PATOLOGIE FUNZIONALI DEL COLON
This presentation is the property of its rightful owner.
Sponsored Links
1 / 69

OBIETTIVI DELLA LEZIONE PowerPoint PPT Presentation


  • 130 Views
  • Uploaded on
  • Presentation posted in: General

PATOLOGIE FUNZIONALI DEL COLON. OBIETTIVI DELLA LEZIONE. Apprendere epidemiologia e basi fisiopatologiche delle patologie funzionali del colon Individuare i percorsi diagnostici. SINDROME dell'INTESTINO IRRITABILE (IBS) Epidemiologia: 15-20% popolazione adulta occidentale F> M

Download Presentation

OBIETTIVI DELLA LEZIONE

An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Presentation Transcript


Obiettivi della lezione

PATOLOGIE FUNZIONALI DEL COLON

OBIETTIVI DELLA LEZIONE

  • Apprendere epidemiologia e basi fisiopatologiche delle patologie funzionali del colon

  • Individuare i percorsi diagnostici


Obiettivi della lezione

SINDROME dell'INTESTINO IRRITABILE (IBS)

Epidemiologia:

15-20% popolazione adulta occidentale

F> M

Motivo più frequente di visita specialistica (ca 30%)!

Elevata spesa sanitaria e assenze lavorative


Obiettivi della lezione

  • SINDROME dell' INTESTINO IRRITABILE

  • CRITERI DIAGNOSTICI (Roma III)

  • Dolore o fastidio* addominale ricorrente per almeno 3 giorni al mese negli ultimi 3 mesi associato a 2 o più dei seguenti sintomi:

    • alleviato dalla evacuazione, oppure

    • Esordio associato ad alterazione della frequenza dell'alvo, oppure

    • Esordio associato ad alterazioni della consistenza delle feci

  • Criteri soddisfatti per gli ultimi 3 mesi

    con esordio almeno 6 mesi prima della diagnosi

  • *(Discomfort) NON è dolore!

  • (Roma III, Gastroenterology 2006;130:1480-1491)


Obiettivi della lezione

SINDROME dell'INTESTINO IRRITABILE

  • CLINICA: SOTTOGRUPPI DI PAZIENTI

    • prevalente dolore e stipsi

    • prevalente diarrea

    • quadri misti

Misto

Diarrea

Stipsi


Obiettivi della lezione

SDR INTESTINO IRRITABILE

Dolore

Stipsi

Gonfiore

Diarrea

Alvo alterno

(stipsi/diarrea

ASSOCIATI AD

ALTERAZIONI ALVO


Obiettivi della lezione

DISPEPSIA

FUNZIONALE

Sdr INTESTINO

IRRITABILE

Dolore

Bruciore

Dolore

Digestione

lenta

Gonfiore

Stipsi

Nausea

Ripienezza

Diarrea

Fastidio

(“discomfort”)

Alvo alterno

Gonfiore


Obiettivi della lezione

DISPEPSIA

FUNZIONALE

Sdr INTESTINO

IRRITABILE

Dolore

Bruciore

Dolore

Digestione

lenta

Gonfiore

Stipsi

Nausea

Ripienezza

Alvo alterno

Diarrea

Fastidio

(“discomfort”)

QUADRI MISTI!!


Obiettivi della lezione

SINDROME dell'INTESTINO IRRITABILE

ETIOPATOGENESI

Infezioni GI

(30% SII post-infettivo)

Alterazioni flora

batterica intestinale

Fattori

“genetici”/familiarità

Alterata motilità

CAUSE ?

