ART
This presentation is the property of its rightful owner.
Sponsored Links
1 / 21

ART IN MOTION PowerPoint PPT Presentation


  • 98 Views
  • Uploaded on
  • Presentation posted in: General

ART IN MOTION. Percorso di didattica laboratoriale interdisciplinare nella Scuola Primaria di Terzo di Aquileia Relatrice : Patrizia Bojkow. ART IN MOTION PERCORSO DI DIDATTICA LABORATORIALE INTERDISCIPLINARE NELLA SCUOLA PRIMARIA DI TERZO DI AQUILEIA. DOVE?. COSA?. PERCHE'?.

Download Presentation

ART IN MOTION

An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Presentation Transcript


Art in motion

ART

IN

MOTION

Percorso di didattica laboratoriale interdisciplinare

nella Scuola Primaria di Terzo di Aquileia

Relatrice: Patrizia Bojkow


Art in motion

ART IN MOTIONPERCORSO DI DIDATTICA LABORATORIALE INTERDISCIPLINARE NELLA SCUOLA PRIMARIA DI TERZO DI AQUILEIA

DOVE?

COSA?

PERCHE'?

CHI?

QUANDO?


Art in motion

ART IN MOTIONPERCORSO DI DIDATTICA LABORATORIALE INTERDISCIPLINARE NELLA SCUOLA PRIMARIA DI TERZO DI AQUILEIA

COSA?

Percorso di didattica laboratoriale interdisciplinare con la realizzazione di laboratori didattico-artistici integrati con le programmazioni delle singole classi.

DOVE?

Presso i locali della Scuola Primaria a tempo pieno “Gino Capponi” del Comune di Terzo di Aquileia (UD).

CHI?

Una docente curricolare che ha attivamente collaborato con l’insegnante di Religione Cattolica alla progettazione e programmazione dell’attività concordando tempi e modalità di intervento

QUANDO?

Durante una parte dell’orario curricolare dell’insegnante di Religione nei mesi di aprile-maggio 2010; sono stati effettuati da uno a tre interventi in ciascuna classe in base all’attività prevista.

PERCHÉ?

Per creare un’occasione educativa a tutto tondo, perché l’educazione agli ideali e ai valori passa anche attraverso l’educazione alla bellezza, riconosciuta e prodotta per poi essere diffusa.


Art in motion

ART IN MOTIONPERCORSO DI DIDATTICA LABORATORIALE INTERDISCIPLINARE NELLA SCUOLA PRIMARIA DI TERZO DI AQUILEIA

Ma perché questo percorso durante le ore

di Religione Cattolica?


Art in motion

ART IN MOTIONPERCORSO DI DIDATTICA LABORATORIALE INTERDISCIPLINARE NELLA SCUOLA PRIMARIA DI TERZO DI AQUILEIA

INDICAZIONI C.E.I.

  • Partendo da un confronto interculturale ed interreligioso, l’ insegnamento della religione cattolica nella scuola è volto ad acquisire:

  • Gli strumenti di simbolizzazione per comunicare su realtà trascendenti

  • I codici simbolici delle diverse tradizioni religiose

  • Un’ identità culturale di appartenenza per relazionarsi con le realtà “altre”

  • Una capacità di dialogo e rispetto in un contesto pluralistico


Art in motion

ART IN MOTIONPERCORSO DI DIDATTICA LABORATORIALE INTERDISCIPLINARE NELLA SCUOLA PRIMARIA DI TERZO DI AQUILEIA

IRC

CONTRIBUISCE

ATTINGE

PATRIMONIO STORICO, CULTURALE E UMANO

DELLA SOCIETÁ ITALIANA


Art in motion

ART IN MOTIONPERCORSO DI DIDATTICA LABORATORIALE INTERDISCIPLINARE NELLA SCUOLA PRIMARIA DI TERZO DI AQUILEIA

PERCORSO DI DIDATTICA

LABORATORIALE

INTERDISCIPLINARE

secondo il modello del

POETRY IN MOTION


Art in motion

ART IN MOTIONPERCORSO DI DIDATTICA LABORATORIALE INTERDISCIPLINARE NELLA SCUOLA PRIMARIA DI TERZO DI AQUILEIA

UNA DIDATTICA LABORATORIALE

“La didattica laboratoriale rappresenta la soluzione ottimale in cui

coniugare sapere e saper fare, per concretizzare la dimensione formativa

ed educativa dell’apprendimento”.

