Marzio Zanato HR & Performance Manager
This presentation is the property of its rightful owner.
Sponsored Links
1 / 18

Ore 09.30 L’importanza del “gioco di squadra” Marzio Zanato - Coach HR & Performance Manager PowerPoint PPT Presentation


  • 52 Views
  • Uploaded on
  • Presentation posted in: General

Ore 09.30 L’importanza del “gioco di squadra” Marzio Zanato - Coach HR & Performance Manager. Venerdì 16 LUGLIO 2010 – ore 09.30 CATTEL CATERING S.P.A. Sede Casale (TV) CHIUSURA PROGETTO COACHING & PERFORMANCE BOARD VENDITE. COSA E’ UNA SQUADRA?. Giornata Board Ispettori Vendite.

Download Presentation

Ore 09.30 L’importanza del “gioco di squadra” Marzio Zanato - Coach HR & Performance Manager

An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Presentation Transcript


Ore 09 30 l importanza del gioco di squadra marzio zanato coach hr performance manager

Marzio Zanato HR & Performance Manager

Ore 09.30

L’importanza del “gioco di squadra”

Marzio Zanato - Coach HR & Performance Manager

Venerdì 16 LUGLIO 2010 – ore 09.30

CATTEL CATERING S.P.A.

Sede Casale (TV)

CHIUSURA PROGETTO COACHING & PERFORMANCE BOARD VENDITE


Cosa e una squadra

COSA E’ UNA SQUADRA?

Giornata Board Ispettori Vendite

I Gruppi di lavoro, le Organizzazioni , i Team esistono perché vi è un

compito da svolgere che è ECCESSIVO per una singola persona.

Da soli è possibile salire su una collina ma per scalare il

Monte Everest è necessario un Team !!!

Perché chiamarla esigenza? Perché la pressione mobilita

l’energia necessaria per la realizzazione del compito comune.

Esigenza

del

Compito

Esigenza di

mantenimento

del

Team

Esigenze

individuali

Gli individuiportano nel team,

nel gruppo le loro esigenze individuali, di tipo fisico

(sostentamento e riparo)

e di tipo psicologico (Riconoscimento, Autostima, Status).

Queste esigenze individuali sono profondamente radicate

ed hanno origine dalla

nostra necessità di vita in comune quali esseri umani.

Marzio Zanato HR & Performance Manager


Cosa e una organizzazione

COSA E’ UNA ORGANIZZAZIONE ?

Giornata Board Ispettori Vendite

IL CONCETTO DI ORGANIZZAZIONE

Quando serve un’organizzazione ?

 Ogniqualvolta si debba svolgere un’ATTIVITA’ COMPLESSA

Esempi: organizzare una festa, una gita, un matrimonio ….

Le regole basilari dell’organizzazione:

* La SPECIALIZZAZIONE dei ruoli;

* Il COORDINAMENTO tra i vari ruoli.

Marzio Zanato HR & Performance Manager


Tre aree di esigenza del gioco di squadra

TRE AREE DI ESIGENZA“DEL GIOCO DI SQUADRA”

Giornata Board Ispettori Vendite

Le tre AREE di esigenze si sovrappongono e si influenzano. Se l’obiettivo (compito) comune viene realizzato, questo tende a rafforzare il team

e a soddisfare le esigenze umane personali negli individui. Se vi è mancanza di coesione nell’area circolare del TEAM, le prestazioni nell’area

dell’obiettivo (compito) ne risentiranno e la soddisfazione dei singoli membri risulterà ridotta.

Dare alle aree circolari i colori del rosso, blu e verde, ossia i tre colori

primari in cui viene rifratta la luce, è un modo per sottolineare che le

tre aree formano un modello universale.