“Traumi” psichici

Stress

Aumento

sensibilità viscerale


Obiettivi della lezione

SDR INTESTINO IRRITABILE - CAUSE

IL-1

Serotonina

Istamina

INFEZIONI

  • Incompleta risoluzione del processo infiammatorio acuto

  • Persistenza basso grado infiltrato infiammatorio

  • Alterazioni funzione mucosa (secrezione)

  • Alterazioni persistenti Sist Nerv Enterico / musc liscio (motilità)

  • Alterata sensibilità viscerale

DIARREA

STIPSI

DOLORE


Obiettivi della lezione

SDR INTESTINO IRRITABILE POST-INFETTIVO

  • 30 % dei casi di Sdr intestino irritabile

  • Esordio dopo infezione acuta

  • - batterica: [Campylobacter, Shigella > Salmonella]

  • - virale

  • Quadro clinico: soprattutto diarrea, gonfiore, dolori addominali

  • Fattori di rischio: genere femminile, lunga durata diarrea, assenza di vomito, tratto ansioso

  • Storia naturale: dopo 6 anni 43% guarigione

9-29% gastroenteriti acute  PI-IBS

Neal KR et al, Gut 2002

Spiller RC et al, Gastroenterology 2003


Obiettivi della lezione

ALTERAZIONE DELLA FLORA BATTERICA INTESTINALE

  • Diminuzione diBifidobacterium e aumento di Enterobacteriace

  • Esame delle feci: pazienti con IBS hanno maggior instabilità nella composizione della microflora intestinale

  • Maggior prevalenza di overgrowth batterica nel piccolo intestino  Breath test al lattulosio

  • Nei pazienti con overgrowth batterica  beneficio con trattamento antibiotico


Obiettivi della lezione

CRF

Catecolamine

ACTH

Glucocorticoidi

STRESS FISICO /

PSICOLOGICO

STRESS:

situazione che minaccia l'omeostasi o il benessere dell'organismo e produce una reazione difensiva


Obiettivi della lezione

SDR INTESTINO IRRITABILE - CAUSE

“BRAIN-GUT AXIS“

STRESS-TRAUMI PSICHICI

Modelli sperimentali di stress :

Prove di concentrazione

Stimolo doloroso somatico

Alterazioni motilità

Aumento secrezione

Dolore, gonfiore

Diarrea

Stipsi


Obiettivi della lezione

SDR INTESTINO IRRITABILE - CAUSE

STRESS-TRAUMI PSICHICI

  • Esordio spesso dopo evento stressante (perdita affettiva, lavorativa), cambiamento improvvisi abitudini vita

  • Storia di pregressi traumi psico-fisici (IBS dopo molti anni):

  • - abusi sessuali (ca 30-40% pz con IBS in USA ),

  • - reduci campi concentramento

  • Interventi chirurgici “con impatto psicologico” (10 % donne dopo isterectomia)

NB:

Sdr Intestino Irritabile NON è indicativa di esperienze traumatiche!

(evitare anamnesi troppo “invadenti”, il pz va seguito nel tempo)


Obiettivi della lezione

SDR INTESTINO IRRITABILE - CAUSE

IPERSENSIBILITA’ VISCERALE

PET

RMN

Distensione

rettale

SINTOMI

Dolore, urgenza defecazione

SINTOMI

Sogg sano IBS


Obiettivi della lezione

Dolori addominali, diarrea e/o stipsi

CHE FARE?

Es bioumorali?

Esami strumentali?


Obiettivi della lezione

%

% dolore

Distensione (mL)

Distensione 40 mmHg

SENSIBILITÀ VISCERALE

Ohman & Simrén, Dig Liv Dis 2007


Obiettivi della lezione

SINDROME dell'INTESTINO IRRITABILE

DIAGNOSI

ANAMNESI: definizione sintomi (modalità di insorgenza, durata, relazione con pasti/evacuazione),

EO. Dolorabilità addominale quadranti inferiori, corda colica, meteorismo

NON SPECIFICO !!

DIAGNOSI CLINICA o DI ESCLUSIONE (Roma II)

MA

ATTENZIONE SE SINTOMI e/o SEGNI DI ALLARME!


Obiettivi della lezione

!

ALLARME

  • ETA' (> 40)

  • INSORGENZA RECENTE

  • SANGUE NELLE FECI

  • FEBBRE

  • VOMITO

  • SINTOMI NOTTURNI

  • CALO PONDERALE

  • FAMILIARITA'

INDAGARE!!!