  • Elementi necessari:

  • Ambiente appositamente preparato

  • Materiale didattico adeguatamente selezionato

  • Supervisione del docente

Figura stimolante e di orientamento per i bambini, che coinvolge e coordina

No alla sindrome della soubrette, al ruolo del censore, della chioccia iperprotettiva che evita ai bambini ogni fatica e completa, “aggiusta” e/o apporta migliorie ai manufatti realizzati dagli alunni.

All’interno di una didattica laboratoriale la creatività viene preservata e stimolata;

è garantita la centralità del soggetto in apprendimento poiché il bambino è attore protagonista della costruzione del proprio sapere.


Art in motion

ART IN MOTIONPERCORSO DI DIDATTICA LABORATORIALE INTERDISCIPLINARE NELLA SCUOLA PRIMARIA DI TERZO DI AQUILEIA

UNA DIDATTICA INTERDISCIPLINARE

  • Vengono utilizzati saperi e conoscenze

  • pregressi, acquisiti in altri contesti o ambiti

  • Viene favorita la creatività tecnica che

  • prevede l’utilizzo di strumenti noti in

  • situazioni nuove o in modo diverso

Coinvolge più discipline

ed educazioni

  • Il bambino viene educato nella sua

  • totalità (il bambino rotondo): tenendo conto

  • della complessità di ciascun individuo e

  • resistendo alla tentazione di educare

  • per compartimenti stagni col rischio che non

  • vengano mai collegati e che si perda di vista

  • la globalità

  • Gli alunni percepiscono un’intesa

  • e riscontrano una collaborazione attiva

  • tra gli insegnanti che valorizza l’attività

  • in maniera esponenziale rispetto

  • a tutti gli sforzi del singolo


Art in motion

ART IN MOTIONPERCORSO DI DIDATTICA LABORATORIALE INTERDISCIPLINARE NELLA SCUOLA PRIMARIA DI TERZO DI AQUILEIA

UNA DIDATTICA SECONDO IL MODELLO DEL

“POETRY IN MOTION”

Il “Poetry in motion”, adottato in luoghi di forte frequentazione e passaggio

delle grandi capitali europee , ha lo scopo di non restringere l’arte

in anguste nicchie auto celebrative, ma di estenderla agli sguardi e alle menti di quante più persone possibili.

Può diventare una filosofia di vita anche per un piccolo Comune,

educando alla bellezza e al senso estetico i suoi cittadini di domani

sin dal momento in cui possono concretamente esercitarsi a farlo.

ART IN MOTION: cultura visibile

e fruibile nei luoghi di transito


Art in motion

ART IN MOTIONPERCORSO DI DIDATTICA LABORATORIALE INTERDISCIPLINARE NELLA SCUOLA PRIMARIA DI TERZO DI AQUILEIA

OBIETTIVI DI RELIGIONE CATTOLICA

NELLE DIVERSE CLASSI COINVOLTE

  • CLASSE II:

  • Conoscere Gesù di Nazareth nel suo contesto socio-storico

  • (attività laboratoriale)

  • Sapere che per i Cristiani Gesù annuncia il regno di Dio

  • con parole ed azioni (drammatizzazione)

  • CLASSE III:

  • Individuare significative espressioni di arte religiosa

  • (graffiti rupestri)

  • Conoscere l’origine e lo sviluppo delle grandi religioni

  • (animismo)


Art in motion

ART IN MOTIONPERCORSO DI DIDATTICA LABORATORIALE INTERDISCIPLINARE NELLA SCUOLA PRIMARIA DI TERZO DI AQUILEIA

OBIETTIVI DI RELIGIONE CATTOLICA

NELLE DIVERSE CLASSI COINVOLTE

  • CLASSE IV:

  • Riconoscere il valore del silenzio come “luogo” di incontro

  • con se stessi, con l’altro, con Dio

  • Individuare significative espressioni di arte religiosa

  • Conoscere l’ origine e lo sviluppo delle grandi religioni

  • (induismo)

CLASSE V:

  • Individuare significative espressioni di arte cristiana

  • Decodificare i principali significati dell’iconografia cristiana


Art in motion

ART IN MOTIONPERCORSO DI DIDATTICA LABORATORIALE INTERDISCIPLINARE NELLA SCUOLA PRIMARIA DI TERZO DI AQUILEIA

SCELTA DEI LABORATORI: TECNICHE E MATERIALI

Sono stati condotti cinque differenti laboratorinelle classi aderenti:

Classe II A: taglio e assemblaggio di stoffe in eco-pelle.

Creazione di accessori di uso quotidiano (borsellini e coperta) in uso nel I secolo d. C in Medio Oriente.

Classe II B: il modellamento attraverso la manipolazione della creta.

Creazione di utensili in uso nel I secolo d. C in Medio Oriente.

Classi III A e III B: i graffiti.

Creazione su tavolette di legno di incisioni con l’utilizzo di pastelli a cera e stiletti.

Classi IV A e IV B : il mandala.

Creazione di mandala attraverso l’incollaggio di carta acetata colorata su pannelli in plexiglass.

Classe V: il mosaico.

Creazione di mosaici su tavolette di legno utilizzando materiale modellabile (das) lavorato dai

bambini fino ad ottenere tessere .


Art in motion

ART IN MOTIONPERCORSO DI DIDATTICA LABORATORIALE INTERDISCIPLINARE NELLA SCUOLA PRIMARIA DI TERZO DI AQUILEIA

CLASSE II A

Il tessuto versatile. Laboratorio con l’eco pelle

Si è scelto di realizzare oggetti d’uso comune nella Palestina del I secolo d.C. che potessero essere utilizzati successivamente nella rappresentazione teatrale allestita dalle medesime classi. Nella classe II A sono stati realizzati otto borsellini (ad imitazione delle sacche porta denari in pelle usate all’epoca dagli esattori delle tasse) e una coperta utilizzando eco pelle di camoscio.

Il lavoro artistico - artigianale è stato eseguito dai bambini divisi a coppie ed è consistito nella realizzazione dei borselli: piegatura della stoffa, intrecciamento della lana utilizzata come cordone chiudi - sacchetto, cucitura degli orli e dei margini laterali (precedentemente forati per rendere possibile la cucitura con l’ago da lana).


Art in motion

ART IN MOTIONPERCORSO DI DIDATTICA LABORATORIALE INTERDISCIPLINARE NELLA SCUOLA PRIMARIA DI TERZO DI AQUILEIA

CLASSE II B

Manipolare lo spazio. Laboratorio con la creta

Si sono realizzati suppellettili e utensili da utilizzare come materiale scenico nella suddetta rappresentazione.

Partendo da un blocco di creta l’insegnante ha realizzato piccoli panetti con i quali ciascun alunno ha realizzato alcuni manufatti scelti tra quelli proposti: ciotole, vasetti, vassoi, piatti e coppe.

Manipolando, modellando la creta per sfondamento, o con la lavorazione a colombino (cordoni di creta da arrotolare), incidendo con bastoncini di legno e appiattendo con l’ausilio di mattarelli, i bambini sono riusciti ad ottenere oggetti unici e originali. Il vasellame prodotto è stato successivamente raccolto e cotto nel forno per l’argilla.


Art in motion

ART IN MOTIONPERCORSO DI DIDATTICA LABORATORIALE INTERDISCIPLINARE NELLA SCUOLA PRIMARIA DI TERZO DI AQUILEIA

CLASSE III A - B

Il codice iconico delle incisioni rupestri. Laboratorio di graffiti

Questo laboratorio è stato realizzato nelle due classi terze ed ha visto la presenza e la collaborazione delle insegnanti di Storia, di Religione Cattolica e del trainer. Per creare l’opportuna atmosfera si è utilizzata la tecnica della Composizione di Luogo.

