Il culto di san giovanni battista ieri e oggi
Download
1 / 48

Il culto di San Giovanni Battista, ieri e oggi - PowerPoint PPT Presentation


  • 132 Views
  • Uploaded on

Parrocchia San Giovanni Battista Acitrezza. Associazione culturale. Il culto di San Giovanni Battista, ieri e oggi. Acitrezza, 18 giugno 2005. Il CSA a Campofiorito. Il Sindaco di Campofiorito ed il Presidente del CSA. I 54 trezzoti in visita a Campofiorito. Interventi.

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about ' Il culto di San Giovanni Battista, ieri e oggi' - brenna


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
Il culto di san giovanni battista ieri e oggi

Parrocchia

San Giovanni Battista

Acitrezza

Associazione culturale

Il culto di San Giovanni Battista, ieri e oggi

Acitrezza, 18 giugno 2005


Il csa a campofiorito
Il CSA a Campofiorito

Il Sindaco di Campofiorito ed il Presidente del CSA

I 54 trezzoti in visita a Campofiorito


Interventi
Interventi

  • Don Giovanni Mammino(Il culto di San Giovanni Battista)

  • Antonio Castorina e Mario Grasso(Sondaggio sulla festa ed i giovani)

  • Dino Finocchiaro (U pisci a mari)

  • Antonio Guarnera(San Giovanni B. ne “I Malavoglia”)

  • Massimo Vittorio(Il decennale della statua di San Giovanni B. al porto)

  • Giovanni Grasso(La diretta web della festa)


Le origini del culto a san giovanni battista
Le origini del culto aSan Giovanni Battista

Don Giovanni Mammino


San giovanni battista
San Giovanni Battista

Uno dei più grandi personaggi della storia della salvezza

tra l’antico e il nuovo testamento

In tutti e quattro i Vangeli troviamo descrizioni riguardanti la vita e le opere di questo grande santo.

  • Egli esultò nel grembo materno per presenza del Salvatore, nascosto nel grembo della Vergine Maria.

  • La sua nascita fu segnata da grandi prodigi,

  • Crebbe nel deserto, conducendo una vita austera e penitente.

  • Profeta dell’Altissimo, su di lui scese la Parola di Dio.


  • Percorse tutta la regione del Giordano predicando un battesimo di conversione per il perdono dei peccati.

  • Come nuovo Elia, umile e forte, preparò un popolo ben disposto.

  • Egli battezzò nelle acque del Giordano il Cristo e lo indicò come l’Agnello di Dio. Per la eroica testimonianza resa alla verità fu imprigionato da Erode e da lui fatto decapitare, divenendo così precursore del Signore nella morte violenta, come lo era stato nella nascita e nella predicazione.

  • Nei suoi riguardi Gesù espresse un grande elogio affermando che tra i nati di donna non c’è nessuno più grande di Giovanni.


San giovanni battista1
San Giovanni Battista battesimo di conversione per il perdono dei peccati.

Oltre alla celebrazione del giorno del

martirio (29 agosto), come avviene

normalmente per tutti i santi, solo di San

Giovanni Battista, come di Cristo e della

Vergine Maria, si celebra solennemente la

nascita (24 giugno)


La data della nascita di battesimo di conversione per il perdono dei peccati.

San Giovanni Battista

24 giugno

in relazione al concepimento di Cristo

(25 marzo)

e alla sua nascita (25 dicembre)

Elisabetta, la madre di Giovanni, era al sesto mese di gravidanza


24 giugno battesimo di conversione per il perdono dei peccati.

data legata al ciclo solare

il sole comincia a calare

“Egli deve crescere, io invece diminuire” (Gv 3,30)


Il culto di san giovanni ad acitrezza
Il culto di San Giovanni ad Acitrezza battesimo di conversione per il perdono dei peccati.

1686

Alla Trizza. Inventario delli Giugali della chiesa nova alla Trizza sotto titolo di s. Giovanne in questa città di Iaci s. Filippo.

