Estrazione del dna del kiwi e della banana
Download
1 / 28

Estrazione del DNA del kiwi e della banana - PowerPoint PPT Presentation


  • 368 Views
  • Uploaded on

Estrazione del DNA del kiwi e della banana. Tortando scientifico. La ricetta. 100 g di polpa di kiwi o banana 3 g di sale fino 10 ml detersivo liquido Succo di ananas q.b. Acqua q.b. Alcool freddo q.b. Ghiaccio q.b. •. GLI INGREDIENTI.

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about ' Estrazione del DNA del kiwi e della banana' - bran


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript

La ricetta
La ricetta

  • 100 g di polpa di kiwi o banana

  • 3 g di sale fino

  • 10 ml detersivo liquido

  • Succo di ananas q.b.

  • Acqua q.b.

  • Alcool freddo q.b.

  • Ghiaccio q.b.

GLI INGREDIENTI


La ricetta1
La ricetta

  • Termometro

  • Pentola per il bagnomaria

  • Colino

  • Beuta da 250 ml

  • Bacchetta agitatrice

  • Cilindri graduati

  • Siringhe senza ago ( 10 e 5 ml)

GLI STRUMENTI



La continuit i diversi a pprocci
La continuità: i diversi approcci

Per le prime classi si tratta di preparare una “pozione magica”.

Per gli alunni della secondaria si tratta di verificare la riuscita dell’esperienza.


Il procedimento
Il procedimento

Il DNA è contenuto nel nucleo delle cellule del kiwi e della banana. Per liberarlo, è necessario demolire le membrane cellulari e quelle del nucleo. Poichè queste membrane sono costituite da molecole ricche di grassi, basterà scioglierle usando del detersivo liquido. Useremo anche un po' di sale che ha la funzione di facilitare l'eliminazione delle proteine su cui è avvolto il DNA (gli istoni)






Versiamo il detersivo nella soluzione salina
Versiamo il detersivo nella soluzione salina

Cerchiamo di non produrre schiuma




Preparazione della poltiglia per separare le cellule le une dalle altre ed esporle direttamente all'azione della soluzione di estrazione.

  • Sbucciamo il kiwi

e ne schiacciamo la polpa con la forchetta


Pesiamo la polpa schiacciata
Pesiamo dalle altre ed esporle direttamente all'azione della soluzione di estrazione la polpa schiacciata

100 g


Prepariamoci ad estrarre il dna
Prepariamoci ad estrarre il DNA dalle altre ed esporle direttamente all'azione della soluzione di estrazione

Ora è necessario demolire le membrane cellulari e quelle del loro nucleo per liberare il DNA.

La poltiglia, immersa nella soluzione di estrazione, verrà portata a 60°C per accelerare e favorire il processo, oltre che per disattivare certi enzimi che potrebbero degradare il DNA.

Dopo 15 minuti dobbiamo però togliere la beuta dal bagnomaria a 60° (mantenuti costanti) perché il DNA comincia a degradarsi frammentandosi. Questa è la ragione per cui bisogna raffreddare immediatamente la poltiglia nel ghiaccio.


Versiamo la soluzione d’estrazione nella poltiglia…… dalle altre ed esporle direttamente all'azione della soluzione di estrazione

..oppure la poltiglia nella soluzione


Immergiamo la beuta nell acqua a 60 c per 15 minuti
Immergiamo la beuta nell’acqua a 60°C per 15 minuti dalle altre ed esporle direttamente all'azione della soluzione di estrazione

KIWI

BANANA


Controlliamo costantemente la temperatura dell acqua
Controlliamo dalle altre ed esporle direttamente all'azione della soluzione di estrazione costantemente la temperatura dell’acqua

60° C !

60° C !


Trascorsi i 15 minuti immergiamo la beuta nel ghiaccio
Trascorsi i 15 minuti immergiamo la beuta nel ghiaccio. dalle altre ed esporle direttamente all'azione della soluzione di estrazione

5 minuti


Filtriamo con attenzione e raccogliamo un liquido ricco di DNA, separato dai residui cellulari e dagli altri tessuti del frutto che rimangono nel colino.

KIWI

BANANA


RESIDUI DEL KIWI DNA, separato dai residui cellulari e dagli altri tessuti del frutto che rimangono nel colino

RESIDUI DELLA BANANA

Filtrato della banana

Filtrato del kiwi


Rimozione delle proteine
RIMOZIONE DNA, separato dai residui cellulari e dagli altri tessuti del frutto che rimangono nel colino DELLE PROTEINE

Ora cercheremo di ottenere un DNA più puro, allontanando gli istoni

che sono le proteine intorno alle quali è avvolto il DNA.

Per allontanarle, si possono usare enzimi proteolitici, quale per esempio

la “proteasi“, che però non sono facili da reperire.

Visto che il nostro desiderio è quello di far ripetere questo esperimento

anche a casa, abbiamo sostituito la proteasi con il succo di ananas che

contiene la bromelina, una sostanza capace di demolire le proteine negli

amminoacidi di cui sono composte facilitandone quindi l'eliminazione.


A tutto succo
A tutto succo!!!! DNA, separato dai residui cellulari e dagli altri tessuti del frutto che rimangono nel colino

Preleviamo 3 cc di succo di ananas

e li uniamo a 15 cc di soluzione filtrata


Finalmente evidenziamo il dna
Finalmente evidenziamo il DNA DNA, separato dai residui cellulari e dagli altri tessuti del frutto che rimangono nel colino

ll DNA è molto solubile nell’acqua, dove non si vede, ma è insolubile nell’alcool, nel quale precipita diventando quindi visibile.

Quindi aggiungiamo alcool gelato alla soluzione presente nella provetta, per vedere il DNA.


Versiamo lentamente nella provetta l’alcool freddo e cerchiamo di evitare che si mescoli con il filtrato. La quantità dell’alcool deve essere pari alla quantità di filtrato.

KIWI

BANANA


Aspettiamo cerchiamo di evitare che si mescoli con il filtrato. La quantità dell’alcool deve essere pari alla quantità di filtrato. 5 minuti per consentire al DNA di precipitare e raccogliersi tra l’alcool e il filtrato sottostante

.


Finalmente
FINALMENTE cerchiamo di evitare che si mescoli con il filtrato. La quantità dell’alcool deve essere pari alla quantità di filtrato.!!!

Ora possiamo vedere una sostanza bianchiccia, la cui quantità tende ad aumentare.

Si tratta del DNA della frutta.

All'interno di questa massa ci sono numerose bollicine d'aria. Ciò è dovuto al fatto che l'alcool ha assorbito gas mentre era nel congelatore ed ora, riscaldandosi, lo espelle.


ad