Esigenza

del

Compito

In qualsiasi contesto si operi e a qualsiasi livello di leadership

(team leader, team manager, leader operativo o strategico)

vi sono tre cose che vanno sempre considerate :

Obiettivo (compito)

Il Team

L’Individuo

Esigenza di

mantenimento

del

Team

Esigenze

individuali

“La Leadership è essenzialmente

una attività incentrata

sull’altro

e non su se stessi”

Marzio Zanato HR & Performance Manager


Necessita dei ruoli e dei compiti

NECESSITA’ DEI RUOLI E DEI COMPITI

Giornata Board Ispettori Vendite

Allo scopo di raggiungere l’obiettivo o realizzare il compito comune e di assicurare il mantenimento del lavoro di gruppo, è necessario

Che determinate funzioni vengano eseguite. Una funzione è ciò che si “fa”, diversamente da una qualità, che è un aspetto di ciò che si

“è”. Qualcuno, ad esempio, deve definire gli obiettivi, creare un piano o mantenere unito il team se viene minacciato .

Con tale approccio si possono gettare le basi per riuscire a fornire elementi per individuare le “funzioni di leadership” richieste dalle

esigenze dell’obiettivo (compito), del team e individuali. Si parlerà di “leadership efficace” o “leadership centrata sull’azione”.

Una “funzione” è una “azione” (funzione deriva dal latino e significa “prestazione”) e può essere intesa anche come “ruolo”, ovvero lo

speciale tipo di attività proprio di una posizione professionale (competenza e non situazione).

PRINCIPALI FUNZIONI CHE SONO NECESSARIE PER REALIZZARE OBIETTIVO, MANTENERE UNITO IL TEAM E SODDISFARE LE ESIGENZE INDIVIDUALI

Definizione del compito

Esigenza

del

Compito

Pianificazione

Briefing

Controllo

Valutazione

Motivazione

Esigenza di

mantenimento

del

Team

Esigenze

individuali

Organizzazione

Esempio (“leading by sample”)

Marzio Zanato HR & Performance Manager


Necessita dei ruoli e dei compiti1

NECESSITA’ DEI RUOLI E DEI COMPITI

Giornata Board Ispettori Vendite

PRINCIPALI FUNZIONI CHE SONO NECESSARIE PER REALIZZARE OBIETTIVO, MANTENERE UNITO IL TEAM E SODDISFARE LE ESIGENZE INDIVIDUALI

ANDREA

Team Manager

Definizione del compito

Pianificazione

Esigenza

del

Compito

Briefing

Controllo

MARZIO

Forwards Coach

NICOLE

Video Analista

ALESSANDRO

Back’s Coach

Valutazione

VINCENZO

Responsabile Medico

Esigenza di

mantenimento

del

Team

MASSIMO

Fisioterapista

Esigenze

individuali

Motivazione

Organizzazione

Esempio (“leading by sample”)

GIACOMO

AssistantConditioner

ENNIO

Logistic Manager

GIOVANNI

Head Conditioner

Marzio Zanato HR & Performance Manager


Esigenza del compito

ESIGENZA DEL COMPITO

Giornata Board Ispettori Vendite

“ La tragedia nella vita

non è fallire un obiettivo !!!

La vera tragedia è non avere

obiettivi da realizzare”

Esigenza

del

Compito

Obiettivo

CONCRETO

MISURABILE

PERSONALIZZATO

Marzio Zanato HR & Performance Manager


Esigenze individuali

ESIGENZE INDIVIDUALI

Giornata Board Ispettori Vendite

La gerarchia dei bisogni di Maslow

Il modello di Maslow prevede che

gli individui siano motivati a dare

soddisfazione ai bisogni di un

certo livello solo quando i bisogni

del livello immediatamente al di

sotto (inferiore) sono soddisfatti.

Le “organizzazioni economiche”

permettono di soddisfare bisogni

fisiologici e di sicurezza tramite

Le retribuzioni, bisogni di stima e

appartenenza, tramite opportune

tipologie di modelli organizzativi

del lavoro.

I Bisogni di autorealizzazione sono

soddisfatti grazie a mansioni che

implicano l’accettazione di “sfide”

(modello sfidante) difficili.