Prima della chiesa di San Giuseppe, costruita a partire dal 1687 e dichiarata sacramentale nel 1690, esisteva già la piccola chiesa di San Giovanni


Da dove arrivato ad acitrezza il culto a san giovanni battista
Da dove è arrivato ad Acitrezza il culto a San Giovanni Battista?

  • Ipotesi plausibile (Filippo Pulvirenti – Giovanni Mammino)

    Dall’antica Aci (presso la contrada Reitana) dove

    esistevano delle chiese tra XII e XV secolo, fra le quali

    quelle dedicate a San Giovanni e a Santa Maria La

    Nova

  • Ipotesi poco plausibile (Arciprete De Maria)

    Il principe Riggio, Cavaliere di Malta, portò nel

    suo villaggio il culto del patrono dei cavalieri,

    costruendo un’altra chiesa dedicata al Battista


La testimonianza pi antica del culto a san giovanni ad acitrezza
La testimonianza più antica del culto a San Giovanni ad Acitrezza

La tela - Il Battesimo di Gesù al Giordano

  • Ipotesi plausibile (Santo Castorina)

  • La tela è di Giacinto Platania (1612-1691), pittore di Acireale, che la eseguì negli ultimi anni della sua vita

  • Ipotesi meno plausibile (Arciprete De Maria)

  • A principe Aloysio Reggio Valencia A. D. 1720-1737 latum, S. Demaria Parochus restaurare curabat 1908


La statua di san giovanni
La statua di San Giovanni Acitrezza

  • Ipotesi plausibile

    Opera di scultori non locali, forse

    manifattura napoletana (?) databile nella

    seconda metà del settecento

  • Ipotesi poco plausibile

    Opera di scultori locali. Un certo Lo Faro

    che ebbe come modello un giovane della

    famiglia Gilletti. L’opera fu eseguita nel

    palazzo del principe.


Gli affreschi di vincenzo sciuto
Gli affreschi di Vincenzo Sciuto Acitrezza

Risalenti alla seconda metà del settecento

Raffigurano:

La visita di Maria a Santa Elisabetta

La nascita del Battista


San Giovanni nel deserto Acitrezza

Il martirio di San Giovanni

Salomè con la testa del Battista

La trasfigurazione del Signore


Francesco mancini
Francesco Mancini Acitrezza

La tela della predicazione di Giovanni al Giordano

Quando il Mancini, incaricato della esecuzione del quadro, visitò la chiesa, fu visto fermarsi lungamente davanti il vecchi quadro del Battista; interrogato del perché di tanta ammirazione rispose:

“E’ la miglior pittura che esiste in tutta la diocesi di Acireale; ma non è di scuola italiana”

(S. De Maria, Il culto di S. Giovanni Battista in Acitrezza, Acireale 1913, pag. 21)


Il fercolo
Il fercolo Acitrezza

Fu costruito a Catania agli inizi del novecento.

Sostituì quello precedente ormai inservibile


Grazie all’arciprete Acitrezza

don Salvatore De Maria

la memoria storica sul culto di San Giovanni Battista ad Acitrezza non si è persa


Sondaggio
Sondaggio Acitrezza

San Giovanni Battista

ed i giovani di Acitrezza

Antonio Castorina

e

Mario Grasso


Introduzione
Introduzione Acitrezza

Sondaggio=un’indagine conoscitiva mirata alla rilevazione di dati sul territorio in un intervallo di tempo.

Nel nostro caso, vuol significare come viene vissuto il rapporto tra la festività di San Giovanni Battista ed il mondo giovanile di Acitrezza nel giugno 2005.

Ovviamente per festività intendiamo sia il lato religioso che folkloristico nelle diverse sfaccettature dei festeggiamenti.


Capita spesso che molte iniziative vengano prese solo perché “la piazza ha detto questo o quello” e non si riesce a percepire che coloro i quali fanno parte della “piazza” non sono l’intera comunità.