Obiettivi della lezione

  • SINDROME dell'INTESTINO IRRITABILE

  • Es. BIOUMORALI: Emocromo con formula: normale

    • Indici di flogosi (VES, PCR) negativi

  • Sideremia: normale

  • IgE e RAST (se allergie!): neg

  • Anti trans glutaminasi: neg

  • Es colturale e parassitologico delle feci: neg

  • Test permeabilità intestinale : normale

  • Test intolleranza Lattosio:neg

  • ES STRUMENTALI

  • Valutazione ginecologica !!: neg

  • Colonscopia con biopsie:neg, oppure

  • Clisma Opaco a DC:"colon spastico", dolicocolon


  • Obiettivi della lezione

    STIPSI - DEFINIZIONE

    FREQUENZA

    CONSISTENZA FECI

    feci dure o caprine

    DIFFICOLTA' EVACUAZIONE

    incompleta, sforzo,

    manovre manuali

    < 2 evacuazioni/settimana

    > 25% evacuazioni

    Gastroent Int 1991


    Obiettivi della lezione

    STIPSI

    DIMENSIONE DEL PROBLEMA

    • USA prevalenza 2-28 %

    • M:F  1:10 (ormoni?)

    10.018 soggetti: intervista telefonica

    STIPSI in 14.7 %

    Stewart WF Am J Gastro 1999


    Obiettivi della lezione

    STIPSI

    CLASSIFICAZIONE

    IDIOPATICA:

    alterazioni funzionali colon e/o retto

    SECONDARIA:

    cause strutturali, malattie sistemiche, farmaci


    Obiettivi della lezione

    STIPSI SECONDARIA

    • Patologie organiche intestinali: neoplasie, stenosi infiammatorie

    • Malattie metaboliche: diabete, ipotiroidismo, IRC, amiloidosi

    • Malattie del collagene: sclerodermia

    • Malattie neurologiche: Parkinson, -ismi, sclerosi multipla,

    • acc cerebrovascolari, lesioni spinali

    • Disturbi psichiatrici: depressione

    • Farmaci, tossici (Pb)


    Obiettivi della lezione

    FARMACI ASSOCIATI A STIPSI

    • Oppiacei

    • Anticolinergici

    • Calcio antagonisti

    • Antiparkinson

    • Simpaticomimetici

    • Neurolettici

    • Diuretici

    • Antistaminici

    • Antiacidi (calcio)

    • Calcio, ferro

    • Antidiarroici

    • FANS


    Obiettivi della lezione

    • Anamnesi: durata, abitudini, dieta, sangue feci, farmaci, pat. sistemiche, int. chirurgici-ginecologici

    • EO + ispezione perineo + ER

    • Es bioumorali: emocromo, T3, T4, TSH, glicemia,

    • creatinina, Ca++

    STIPSI: DIAGNOSI 1° livello

    < 40 aa

    no sintomi di allarme

    > 40 aa

    o sintomi di allarme

    RX CODC

    ± RSS

    COLONSCOPIA

    AGA, Gastro 2000;1761-1778


    Obiettivi della lezione

    !

    COLONSCOPIA

    ALLARME ?

    (rischio neoplasia)

    INSORGENZA RECENTE

    SANGUE NELLE FECI (emorroidi??)

    ETA' (> 40)

    CALO PONDERALE

    FAMILIARITA'


    Obiettivi della lezione

    STIPSI FUNZIONALE

    Criteri di ROMA III (2006)

    • 2 o più dei seguenti criteri:

      • Sforzo

      • Feci di aumentata consistenza o caprine

      • Sensazione di evacuazione incompleta

      • Sensazione di ostruzione anorettale

      • Necessità di manovre manuali

      • < 3 evacuazioni/settimana

    • MAI diminuita consistenza delle feci

    • Insufficienti criteri per diagnosi di IBS

      Criteri soddisfatti per gli ultimi 3 mesi

      con esordio almeno 6 mesi prima della diagnosi

    > 1/4

    evacuazioni

    (Roma III, Gastroenterology 2006;130:1480-1491)


