoint PPT Presentation


  • 117 Views
  • Uploaded on
  • Presentation posted in: General

Programma italiano per la valutazione dell ’ impronta ambientale. Martina Hauser Direzione Generale per lo Sviluppo Sostenibile e il Clima Task Force per la valutazione dell ’ impronta ambientale dei sistemi e dei modelli di produzione e consumo. Bastia Umbra, 23-24 settembre 2013.

Download Presentation

Programma italiano per la valutazione dell ’ impronta ambientale

An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Presentation Transcript


Programma italiano per la valutazione dell impronta ambientale

Programma italianoper la valutazione dell’impronta ambientale

Martina Hauser

Direzione Generale per lo Sviluppo Sostenibile e il Clima

Task Force per la valutazione dell’impronta ambientaledei sistemi e dei modelli di produzione e consumo

Bastia Umbra, 23-24 settembre 2013


Metodologia e indicatori di sostenibilit

Metodologia e indicatori di sostenibilità

Life Cycle Assessment

(UNI EN ISO 14040, UNI EN ISO 14044)

Carbon Footprint

(UNI ISO/DIS 14067)

Water footprint

(ISO/CD 14046)


Carbon footprint

Carbon Footprint

Il programma del Ministero per la valutazione dell’impronta ambientale

  • Gli Accordi volontari

  • I bandi pubblici

  • La cooperazione internazionale


Programma italiano per la valutazione dell impronta ambientale

I partner

TESSILE

Gucci / Gruppo Benetton

Brunello Cucinelli / Cruciani

DISTRIBUZIONE

COOP Italia / Leroy Merlin

AR Alimentare / EcorNaturaSi

Ai Trai / Cispa

INDUSTRIA

Emilceramica / Gruppo Millepiani

Grafiche Bovini / Bauxt

Suncover / Pirelli & C.

Dallara / Fater

Palazzetti Lelio

MCZ Group

Colorificio San Marco

L’Oréal Italia

Confindustria Ceramica

Sabox

Automobili Lamborghini

Archimede Solar Energy

Polycart

ALIMENTARE & BEVERAGE

Conserve Italia / Rolli Alimentari

Eridania SADAM

Sorrento Sapori e Tradizioni

Azienda Agricola IANVS

Agricola Castello Monte Vibiano Vecchio

Illycaffè

Carlsberg Italia/ Birra Castello

B&G Alimentare - Pasta Mosconi

Eataly Real Estate

Caseificio dell’Amiata

Latteria Montello

Distretto Latte Lombardo/ Granarolo

Acqua Minerale San Benedetto

Cantine San Marco / Lete

VITIVINICOLO

Principi di Porcìa e Brugnera

Tasca d’Almerita

Azienda Vitivinicola Planeta

Marchesi Antinori

Mastroberardino

Agricola Castello Monte Vibiano Vecchio / Masi Agricola

F.lli Gancia & Co.

Michele Chiarlo Azienda Vitivinicola

Venica&Venica

INFRASTRUTTURE E SERVIZI

Autostrade per l’Italia

Autovie Venete

UniCredit

Telecom Italia

SAP Italia / Telespazio

GiPlanet

Vintage - Autodromo di Modena

Nuovo Trasporto Viaggiatori NTV

Auta Marocchi

Arval/ Autoglill

TURISMO

Lefay Resorts/ Hotel Mari del Sud

MUNICIPALITA’

Comune di Leni, di Malfa di Santa Marina di Salina

Comune di Gemona / Comune di Cosenza/ Comune di Bastia Umbra

FORMAZIONE

Università Cà Foscari Venezia

Università Tor Vergata di Roma

Università della Calabria

Università Bicocca di Milano


Programma italiano per la valutazione dell impronta ambientale

I numeri

SOGGETTI COINVOLTI

Circa 2100 aziende

4 Università

6 Municipalità

PROGETTI

Carbon footprint di 150 prodotti

Invetario GHG di 25 organizzazioni

Water footprint di 18 prodotti


Programma italiano per la valutazione dell impronta ambientale

Municipalità

Comune di Bastia Umbra

Comune di Cosenza

Comune di Gemona del Friuli

Comune di Leni

Comune di Malfa

Comune di Santa Maria di Salina


Bastia umbra

bastia umbra


Programma italiano per la valutazione dell impronta ambientale

FASE 1

Definizione della metodologia di calcolo dell’impronta di carbonio e calcolo dell’impronta di carbonio

ATTIVITA’

1.1Selezione della metodologia di calcolo

1.2Definizione del campo di applicazione

1.3Definizione dell’anno base e dei settori di attività oggetto di analisi

1.4Raccolta delle informazioni e dei dati relativi alle fonti di emissione

1.5Elaborazione dei dati raccolti

1.6Sviluppo dello strumento per il calcolo della carbon footprint

1.7 Predisposizione delle informazioni per la verifica/certificazione dei risultati da parte terza indipendente


Programma italiano per la valutazione dell impronta ambientale

FASE 2

Definizione delle modalità di riduzione dell’impronta di carbonio

ATTIVITA’

2.1Individuazione dei possibili interventi da realizzare

2.2Contabilizzazione delle riduzioni delle emissioni ottenibili dalla realizzazione degli interventi e realizzazione di monitoraggio delle emissioni residue