L’aspetto artistico dell’esperienza è stato realizzato da coppie di alunni, su tavolette di legno compensato sulle quali ciascuno ha contribuito a stendere strati successivi di colore utilizzando morbidi pastelli a cera e sovrapponendo come ultimo strato un colore scuro che rappresentasse la parete della caverna da “decorare”. Per mezzo di rametti di legno utilizzati come stiletto incisorio, i bambini hanno graffiato la superficie scura facendo emergere il colore sottostante; in base alle tinte scelte per i singoli strati, si sono ottenuti graffiti di colore diverso, con uno splendido effetto cromatico.


Art in motion

ART IN MOTIONPERCORSO DI DIDATTICA LABORATORIALE INTERDISCIPLINARE NELLA SCUOLA PRIMARIA DI TERZO DI AQUILEIA

CLASSE IV

I disegni periodici, la simmetria ed il tassella mento.

Laboratorio di incollaggio di carta per la realizzazione di mandala

Con gli alunni della classe IV è stato affrontato il complesso argomento della religione induista e buddista, in cui trovano significato spirituale e rituale rappresentazioni artistiche quali i mandala

Si è fornito un mandala per ciascuna coppia di alunni, fissato sul lato posteriore di un supporto in plexiglass e due copie dello stesso mandala, da ritagliare per ricavarne le forme geometriche da riportare sulla carta acetata colorata.

Tagliati tutti i componenti necessari, questi sono stati incollati sulla parte anteriore del supporto in plexiglass fino a ricoprire totalmente lo spazio entro il cerchio del mandala.

A lavoro ultimato è stata rimossa la copia del mandala fissato sul lato posteriore del supporto in plexiglass ed un ulteriore pannello è stato posto a copertura degli elaborati, che risultano così compressi tra due lastre trasparenti, per preservarli dal deterioramento una volta esposti sul territorio.


Art in motion

ART IN MOTIONPERCORSO DI DIDATTICA LABORATORIALE INTERDISCIPLINARE NELLA SCUOLA PRIMARIA DI TERZO DI AQUILEIA

CLASSE V

Il tassella mento del piano. Laboratorio di mosaico

Nella classe V, impegnata ad affrontare lo studio della simbologia delle prime comunità cristiane, si è deciso di sperimentare la tecnica del mosaico.

Gli alunni, servendosi di mattarelli e due stecche di legno, hanno realizzato le tessere, che sono state lasciate asciugare e, successivamente, posizionate e fissate tramite colla vinilica su una tavoletta di legno -utilizzata come supporto e sulla quale i bambini avevano già riportato il disegno scelto. Si è poi passati alla coloritura delle tessere.


Art in motion

ART IN MOTIONPERCORSO DI DIDATTICA LABORATORIALE INTERDISCIPLINARE NELLA SCUOLA PRIMARIA DI TERZO DI AQUILEIA

ESPOSIZIONE DEGLI ELABORATI

Per mantenere vivo il senso comunitario si è pensato di

porre i segni del percorso “ART IN MOTION” sui luoghi di transito del territorio,

grazie al sostegno dell’Amministrazione Comunale ed alla collaborazione dell’Assessore alla Cultura.

GIUGNO 2010 - PRIMA ESPOSIZIONE PRESSO IL MUNICIPIO


Art in motion

ART IN MOTIONPERCORSO DI DIDATTICA LABORATORIALE INTERDISCIPLINARE NELLA SCUOLA PRIMARIA DI TERZO DI AQUILEIA

INVERNO 2010 – COLLOCAZIONE STABILE SUL TERRITORIO


Art in motion

ART IN MOTIONPERCORSO DI DIDATTICA LABORATORIALE INTERDISCIPLINARE NELLA SCUOLA PRIMARIA DI TERZO DI AQUILEIA

OSSERVAZIONI CONCLUSIVE

LA PROGRAMMAZIONE IN TEAM

TRASFERIBILITÀ DELL’ESPERIENZA

WORK IN PROGRESS


  • Login