La legionellosi nosocomiale l esperienza di alessandria
Sponsored Links
This presentation is the property of its rightful owner.
1 / 22

LA LEGIONELLOSI NOSOCOMIALE L’ESPERIENZA DI ALESSANDRIA PowerPoint PPT Presentation


  • 114 Views
  • Uploaded on
  • Presentation posted in: General

LA LEGIONELLOSI NOSOCOMIALE L’ESPERIENZA DI ALESSANDRIA. Grazia Lomolino Dario Pizzorno. La nostra esperienza. Come è cominciata I problemi Le soluzioni Gli scenari futuri. Andamento dei Casi. I problemi. VALUTAZIONE. Mappa Sistema Idrico (?) Andamento Cariche. Andamento UFC.

Download Presentation

LA LEGIONELLOSI NOSOCOMIALE L’ESPERIENZA DI ALESSANDRIA

An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Presentation Transcript


LA LEGIONELLOSI NOSOCOMIALEL’ESPERIENZA DI ALESSANDRIA

Grazia Lomolino

Dario Pizzorno


La nostra esperienza

Come è cominciata

I problemi

Le soluzioni

Gli scenari futuri


Andamento dei Casi


I problemi


VALUTAZIONE

  • Mappa Sistema Idrico (?)

  • Andamento Cariche


Andamento UFC


Andamento UFC


UFC Blocco1


UFC Blocco2


UFC Cardiologia


UFC Geriatria


UFC Ostetricia


Distribuzione % degli isolati

Distribuzione % degli isolati


SINTESI PROBLEMATICHE IMPIANTO IDRICO


Le Soluzioni (Bonifica meccanica)

A cadenza trimestrale

Bonifica meccanica dei serbatoi di accumulo:

  • Svuotamento

  • Rimozione biofilm

  • Risciacquo con ipoclorito di sodio al 10% circa


Le Soluzioni (Shock Termico)

Su richiesta della Direzione:

  • Programmazione Intervento

  • Comunicazione ai reparti

  • Innalzamento massimo T° nei serbatoi di accumulo

  • Effettuazione flushing per 30 min. con controllo T° ai rubinetti


Le soluzioni (Iperclorazione Shock)

Su richiesta della Direzione:

  • Programmazione Iperclorazione shock con concentrazioni 20-50 mg/l

  • Comunicazione ai Reparti

  • Effettuazione clorazione con protocollo

  • Titolazione cloro residuo ai rubinetti e verifica degli scostamenti

  • Ripotabilizzazione acqua

  • Titolazione cloro residuo (0,2-1 mg/l)


Le soluzioni (Ionizzazione)

Nel marzo 2002 viene montato il 1° Ionizzatore Cu-Ag

  • Controllo periodico legionelle

  • Titolazione colorimetrica Ioni

  • Potenziamento dell’impianto

  • Titolazione Ioni con assorbimento atomico


Quanto è costato?

LABORATORIO – 70.000 €

FILTRI - 200.000 €

IONIZZATORE – 100.000 €

IMPIANTO IDRICO :

  • Rifacimento distribuzione orizzontale 900.000 €

  • Manutenzione

    100.000 €

    RUBINETTERIE-10.000 €

    RISARCIMENTO – 400.000 €


Per il Prossimo futuro

  • Riduzione del ristagno dell’acqua ( nuova rete idrica orizzontale entro il 2005)

  • Aumento dell’efficacia degli shock termici(potenziamento degli scambiatori di calore)

  • Valutazione efficacia Ioni con metodi di misurazione di riferimento


CONCLUSIONI

  • Primo tentativo di verifica delle pratiche di decontaminazione

  • Controversia sul valore predittivo dei risultati delle colture

  • Controversia sui metodi decontaminazione short-term e long-term

  • Cloro-T° successo nel breve periodo

  • Ruolo Ionizzatore non ancora ben determinato

  • Tasso di successo dei diversi approcci non ancora ben determinato

  • No correlazione tra cariche e andamento casi

  • Importante la componente organizzativa e di coordinamento


GRAZIE


  • Login