    Obiettivi della lezione

    STIPSI FUNZIONALE: ALTERAZIONI MOTILITA' COLO-RETTALE

    RALLENTATO TRANSITO

    del contenuto colico dal colon prossimale al retto

    ALTERATA ESPULSIONE

    difficoltà nell'evacuazione del contenuto fecale

    ed accumulo nel retto


    Obiettivi della lezione

    DIAGNOSI

    (2° -3° LIVELLO)

    TEMPI DI TRANSITO COLICO

    Transito di marcatori radioopachi con radiogrammi successivi (normale: 80% markers nel retto <96h)

    MANOMETRIA ANORETTALE

    Studio funzione contrattile e sensibilità rettale

    DEFECOGRAFIA

    Studio radiologico dinamico della defecazione


    Obiettivi della lezione

    Frequenza normale o aumentata

    Evacuazione con sforzo o incompleta

    Manovre manuali

    Ridotta frequenza stimolo ed evacuazioni

    Feci di consistenza aumentata

    Gonfiore, dolore (IBS!)

    DIAGNOSI DIFFERENZIALE

    TRANSITO ESPULSIONE


    Caso clinico 1

    CASO CLINICO 1

    F.G., donna 42 aa


    Obiettivi della lezione

    F.G. viene nei nostri ambulatori

    per una visita gastroenterologica:

    Da almeno 20 anni ha una storia di dolori addominali ricorrenti, nausea, astenia.

    L’alvo è alterno e il peso non si è modificato.

    Per questi disturbi non riesce ad avere una vita normale e vuole che “ il medico trovi al più presto la causa dei suoi sintomi e una soluzione per venirne a capo”.


    Obiettivi della lezione

    Spesso si è recata al Pronto Soccorso o ha chiesto di essere ricoverata.

    Ha già effettuato una EGDS, una colonscopia uno studio radiologico del tenue: sono tutti risultati negativi.

    Sempre nel corso dei ricoveri ha effettuato una TAC e una ecografia pelvica che non hanno evidenziato una causa certa dei suoi disturbi.

    Circa 3 anni fa si è sottoposta a colecistectomia pur in assenza di calcoli.


    Obiettivi della lezione

    In una occasione è stata inviata per una consulenza psichiatrica che tuttavia dopo un approfondito colloquio non ha trovato aspetti patologici se si eccettua una sindrome

    ansiosa.


    Tutti i suoi esami bioumorali sono normali patologia organica patologia funzionale

    Tutti i suoi esami bioumorali sono normali

    PATOLOGIA ORGANICA?

    PATOLOGIA FUNZIONALE?


    Obiettivi della lezione

    Caso clinico 2

    Michela, 45 anni

    Arriva al nostro ambulatorio perché da circa 1 anno presenta:

    - dolore addominale (“sento che tutto l’intestino si stringe”) in epigastrio, ipocondro destro e fianco/fossa iliaca sx, meteorismo, meglio dopo defecazione

    - alvo alterno, quanto ha stipsi e non riesce a scaricare usa lassativi osmotici

    - saltuariamente, quando evacua con sforzo, vede sangue rosso vivo che “sporca la carta”


    Obiettivi della lezione

    Caso clinico 2

    Michela, 45 anni

    • A. Patologica Remota

    • - Appendicectomia a 15 aa

    • 2 gravidanze, parto naturale

    • Incidente stradale  distorsione rachide a 40 aa

    • A.Fisiologica

    • Appetito buono, dieta limitata (“mangia male perché non ha tempo”), 1 caffè, ex-fumatrice, BMI 28