2.3Iniziative pilota per il calcolo della carbon footprint

2.4Ricerca di possibili linee di co-finanziamento


Programma italiano per la valutazione dell impronta ambientale

FASE 3

Individuazione delle modalità di neutralizzazione dell’impronta di carbonio

ATTIVITA’

3.1Stima delle emissioni residue

3.2Studio di modalità delle emissioni residue


Programma italiano per la valutazione dell impronta ambientale

FASE 4

Comunicazione della riduzione e neutralizzazione dell’impronta di carbonio

ATTIVITA’

4.1Predisposizione della strategia e dei contenuti della comunicazione


Industria alcuni esempi

Industria: alcuni esempi

San Benedetto

Osklen (brasiliana)

Pirelli

Illy

Benetton

Sostenibilità della vitivinicoltura in Italia


San benedetto bottiglia easy

San Benedetto: bottiglia “easy”

  • La nuova bottiglia ha il

  • 30% PET riciclato

  • Aumenta le vendite: +78%

  • Consuma meno energia: -30%

  • • - 30.000 t CO2e

  • Effetto a catena: San Benedetto, in collaborazione con COOP, lancia un progetto per lo sviluppo di una filiera virtuosa del recupero del PET grazie all’eco-compattatore nei punti vendita

Carbon Footprint dellanuovabottiglia da 1L dellaproduzione 2011: 173 gr CO2e chesono state neutralizzate (carbon neutral)

Carbon Footprint dellavecchiabottiglia da 1 litrodellaproduzione 2010:

210 gr CO2e


Osklen il progetto italo brasiliano trac e s

Osklen:il progetto italo-brasiliano Traces

  • Life Cycle Assessment di 6 prodotti:Borsa in Pirarucu, Scarpe in seta organica, Borsa in cotonericiclato, Scarpe in cotonericiclato, T-shirt in cotoneorganico

  • Il label socio-ambientale:Tutta la filiera, dalla materia prima alla fine vita del prodotto, insieme agli aspetti sociali della produzione sono tracciati nell’etichetta

  • Water Traces:Dopo la valutazione dell’impronta ambientale della filiera tessile, è stata completata e certificata l’analisi della water footprint. Il progetto sarà presentato a San Paolo ad ottobre 2013 alla fashion week.


Pirelli oltre i confini nazionali

Pirelli: oltre i confini nazionali

Si è conclusa l’analisi dell’impatto ambientale del cinturato P7.

L’accordo firmato a gennaio 2013 dà avvio alla seconda fase che prevede la riduzione dell’impatto sul clima.

Interventi previsti: realizzazione di impianti solari termici a concentrazione per la produzione di vapore nei siti industriali di Campinas e Bahia (Brasile).

Rolling resistance

Dry braking

Noise

Mileage

Wet braking

Handling

Pirelli reference

Cinturato P7


Programma italiano per la valutazione dell impronta ambientale

Illy: il caffè italiano

In corso il calcolo del Carbonfootprint di due barattoli di caffè (da 250 e 125 grammi), cialde in carta (ESE), capsule iperespresso.

Prevista la valutazione dell’impatto socio-ambientale delle coltivazioni di caffè in Brasile e negli altri Paesi da cui Illy acquista.


Sostenibilit della vitivinicoltura in italia

Sostenibilità della vitivinicoltura in Italia

Nove aziende: Tasca d’Almerita, Planeta, Antinori, Mastroberardino, Montevibiano Vecchio, Masi, Gancia, Chiarlo, Venica&Venica

La metodologia: individuati 4 indicatori di sostenibilità: Carbon footprint, Water footprint, valutazione agronomica del vigneto e indice socio-economico del paesaggio.

Label del Ministero:i risultati sono in corso di certificazione e saranno contenuti in una etichetta ambientale, presentata al Vinitaly 2013.


Benetton

Benetton

È stato portato a termine il calcolo del Carbon footprint di due prodotti della linea "bimbo" (t-shirt e polo) ed è in corso il progetto di efficientamento che sarà realizzato nello stabilimento di Monastir (Tunisia), in sinergia con il programma “Prosol” di supporto al mercato del solare termico in Tunisia.

Produzione Benetton Tunisia: circa 35 milioni di capi all’anno (30% della produzione totale che è di circa 140 milioni di capi all’anno).

T-Shirt Bambino

Polo Bambino


Perch calcolare l impronta ambientale

Perché calcolare l’impronta ambientale

Competitività e marketing: i valori ambientali dei prodotti sono un driver di competitività nel mercato.

Risparmio economico: le misure per la riduzione di gas serra prevedono interventi di efficientamento energetico e rinnovamento tecnologico in grado di abbassare i costi di produzione.

Certificazione: Il lavoro svolto, certificato da enti terzi, ottiene riconoscimento a livello internazionale e permette l’accesso a incentivi e bandi.

Rapporto con i consumatori: La divulgazione dei dati serve a sensibilizzare il consumatore e anche a rispondere alla domanda di prodotti “green”.


Contatti

Contatti

Task Force per la valutazione dell’impronta ambientale

dei sistemi e dei modelli di produzione e consumo

Direzione Generale per lo Sviluppo Sostenibile e il Clima

Ministero dell’ambiente della Tutela del Territorio e del Mare

Via Cristoforo Colombo, n. 44

00147 – Roma

Tel. (+39) 0657221www.minambiente.it

[email protected]

[email protected]


  • Login