Corso di analisi e contabilita dei costi la contabilita analitica prof marco elafanti
Download
1 / 24

CORSO DI ANALISI E CONTABILITA’ DEI COSTI (LA CONTABILITA’ ANALITICA) PROF. MARCO ELAFANTI - PowerPoint PPT Presentation


  • 135 Views
  • Uploaded on

CORSO DI ANALISI E CONTABILITA’ DEI COSTI (LA CONTABILITA’ ANALITICA) PROF. MARCO ELAFANTI. SESTA LEZIONE L’ANALISI COSTI-VOLUMI-RISULTATI. L’ANALISI COSTI-VOLUMI-RISULTATI.

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about ' CORSO DI ANALISI E CONTABILITA’ DEI COSTI (LA CONTABILITA’ ANALITICA) PROF. MARCO ELAFANTI' - bruno-osborn


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
Corso di analisi e contabilita dei costi la contabilita analitica prof marco elafanti

CORSO DI ANALISI E CONTABILITA’ DEI COSTI (LA CONTABILITA’ ANALITICA)PROF. MARCO ELAFANTI

SESTA LEZIONE

L’ANALISI COSTI-VOLUMI-RISULTATI


L analisi costi volumi risultati
L’ANALISI COSTI-VOLUMI-RISULTATI CONTABILITA’ ANALITICA)

  • CONSENTE L’INDIVIDUAZIONE E L’ANALISI DELLE RELAZIONI CHE LEGANO IL RISULTATO ECONOMICO ALL’ANDAMENTO DEI LIVELLI DI ATTIVITA’

  • VOLUMI

  • RICAVI COSTI

  • P*Q CV*Q CF

  • RISULTATI ECONOMICI

  • LOGICA DI FORMAZIONE DEL RISULTATO ECONOMICO


Relazioni tra livello di attivita e costi

Costi variabili: costi la cui entità complessiva varia proporzionalmente al variare del livello di attività

Costi fissi: costi la cui entità complessivamente non varia al variare entro certi limiti del livello di attività

Relazioni tra livello di attivita’ e costi


Relazioni tra livello di attivita e costi1
RELAZIONI TRA LIVELLO DI ATTIVITA’ E COSTI proporzionalmente al variare del livello di attività

  • ALCUNE ALTERNATIVE DI MISURA DEL LIVELLO DI ATTIVITA’:

    • VOLUME DI PRODUZIONE

    • GRADO DI UTILIZZO DELLA CAPACITA’ PRODUTTIVA

    • FATTURATO

    • …….


Relazione di base
RELAZIONE DI BASE proporzionalmente al variare del livello di attività

  • RICAVI TOTALI - COSTI TOTALI = RISULTATO ECONOMICO

  • P X Q - ((CV x Q) + CF) = R.E.

  • L’ESISTENZA DI QUESTE RELAZIONE CONSENTE DI DETERMINARE IN PARTICOLARE:

  • IL LIVELLO DI ATTIVITA’ DI PAREGGIO

  • IL LIVELLO DI ATTIVITA’ CHE CONSENTA DI CONSEGUIRE UN DATO RISULTATO ECONOMICO


Determinazione del punto di pareggio
DETERMINAZIONE DEL PUNTO DI PAREGGIO proporzionalmente al variare del livello di attività

  • A) DETERMINAZIONE DEL PUNTO DI PAREGGIO

  • CF

  • Q = --------------------

  • p - Cv

    • B) DETERMINAZIONE DEL PUNTO DI PAREGGIO IN VALORE (FATTURATO)

      • CF

  • FATTURATO = ---------------------

    • 1 - W

    • Cv

    • DOVE W = -----

    • P


Determinazione del livello di attivita obiettivo
DETERMINAZIONE DEL LIVELLO DI ATTIVITA’ OBIETTIVO proporzionalmente al variare del livello di attività

  • A) DETERMINAZIONE DEL LIVELLO DI ATTIVITA’ OBIETTIVO IN QUANTITA’:

  • QOB = CF+ REOB/P-CV

  • B) DETERMINAZIONE DEL LIVELLO DI ATTIVITA’ OBIETTIVO IN VALORE (FATTURATO):

  • FATTURATO OB = CF + RE OB/1 - W

  • DOVE W= CV/P


Analisi delle determinanti del risultato economico re p x q cv x q cf
ANALISI DELLE DETERMINANTI DEL RISULTATO ECONOMICO proporzionalmente al variare del livello di attivitàRE = P x Q - Cv X Q - CF

  • 1) C.F. = Q x (p - Cv) - R.E.