    Obiettivi della lezione

    Caso clinico 2

    Michela, 45 anni

    • Familiare

    • Madre, 75 aa, vivente, stipsi, DMID, IPA

    • Padre, deceduto a 72 per IMA

    • Sorella, 58 aa, vivente, K mammella

    • Fratello, 55 aa, vivente, stipsi, diverticoli del colon

    • 2 figli maschi di 28 e 24 aa in buona salute


    Obiettivi della lezione

    Dieta ricca di fibre e acqua

    Antispastico e Diazepam a basse dosi

    Caso clinico 2

    Michela, 45 anni

    Esami bioumorali: nella norma

    Eco addome: “Per quanto possibile valutare dato l’abbondante meteorismo non patologie a carico di fegato, milza, pancreas. Si segnala colecisti lievemente distesa, alitiasica, VB indenni”

    Vis Proctologica: emorroidi esterne


    Obiettivi della lezione

    Caso clinico 3

    Monica, 22 anni

    Arriva al nostro ambulatorio a Gennaio ’06…

    …sintomi simili alla precedente:

    - dolore addominale diffuso associato a meteorismo, negli ultimi tempi quotidiano, ma non la sveglia di notte, forse associato a ciclo mestruale

    - alvo alterno: “tendenzialmente” stiptico  feci caprine e sensazione di non completa evacuazione

    - sintomi soprattutto in concomitanza di esami all’università


    Obiettivi della lezione

    Caso clinico 3

    Monica, 22 anni

    • A.Patologica Remota

    • - Tonsillectomia a 8 aa

    • Ciclo mestruale irregolare per cui ha effettuato terapia con estroprogestinici per 6 mesi

    • Ottobre ’04 Accesso al PS per dolore addominale, esami boiumorali e Rx Addome per livelli: negativi

    • Da 1 anno: eruttazione e pesantezza post-prandiale


    Obiettivi della lezione

    Caso clinico 3

    Monica, 22 anni

    A.Fisiologica

    Appetito scarso, dieta limitata per riferita intolleranza a latte e latticini, BMI 22 peso stabile, 5-6 caffè/die, 10 sigarette/die, non alcol, palestra 3 volte a settimana, mestruazioni irregolari. Laureanda in Giurisprudenza.

    A.Familiare

    Padre, 62 aa, buona salute

    Madre, 60 aa, buona salute


    Obiettivi della lezione

    Caso clinico 3

    Monica, 22 anni

    • A.Patologica Remota

    • - Tonsillectomia a 8 aa

    • Ciclo mestruale irregolare per cui ha effettuato terapia con estroprogestinici per 6 mesi

    • Ottobre ’04 Accesso al PS per dolore addominale, esami boiumorali e Rx Addome per livelli: negativi

    • Da 1 anno: eruttazione e pesantezza post-prandiale


    Obiettivi della lezione

    Caso clinico 3

    Monica, 22 anni

    Beneficio con…

     Dieta ricca di acqua e fibre

     Procineico

     Selg 500 cc a dì alterni

     Antispastico a.b.


    Obiettivi della lezione

    Caso clinico 4

    Camilla, 29 anni

    Arriva al nostro ambulatorio a Gennaio ’06…

    …sintomi simili alla precedente:

    - dolore addominale diffuso associato a meteorismo, negli ultimi tempi quotidiano, ma non la sveglia di notte, forse associato a ciclo mestruale

    - alvo alterno: “tendenzialmente” diarroico  anche 6-7 scariche al giorno feci semiformate con muco

    - urgenza a sensazione di incompleto svuotamento intestinale


    Obiettivi della lezione

    Caso clinico 4

    Camilla, 29 anni

    • A.Patologica Remota

    • - Tonsillectomia a 8 aa

    • Ciclo mestruale irregolare per cui ha effettuato terapia con estroprogestinici per 6 mesi

    • Ottobre ’04 Ricovero c/o nostro Reparto per “Gastroenterite di verosimile origine virale”


    Obiettivi della lezione

    Caso clinico 4

    Camilla, 29 anni

    A.Fisiologica

    Appetito scarso, dieta limitata per riferita intolleranza a latte e latticini, BMI 22 peso stabile, 5-6 caffè/die, 10 sigarette/die, non alcol, palestra 3 volte a settimana, mestruazioni irregolari. Iscritta a Scienze della Formazione Primaria