AUTOREALIZZAZIONE

Sviluppo delle

Proprie

Potenzialità,

Continuo

Sviluppo di sé

stessi

Esigenze

individuali

STIMA

Autostima,

fiducia in sé stessi,

indipendenza,

realizzazione,

eterostima,

status,

riconoscimento,

rispetto

meritato dai

colleghi

APPARTENENZA

Socialità, affetto,

amicizia,

accettazione,

amore

gruppi sociali

SICUREZZA

Protezione dai

pericoli, delle

minacce e

delle privazioni;

appropriazione

del proprio

territorio

Esigenze

individuali

FISIOLOGICI

Fame, sete,

sonno, sesso

Marzio Zanato HR & Performance Manager


Esigenze di mantenimento del team

ESIGENZE DI MANTENIMENTO DEL TEAM

Giornata Board Ispettori Vendite

Esigenza di

mantenimento

del

Team

Gli individuiportano nel team,

nel gruppo le loro esigenze individuali, di tipo fisico

(sostentamento e riparo)

e di tipo psicologico (Riconoscimento, Autostima, Status).

Queste esigenze individuali sono profondamente radicate

ed hanno origine dalla

nostra necessità di vita in comune quali esseri umani.

Marzio Zanato HR & Performance Manager


La meta come lavoro di squadra

LA META COME LAVORO DI SQUADRA

Giornata Board Ispettori Vendite

OBIETTIVO ED ESIGENZE INDIVIDUALI

ESIGENZE DEL MANTENIMENTO DEL TEAM

Marzio Zanato HR & Performance Manager


Dinamiche simboliche nel rituale

DINAMICHE SIMBOLICHE NEL RITUALE

Giornata Board Ispettori Vendite

I riti sono fondamentalmente azioni simboliche, intendendo che i simboli impiegati in un rito sono dei mezzi non solo per creare significati, ma anche per agire e che la attività di rappresentazione della realtà per mezzo dei simboli, costituisce il fine, o se vogliamo il risultato finale di qualsiasi rito collettivo preso nel suo insieme.

I riti sono il luogo in cui

si crea e ricrea energia

anche in termini di forza morale :

sentimenti di obbligazione e di rispetto

per ciò che tiene unite le persone,

e quindi una grande attenzione

per quelli che vengono intesi come

i fondamenti dei legami sociali.

Emile Durkheim, a proposito dei riti, afferma che questi rispondono al bisogno dell’individuo di uscire da sé, di essere o di entrare a fare parte di un tutto più grande, il gruppo sociale. In questo processo di fuoriuscita dal mondo isolato e individuale risiede il fenomeno sociale, il sentimento di fare parte di qualche cosa che va oltre l’individuo, ma di cui l’individuo è parte attiva e costitutiva, cioè la società

L’effetto primario del rito è

dare ai suoi attori un’impressione

solida del proprio agire reale,

cioè garantire senso di realtà

alla loro azione anche in situazioni estreme,

o in momenti in cui la situazione

sembra determinare unicamente

passività e rassegnazione

Marzio Zanato HR & Performance Manager


Dinamiche simboliche nel rituale1

DINAMICHE SIMBOLICHE NEL RITUALE

Giornata Board Ispettori Vendite

Emile Durkheim, a proposito dei riti,

afferma che questi rispondono al

bisogno dell’individuo di uscire da sé,

di essere o di entrare a fare parte di un

tutto più grande, il gruppo sociale.

In questo processo di fuoriuscita

dal mondo isolato e individuale

risiede il fenomeno sociale,

il sentimento di fare parte di

qualche cosa che va oltre l’individuo,

ma di cui l’individuo è

parte attiva e costitutiva,

cioè la società, LA SQUADRA !!!!