  • 2) cV = p - ((R.E. + C.F.)/Q)

  • 3) p = cV + (( R.E. + C.F.)/Q)

  • 4) Q = (R.E.+C.F.) / (p-cV)

  • 5) p x Q = R.E. + cV x Q + C.F.


Un esempio
Un esempio proporzionalmente al variare del livello di attività

  • L’azienda Delta SpA e’ specializzata nelle vendite per corrispondenza di mini floppy-disk ad uffici e studi professionali. Di seguito sono fornite le previsioni per il prossimo esercizio (valori in L. 000):

  • p = Euro 20 dove p = prezzo di vendita

  • Q = Euro 50.000 Q = previsioni di vendita (in unità)

  • Cv = Euro 10 Cv = costi variabili unitari

  • CF = Euro 300.000 CF Costi Fissi Totali

  • R.E. = Euro 200.000 R.E. Risultato economico atteso

  • IL RISULTATO ECONOMICO PREVISTO NON SODDISFA IL PROPRIETARIO COME RAGGIUNGERE UN OBIETTIVO ECONOMICO DI 300.000 EURO?


Analisi c v r utilizzo
ANALISI C-V-R: UTILIZZO proporzionalmente al variare del livello di attività

  • L’ANALISI COSTI VOLUMI RISULTATI CONSENTE DI APPREZZARE, SIA PURE IN PRIMA APPROSSIMAZIONE, LE IMPLICAZIONI CHE SCELTE DI PREZZO, DI LIVELLO DI ATTIVITA’, DI STRUTTURE DI COSTO HANNO SUL RISULTATO ECONOMICO.

  • * RISCHIO OPERATIVO

  • * ANALISI DI SENSITIVITA’ (WHAT ….. IF ….)


Rischio operativo grado di leva operativa e margine di sicurezza
RISCHIO OPERATIVO, GRADO DI LEVA OPERATIVA E MARGINE DI SICUREZZA

  • GRADO DI LEVA OPERATIVA E MARGINE DI SICUREZZA SONO INDICATORI SINTETICI DEL GRADO DI RISCHIO OPERATIVO CHE CARATTERIZZA LA COMBINAZIONE ECONOMICA TIPICA DELL’IMPRESA


Grado di leva operativa e margine di sicurezza continua
GRADO DI LEVA OPERATIVA E MARGINE DI SICUREZZA (CONTINUA) SICUREZZA

  • GRADO DI LEVA OPERATIVA: DEFINITO COME RAPPORTO TRA MARGINE DI CONTRIBUZIONE TOTALE E RISULTATO ECONOMICO IN UN PUNTO (CIOE’ RIFERITO AL MEDESIMO VOLUME DI PRODUZIONE-VENDITA) ED ESPRIMIBILE MEDIANTE LA SEGUENTE RELAZIONE:

  • (4) GRADO DI LEVA OPERATIVA = (Q x (p - Cv))/( Q x (p-cV) - CF)

  • MARGINE DI SICUREZZA: DEFINITO COME LA QUOTA PERCENTUALE DI VENDITE CUI L’AZIENDA POTREBBE RINUNCIARE SENZA SOFFRIRE PERDITE OPERATIVE ED ESPRIMIBILE MEDIANTE LA SEGUENTE RELAZIONE:

  • (5) MARGINE DI SICUREZZA = FATTURATO PREVISTO - FATTURATO DI PAREGGIO / FATTURATO PREVISTO * 100



Si osserva come a parità di volume di produzione, ad esempio 100 unità, l’incidenza dei costi fissi sui costi totali sia massima per ALFA


Analisi di sensitivita
ANALISI DI SENSITIVITA’ esempio 100 unità, l’incidenza dei costi fissi sui costi totali sia massima per ALFA

  • L’ANALISI COSTI-VOLUMI-RISULTATI SI PRESTA A SIMULAZIONI DI ANALISI STATICA COMPARATA CHE CONSENTONO DI APPREZZARE LA SENSIBILITA’ DEL RISULTATO ECONOMICO ALLA MANOVRA DELLE LEVE GESTIONALI TIPICHE DELLA COMBINAZIONE PRODUTTIVA OSSERVATA.

