Download
1 / 16

diapositiva 1 - PowerPoint PPT Presentation


  • 134 Views
  • Uploaded on

Scopa gentile ( Erica scoparia ) Descrizione: Arbusto sempreverde alto al massimo 2,5 m. Foglioline lineari a margini revoluti, racemi radi terminanti con un ciuffo di foglioline. Fiori penduli con corolla verdastra campanulato-ovoide. Fioritura in aprile-giugno.

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about 'diapositiva 1' - betty_james


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
Slide2 l.jpg

Scopa gentile (Erica scoparia)

Descrizione: Arbusto sempreverde alto al massimo 2,5 m. Foglioline lineari a margini revoluti, racemi radi terminanti con un ciuffo di foglioline. Fiori penduli con corolla verdastra campanulato-ovoide. Fioritura in aprile-giugno.

Ambiente: E' costituente importante della macchia mediterranea sempreverde (densa comunità arbustiva in prevalenza di sclerofille) nei suoi stati di degradazione sino alla gariga (prati aridi con copertura molto discontinua di arbusti nani sempreverdi). Tali formazioni vegetali non sono da considerarsi uno stadio naturale definitivo in quanto sono il risultato del pascolo, incendio, taglio frequente, erosione del suolo sulle vere formazioni stabilizzate mediterranee (boschi di sclerofille o di conifere).

Uso: I rami, come dice il nome, sono utilizzati per farne scope.


Slide3 l.jpg

Cerro (Quercus cerris)

Descrizione: Albero alto fino a 30-35 m, caducifoglio. Foglie alterne, semplici, coriacee, inciso-lobate, più o meno pubescenti sotto, fiori maschili in amenti cilindrici lassi e penduli lunghi fino a 8 cm, i femminili a gruppi di 2-5: fioritura aprile-maggio. Frutto ad achenio (ghianda) con cupula con squame lineari e lunghe.

Ambiente: Forma boschi puri (cerrete) o misti di latifoglie. Si associa spesso coi castagno, in situazioni più fresce e mesotile, in altre situazioni, più termofile, forma consorzi misti con la roverella, il carpino nero, gli aceri minore e campestre, l'orniello.

Uso: Di notevole pregio ornamentale per la gradevolezza dell’aspetto e dell’odore. Legno molto duro e di pregio per la tornitura. La legna è ottima da ardere e per far carbone.


Slide4 l.jpg

Sorbo domestico (Sorbus domestica)

Descrizione: Albero caducifoglio alto fino a 20 m. Foglie alterne, imparipennate con 6-10 paia di foglioline ovali o lanceolate a margine dentato, acute all'apice, glabre sopra e tormentose sotto. Fiori numerosi in corimbi terminali, di colore bianco: fiorisce in maggio. Frutti a pomo piriforme, lungo 2-4 cm, polpa dolce.

Ambiente: Specie distribuita nell'Europa meridionale.

Uso: Il legno è duro ed elastico e veniva usato per realizzare parti meccaniche quali ad esempio le viti per torchi, nonché manici per utensili rurali e domestici. Viene attualmente usato per lavori al tornio e intaglio. I frutti sono commestibili.


Slide5 l.jpg

Corbezzolo (Arbutus unedo)

Descrizione: Alberello sempreverde alto sino a 12 m. Foglie alterne, semplici, ovato-lanceolate, a margini crenato-seghettati, lucide. Fiori in racemi penduli, bianchi, con corolla urceolata; fiorisce da ottobre a marzo. Frutti a bacca sferica, verrucosa, edule.

Ambiente: Tipica pianta della regione mediterranea. Si trova dominante nella macchia a corbezzolo, più frequentemente è componente della lecceta ove si associa con altri elementi termofili quali ad esempio erica, alloro, mirto, lentisco, leccio.

Uso: Il legno, duro e compatto, si usa per paleria e come combustibile, sia bruciato direttamente che per fare carbone.


Slide6 l.jpg

Nocciolo (Corylus avellana)

Descrizione: Alberello caducifoglio alto fino a 7 m. Foglie semplici, alterne, largamente ovali, a margine dentato, apice acuminato, sparsamente pelose sopra e tormentose sotto. Fiori maschili in amenti cilindrici lunghi 6-8 cm che compaiono in autunno; fiori femminili simili a gemme, in piccoli gruppi, compaiono in inverno. Frutto ad achenio globoso, protetto da un involucro erbaceo campanulato a margine laciniato, con pericarpo legnoso ed endocarpo carnoso e oleoso.

Uso: Specie coltivata per le nocciole sia per il consumo alimentare diretto che per l'estrazione dell'olio usato dall'industria alimentare. Il legno, non particolarmente duro, è molto elastico e si usa per paleria e per lavori di torneria ed intarsio. Il carbone è usato come combustibile, ma anche per preparare la polvere pirica e i carboncini per le matite. Le foglie sono usate come foraggio per pecore e capre.