Marzio Zanato HR & Performance Manager


Dinamiche simboliche nel rituale2

DINAMICHE SIMBOLICHE NEL RITUALE

Giornata Board Ispettori Vendite

L’effetto primario del rito è

dare ai suoi attori un’impressione

solida del proprio agire reale,

cioè garantire senso di realtà

alla loro azione anche in situazioni estreme,

o in momenti in cui la situazione

sembra determinare unicamente

passività e rassegnazione

Marzio Zanato HR & Performance Manager


Team spirit

TEAM SPIRIT

Giornata Board Ispettori Vendite

COMMITMENT

(IMPEGNO)

TEAM SPIRIT

(SPIRITO DI SQUADRA)

RELIABILITY

(AFFIDABILITA’)

PERFORMANCE

(RISULTATI)

POWER

(POTENZA)

Marzio Zanato HR & Performance Manager


Performance

PERFORMANCE

Giornata Board Ispettori Vendite

PERFORMANCE= SKILLS x MOTIVATION

La MOTIVAZIONE

è una componente

fondamentale della

PRESTAZIONE

(PERFORMANCE)

PRESTAZIONE = CAPACITA’ x MOTIVAZIONE

  • Intelligenza

  • Abilità

  • Conoscenze

  • Tecniche

  • Intensità

  • Direzione del comportamento

Modelli della motivazione al lavoro

Orientati al contenuto

(Quali sono gli elementi della motivazione)

Orientati al processo

(quali sono i processi sottostanti la motivazione)

  • Gerarchia dei bisogni

  • E.R.C.

  • Fattori duali

  • Achievement del potere

  • Aspettativa/valenza

  • Goal setting

  • Rinforzi

Marzio Zanato HR & Performance Manager


Relazione tra prestazione capacita e motivazione

RELAZIONE TRA PRESTAZIONE, CAPACITA’ E MOTIVAZIONE

Giornata Board Ispettori Vendite

ALTA

  • Le due rette rappresentano la “ CAPACITA’ “ dei due

  • giocatori, e sui 2 assi sono posizionate motivazione

  • e prestazione.

  • Mr. Rossi ha più capacità di Mr. Verdi, quindi a parità

  • di motivazione (punto X), Mr. Rossi vincerà sempre.

  • Mr. Verdi potrà vincere solo se altamente motivato

  • (punto Y) e quando Mr. Rossi non avrà, per ottenere

  • una buona prestazione, forti motivazioni (punto Z).

P

R

E

S

T

A

Z

I

O

N

E

Capacità di Mr. Rossi

Capacità di Mr. Verdi

Secondo questa prospettiva è necessario un livello

minimo di motivazione e di capacità perché vi sia

una buona PERFORMANCE : senza “MOTIVAZIONE”

non si ottiene una buona performance e se le varie

capacità sono scarse, come nel caso di Mr. Verdi,

la prestazione sarà scarsa, anche in presenza di

un forte livello motivazionale.

Z

X

Y

BASSA

BASSA

ALTA

MOTIVAZIONE

La PRESTAZIONE è il risultato di uno sforzo fisico e/o mentale. Il livello della prestazione può essere definito in termini quantitativi

e qualitativi, ma in ogni caso comporta una valutazione di tipo soggettivo da parte del valutatore.

Le CAPACITA’ sono l’insieme delle caratteristiche intellettive dell’individuo, delle abilità ( mentali, meccaniche e psicomotorie), del

Livello delle conoscenze (generiche e specifiche, esperienziali) del grado di utilizzo della tecnologia nello svolgimento dell’attività.

Si tratta quindi dell’insieme delle sequenze mentali e comportamentali interrelate messe in atto al fine di raggiungere un risultato.

Marzio Zanato HR & Performance Manager


Valore del fare

VALORE DEL FARE

Giornata Board Ispettori Vendite

“Io ascolto e dimentico,

Io guardo e ricordo,

IO FACCIO ED IMPARO”

Confucio

Cosa si intende per MOTIVAZIONE : Significato etimologico deriva dal latino “movere”

(muovere) che incorpora un senso di movimento

che porta ad AGIRE

Per “motivazione” intendiamo l’insieme dei motivi che ci spingono ad agire,

che sono in relazione a diversi obiettivi e interessi e che sono guidati da

processi emotivi e cognitivi.

Marzio Zanato HR & Performance Manager


Sognare fare

SOGNARE & FARE

Giornata Board Ispettori Vendite

Marzio Zanato HR & Performance Manager


  • Login