  • ANALISI DI SENSITIVITA’

  • (WHAT … IF ….)


Esempio analisi di sensitivita
ESEMPIO: ANALISI DI SENSITIVITA’ esempio 100 unità, l’incidenza dei costi fissi sui costi totali sia massima per ALFA


APPLICANDO LA (4) E LA (5) ALL’ESEMPIO NUMERICO SOPRA ESPOSTO, IN IPOTESI DI VOLUME DI PRODUZIONE-VENDITA PARI A 100 UNITA’, SI HA:


Continua
(CONTINUA) ESPOSTO, IN IPOTESI DI VOLUME DI PRODUZIONE-VENDITA PARI A 100 UNITA’, SI HA

  • IL CHE STA AD INDICARE CHE UN AUMENTO DEI VOLUMI (E, A PARITA’ DI PREZZI-RICAVO, DEL FATTURATO) AD ESEMPIO DEL 10 %, FERME RESTANDO TUTTE LE ALTRE CONDIZIONI, PRODURREBBE UN DIFFERENTE INCREMENTO PERCENTUALE NEL RISULTATO ECONOMICO DI ALFA ( + 46,6 %), DI BETA (+ 40 %) E DI GAMMA (+33,3 %), OVVERO:

  • DELTA RISULTATO ECONOMICO = DELTA FATTURATO X GRADO DI LEVA OPERATIVA


Analisi di sensitivita segue
ANALISI DI SENSITIVITA’ (SEGUE) ESPOSTO, IN IPOTESI DI VOLUME DI PRODUZIONE-VENDITA PARI A 100 UNITA’, SI HA

  • CON RIFERIMENTO ALL’ESEMPIO DELLA AZIENDA DELTA SPA CI SI POTREBBE DOMANDARE QUAL’E’, CETERIBUS PARIBUS, L’EFFETTO SUL RISULTATO ECONOMICO DI UN INCREMENTO DEL 10 % SU CIASCUNA DELLE VARIABILI CONSIDERATE


Valori originari
VALORI ORIGINARI ESPOSTO, IN IPOTESI DI VOLUME DI PRODUZIONE-VENDITA PARI A 100 UNITA’, SI HA


Valori incrementati del 10
VALORI INCREMENTATI DEL 10 % ESPOSTO, IN IPOTESI DI VOLUME DI PRODUZIONE-VENDITA PARI A 100 UNITA’, SI HA


Analisi di sensitivita continua
ANALISI DI SENSITIVITA’ (CONTINUA) ESPOSTO, IN IPOTESI DI VOLUME DI PRODUZIONE-VENDITA PARI A 100 UNITA’, SI HA


Analisi di sensitivita continua1
ANALISI DI SENSITIVITA’ (CONTINUA) ESPOSTO, IN IPOTESI DI VOLUME DI PRODUZIONE-VENDITA PARI A 100 UNITA’, SI HA


Analisi c v r ipotesi di lavoro
ANALISI C-V-R: IPOTESI DI LAVORO ESPOSTO, IN IPOTESI DI VOLUME DI PRODUZIONE-VENDITA PARI A 100 UNITA’, SI HA

  • A) LINEARITA’ DELLE FUNZIONI DI RICAVO E DI COSTO

  • B) COINCIDENZA DEI VOLUMI DI PRODUZIONE E VENDITA

  • C) COSTANZA DEL MIX DI PRODUZIONE E VENDITA

  • ANALISI COSTI-VOLUMI-RISULTATI ANALISI STATICA


ad