Slide7 l.jpg

Roverella (Quercus pubescens)

Descrizione: Albero alto fino a 20-25 m, caducifoglio (defogliazione tardiva); foglie alterne, semplici, lobate al margine, più o meno tormentose sotto. Fiori maschili in amenti lassi e penduli, femminili a gruppi di 2-4; fioritura in aprile-maggio. Frutto ad achenio (ghianda) con cupula piccola e con squame appressate e piccole.

Ambiente: Termofila, xerofila, basofila; forma boschi puri o misti con cerro, leccio, aceri,orniello, carpino nero. Sono boschi frequentemente degradati su suoli superficiali e in zone siccitose.

Uso: Per la sua frugalità è spesso utilizzata per rimboschire pendii calcarei. Il legno è meno pregiato di quello della rovere in quanto di più difficile lavorazione (ha fibre meno dritte), viene usato per travature edili e costruzioni navali.


Slide8 l.jpg

Ginestra comune

Spartium juceum

Descrizione: Arbusto eretto, scopiforme, ramificato, di solito senza foglie con infiorescenze terminali. Fiori gialli profumati. Rami verde-glauchi che cadono all’inizio dell’estate.

Legumi di 7-8 cm neri e glabri a maturità.

Ambiente: Pendii secchi e soleggiati.

Uso: Ornamentale


Slide9 l.jpg

Ginestra dei carbonai

Cytisus scopariusDescrizione: Arbusto alto fino a 2-3 m. Foglie piccole e precocemente caduche. Fusti verdi a 5 costole, spesso senza foglie, fiori gialli caratteristici. Frutto a legume nero.

Ambiente: Castagneti, cerrete, leccete. Luoghi aperti e soleggiati, sabbiosi o rocciosi, meno comunemente ai margini dei boschi e boscaglie. Suolo acido.

Uso: Ornamentale


Slide10 l.jpg

Mirto, mortella (Myrtus communis)

Descrizione: Arbusto o alberello sempreverde alto fino a 5 m. Foglie semplici opposte o verticillate a 3, ovato-lancéolate, con apice acuminato, verde-scure e lucide sopra, più pallide e opache sotto, molto odorose. Fiori bianchi con molti stami: fioritura da luglio a settembre. Frutto a bacca di forma allungata e sormontata dai residui dei carpelli.

Ambiente: E’ pianta della regione mediterranea, frequentissima sui litorali, rara nell'interno. Si ritrova frequentemente nelle macchie in associazione con il lentisco, la ginestra di Spagna, l'erica, la fillirea, l'alaterno, l'asparago.

Uso: Di notevole pregio ornamentale per la gradevolezza dell'aspetto e dell'odore. Legno molto duro e di pregio per la tornitura. La legna è ottima da ardere e per far carbone.


Slide11 l.jpg

Viburno, lentaggine, laurotino (Viburnum tinus)

Descrizione: Arbusto sempreverde alto al massimo 2 m. Foglie ovato-ellittiche, coriacee, verde-scure sopra, più pallide sotto. Fiori bianchi in corimbi terminali, fioritura febbraio-maggio. Frutti a drupa di colore grigio-azzurra con riflessi metallici.

Ambiente: Si ritrova nel sottobosco delle leccete; si associa al corbezzolo, all'asparago, al pungitopo e a molte piante lianose quali l’edera, lo strappaborse (Smilax aspera), la elematide.

Uso: E’ molto usata come pianta ornamentale sia isolata che a formare siepi. I frutti sono tossici.


Slide12 l.jpg

Orniello (Fraxinus ornus)

Descrizione: Albero caducifoglio alto fino a 25 m., foglie opposte, imparipennate, con 2-4 coppie di foglioline ovato-lanceolate, dentellate ai margini, glabre sopra, pubescenti sotto. Fiori a petali bianchi in racemi terminali; fiorisce in aprile-giugno. Frutto ad achenio alato (samara).

Ambiente: Specie termofila e xerofila, ama terreni calcarei. Si trova nei boschi misti di latifoglie (querceti, castagneti). La formazione più tipica ove troviamo questa pianta è comunque l’orno-ostrveto, nella quale l'orniello forma boschi nei quali è dominante assieme al carpino nero.

Uso: Il legno ha proprietà simili a quelle del frassino; semiduro e facile da lavorare, è resistente ed elastico. Veniva usato dai carradori, ma anche dai falegnami nella fabbricazione dei mobili. Alcune varietà vengono coltivate nel meridione per la produzione della manna, sostanza zuccherina utilizzata dall'industria dolciaria, derivata dalla linfa secreta dai tronchi incisi.


Slide13 l.jpg

Pianta Ginepro (Juniperus communis)

Descrizione: Arbusto sempreverde, alto 1-3 m (eccezionalmente fino a 10 m); foglie aghiformi, pungenti: coccole globoidi (galbuli), verde-bluastre. Produce il polline a febbraio-aprile.