Molte iniziative possano risultare impopolari e fuori dalle aspettative della gente.

Questo sondaggio vuole essere un primo e semplice strumento di partenza per capire come una parte della cittadinanza, in questo caso i giovani, vedono la festa del Santo Patrono con qualche riscontro utile, perché no, per l’organizzazione delle festività.


Parametri di valutazione
Parametri di valutazione perché “

Il sondaggio è stato realizzato attraverso un’indagine quantitativa.

Lo strumento utilizzato nonché il più tipico è il questionario a risposte chiuse.

Il campionamento ha visto coinvolti 100 giovani di sesso maschile e femminile di età compresa tra i 14 e i 30 anni abitanti ad Acitrezza.


Risultati
Risultati perché “


Risultati1
Risultati perché “


Risultati2
Risultati perché “


Risultati3
Risultati perché “


Risultati4
Risultati perché “


Risultati5
Risultati perché “


Conclusioni
Conclusioni perché “

Dai risultati ottenuti, si nota che i giovani trezzoti sono abbastanza coinvolti nella festa del Santo Patrono.

Dagli esiti si può pure evidenziare che il mondo giovanile vive la festività in maniera molto eterogenea rischiando di cadere nel contraddittorio.


Se una buona parte è maggiormente legata al lato religioso della festa, un’altra parte è fortemente attaccata al lato folkloristico e materialistico.

Sicuramente i giovani trezzoti si trovano d’accordo nell’esprimere il massimo significato della festa attraverso la figura di San Giovanni Battista.


Rimane ugualmente da riflettere se tutto ciò deriva soltanto da una forte carica emotiva data dagli evidenti tratti folkloristici dei festeggiamenti o se la fede nel Santo Patrono di Acitrezza e nei suoi insegnamenti evangelici dei giovani trezzoti e futuri adulti del nostro paese va oltre i giorni di festa.

Concludendo, bisogna dire che l’analisi soggettiva compiuta in merito all’argomento trattato dal sondaggio lascia sicuramente molto da discutere e da perfezionare, pur essendo un primo tentativo di contatto con la comunità trezzota.


Calata dell angelo
Calata dell’angelo soltanto da una forte carica emotiva data dagli evidenti tratti folkloristici dei festeggiamenti o se la fede nel Santo Patrono di Acitrezza e nei suoi insegnamenti evangelici dei giovani trezzoti e futuri adulti del nostro paese va oltre i giorni di festa.


U pisci a mari
U pisci a mari soltanto da una forte carica emotiva data dagli evidenti tratti folkloristici dei festeggiamenti o se la fede nel Santo Patrono di Acitrezza e nei suoi insegnamenti evangelici dei giovani trezzoti e futuri adulti del nostro paese va oltre i giorni di festa.

Dino Finocchiaro


Pantomima realizzata da 5 interpreti: soltanto da una forte carica emotiva data dagli evidenti tratti folkloristici dei festeggiamenti o se la fede nel Santo Patrono di Acitrezza e nei suoi insegnamenti evangelici dei giovani trezzoti e futuri adulti del nostro paese va oltre i giorni di festa.

Il pesce

Rais sul molo del porto

Rais sulla barca

Un rematore

Un pescatore


La storia
La storia soltanto da una forte carica emotiva data dagli evidenti tratti folkloristici dei festeggiamenti o se la fede nel Santo Patrono di Acitrezza e nei suoi insegnamenti evangelici dei giovani trezzoti e futuri adulti del nostro paese va oltre i giorni di festa.