Ambiente: Pascoli e boschi aridi, dal mare fino ai limiti della vegetazione forestale montana. Vivendo in luoghi aridi su pendii mobili e stabili ne favorisce il consolidamento.

Uso: Ha un legno molto duro e lavorabile al tornio, è quindi apprezzato in ebanisteria. I galbuli sono usati per aromatizzare sia in cucina che nella liquoreria (gin). Nel medioevo i rami venivano bruciati per affumicare e conservare i prosciutti.


Slide14 l.jpg

AIOLA DELLE FIORITURE

Alyssum saxatiie Brassicaceae

Piccolo suffrutice. Fiori in pannocchie, di colore giallo. Esistono varie cv. Fiorisce in primavera.

Pieno sole. Non resiste a forti gelate. Predilige terreni calcarei, ma si adatta a tutti.

Aster amellus Asteraceae

Erba perenne a cespuglio. Fiori simili a margherite. Numerose cv. Fiorisce fine estate-autunno.

Pieno sole. Buona resistenza al freddo. Terreno ricco e ben drenato.

Bellis perennis (nelle varie cv.) Asteraceae

Erba perenne (annua nelle cv.). Tipica margheritina. Fiorisce in primavera-estate.

Pieno sole o mezz'ombra. Sopporta discretamente il freddo. Si adatta a tutti i terreni.

Narcissus pseudonarcissus Amaryllidaceae

Buibosa perenne spogliante. Esistono molte cv. Fioritura ad inizio primavera.

Mezz'ombra. Resiste bene al gelo. Terreni di qualsiasi tipo, ricchi di humus.

Primula polyantha Primulaceae

Pianta annuale. Fiori di vari colori. Numerose cv.

Mezz'ombra. Non sopporta geli. Terriccio lievemente acido, in miscela di terricchio di bosco, torba e sabbia.

Chrysanthemum indicum (irbidi orticoli) Asteraceae

Suffrutice perenne. Va scelta una varietà da piena terra e più rustica possibile. Fiorisce in autunno, inverno.

Posizioni aperte, luminose. Terreno argiIloso e ricco di humus. Molto sensibile a numerose avversità.

Crocus sp. Iridaceae

Bullbosa. Fioritura fine inverno-inizio primavera.

Posizione luminosa o di mezz'ombra. Sopporta molto bene il gelo. Bene tutti i tipi di terreno.

Iris unguicularis Iridaceae

Perenne rizomatosa. Fioritura inverno- primavera.

Pieno sole o mezz'ombra. Resiste al gelo. Terreni calcarei, argillosi, poveri. Non necessita annaffiature.


Slide15 l.jpg

AIOLA DELLE PIANTE AROMATICHE

Foeniculum vulgare (finocchio) Apiaceae

Da coltivare la specie perenne in suoli drenati in pieno sole

Helichrysum italicum Asteraceae

Pieno sole.

Lavandula angustifolia Lamiaceae

Pieno sole.

Mentha piperita Lamiaceae

Abbondanti annaffiature, in pieno sole o mezz'ombra

Origanum vulgare Lamiaceae

Pieno sole.

Rosmarinus officinalis Lamiaceae

Pieno sole.

Salvia officinalis Lamiaceae

Pieno sole.

Santolina marchii Asteraceae

Pieno sole.

Thyfflus vulgaris Lamiaceae

Pieno sole.


Slide16 l.jpg

Aiola del gusto

Allium sativum (come condimento) Aglio Liliaceae

Allium ursinum (medicina empirica)

Semina a marzo

Ocimum basilicum Basilico Labiatae

Semina a febbr/mar, raccolta a apr/magg

Vicia faba major Fava Leguminosae

Semina a febbr/mar

Matricaria chamomilla Camomilla Compositae

Daucas carota Carota Umbrelliferae

Semina a genn/ago, raccolta a 3/4 mesi dopo la semina

Allium cepa Cipolla Liliaceae

Inverno primavera/estate

Taraxicum officinale Dente di leone Compositae

Allium scorodoprasum Erba cipollina Liliaceae

Foeniculum capillaceum Finocchio Umbrelliferae

Semina a marzo/apr, raccolta a luglio

Fragaria vesca Fragola Rosaceae

Semina a marzo

Rubus idaeus Lampone Rosaceae

Malva silvestris Malva Malvaceae

Rubus fruticosus Mora Rosaceae

Pisum sativum Pisello Leguminosae

Semina a ott/marzo

Cicorium intybus Radicchio Compositae

Semina tutto l'anno, raccolta tutto l'anno

Raphanus raphanistrum Ravanello Cruciferae

Semina a genn a marzo

Eruca sativa Rucola Cruciferae

Semina a primavera

Apium graveolens Sedano Umbrelliferae

Semina a aprile, raccolta a giugno

Semina a febbr/apr, raccolta a primavera/estate

Thymus serpyllum Timo Labiatae