1950 – 2004

Salvatore Vicari “Tarzan”;

Nino Valastro “mottu”;

Alfio Ingalisi “mezza sega”;

Sebastiano Greco “u Signuri”;

Nicola Conti “niculinu”;

Gianni Castorina “nerina”;

Liberato D’Urso;

Giovanni Valastro “Ramunnu”;

Ignazio Finocchiaro “spatazza”;

Giovanni Patanè “mulettu”;

Orazio Pappalardo “sciabeccu”

1930 – 1954

Salvatore D’Ambra “mangia ova”;

Mariano Mirabella “papputa”;

Giuseppe Greco “nostromu”;

Antonino Micale “jaddina”;

Salvatore Castorina “trigghita”;

Vincenzo Valastro “fuliniu”;

Nicolino Conti “zu niculinu”;

Santo Greco “Dalla”

Dal 1938 al 1945: Sospensione festeggiamenti San Giovanni Battista a causa del 2° conflitto mondiale

Nel 2005: Liberato D’Urso (ai remi)

Sebastiano Greco (rais molo)

Nicola Conti (pesce)

Salvatore Greco (rais barca)

Gianni Castorina (fiocina)

1980: Santo Valastro “bandiera” propone l’inclusione di un pesce vero (tonno/squalo/pesce spada) da issare in barca per l’ultima pesca


Confraternit san giovanni battista e commissione festeggiamenti
Confraternità San Giovanni Battista soltanto da una forte carica emotiva data dagli evidenti tratti folkloristici dei festeggiamenti o se la fede nel Santo Patrono di Acitrezza e nei suoi insegnamenti evangelici dei giovani trezzoti e futuri adulti del nostro paese va oltre i giorni di festa.eCommissione festeggiamenti

Esiste nella Parrocchia S. Giovanni Battista in Acitrezza da tempo immemorabile la Confraternita "S. Giovanni Battista".

La Confraternita "S. Giovanni Battista" si prefigge come scopo l'incremento di una vita cristiana più impegnata e l'animazione di spirito cristiano delle realtà quotidiane, avendo presente la grande figura di S. Giovanni Battista.

Per attuare tali finalità la Confraternita:- farà proprio il piano pastorale della Parrocchia;- farà si che la festa di S. Giovanni diventi un momento di autentica fede.


San giovanni battista ne i malavoglia
San Giovanni Battista soltanto da una forte carica emotiva data dagli evidenti tratti folkloristici dei festeggiamenti o se la fede nel Santo Patrono di Acitrezza e nei suoi insegnamenti evangelici dei giovani trezzoti e futuri adulti del nostro paese va oltre i giorni di festa.ne “I Malavoglia”

Antonio Guarnera



I documenti
I documenti Acitrezza

La petizione

La richiesta di contributo al Comune di Acicastello


La nota della Soprintendenza Acitrezzaper l’inizio dei lavori

La delibera comunale


Le immagini
Le immagini Acitrezza


I promotori
I promotori Acitrezza


La diretta internet della festa di san giovanni battista
La diretta internet della festa Acitrezzadi San Giovanni Battista

Giovanni Grasso


Le origini della diretta
Le origini della diretta Acitrezza

2000: Viene realizzato un sistema automatico di invio di foto istantanee su Internet.

2001 - 2004: il sistema viene trasformato inviando video e audio della festa in tempo reale.


Le visite della diretta
Le visite della diretta Acitrezza

più di 400 visite, con punte di 500 click, ogni anno in occasione della diretta web della festa


Diretta web 2005
Diretta web 2005 Acitrezza

Si sta tentando un aumento dei visitatori attraverso un sistema di decuplicare la trasmissione dei dati


Ringraziamenti
Ringraziamenti Acitrezza

Don Giovanni Mammino

Antonio Castorina

Mario Grasso

Dino Finocchiaro

Antonio Guarnera

Giovanni Grasso

Per le realizzazioni dei filmati

Francesco Valastro

Enrico Grasso

Per le poesie in onore a San Giovanni Battista

Sebastiano Giovanni Mirabella “Gianni ‘i Fina”


Grazie per l attenzione
GRAZIE PER L’ATTENZIONE Acitrezza

Parrocchia

San Giovanni Battista

Acitrezza

Associazione culturale


ad