    A.Familiare

    Padre, 62 aa, buona salute

    Madre, 60 aa, buona salute


    Obiettivi della lezione

    Antispastici, coprocolture, parassiti, SOF, pANCA, ASCA, IgA totali, Ab anti-Transglutaminasi, lattoferrina fecale

    Caso clinico 4

    Camilla, 29 anni

    Es. bioumorali: lieve anemia

    Eco Addome Superiore: fegato di dimensioni ecogenicità ed ecostruttura regolari, milza regolare, colecisti regolare, accentuazione delle VB intraepatiche, pancreas regolare

    Breath Test al lattosio: negativo


    Obiettivi della lezione

    Caso clinico 4

    Camilla, 29 anni

    Aprile ’06

    Parziale beneficio con la terapia. Lamenta: reflusso GE, diarrea (feci semiformate-liquide con sangue rosso..”per l’elevata quantità di scariche” e dolore addominale diminuito in frequenza, ma aumentato d’intensità. BMI 20.8, appetito buono.

    Indagini  negative!!!

    ….insiste per eseguire Colonscopia, Riopan Gel


    Obiettivi della lezione

    Caso clinico 4

    Camilla, 29 anni

    Aprile-Ottobre ’06

    Ripetuti ricoveri per dolore addominale….

    • …durante i quali ha eseguito:

    • EGDS con biopsie duodenali e Colonscopia: negativi

    • Visita ginecologica, Eco TV, PAP-test: negativi

    • Eco Addome, TAC addome, Angio-RMN: negative


    Obiettivi della lezione

    LAPAROSCOPIA ESPLORATIVA

    Caso clinico 4

    Camilla, 29 anni

    - Visita urologica: Giordano a destra positivo e 1 calcolo calicale all’eco renale Urografia: negativa

    Alla nostra osservazione

    dopo autodimissione (!)

    Consulenza chirurgica


    Obiettivi della lezione

    Caso clinico 4

    Camilla, 29 anni

    Gennaio ’07

    Laparoscopia: negativa

    BMI 19, abbandono degli studi….

    … CONSULENZA PSICHIATRICA

    Quadro di somatizzazione e moderata sindrome ansioso-depressiva. Si consiglia presa in carico da parte del sistema di competenza territoriale e terapia farmacologica.


    T e femmina 28 aa

    T.E. femmina 28 aa

    CASO CLINICO


    A p p

    A.P.P.

    • 15/01/06 Ricovero per diarrea ed algie addominali.

    • Da 20 gg diarrea (6-7 sc/die feci semiliquide senza sangue o muco) e algie addominali di tipo crampiforme che tendono ad attenuarsi dopo l’evacuazione; mai notturne. Urgenza.

    • Da alcuni giorni peggioramento dell’alvo e pirosi retrosternale. Non febbre o vomito.

    • Loperamide e Rifaximina senza beneficio.

    • Sintomi comparsi dopo soggiorno in Romania (assunzione di carne poco cotta)


    Obiettivi della lezione

    E.O.

    • Buone condizioni generali. Apiretica. PAO 150/90, FC 66 R.

    • Obiettività polmonare e cardiaca: ndp

    • Obiettività addominale: lievemente dolente alla palpazione profonda in epigastrio e quadranti sn. Blumberg-, Murphy-. Fegato e milza non apprezzabili. Peristalsi valida.


    Anamnesi fisiologica

    ANAMNESI FISIOLOGICA

    • Nata a termine, 2° di 2 fratelli. Parto eutocico, sviluppo regolare, allattamento materno, studentessa.

    • Menarca a 15 aa, mestruazioni irregolari per ritmo. Ultima mestruazione 02/01. Non CO, non gravidanze.

    • Alimentazione ridotta negli ultimi 20 gg, appetito ridotto, digestione regolare, alvo diarroico, diuresi regolare, sonno regolare, peso 51 kg (-2 kg in 3 sett).

    • Rari alcolici, 3 caffè/die, non fuma. Non allergie.


    Anamnesi familiare

    ANAMNESI FAMILIARE

    Madre di 57 aa in buona salute

    Padre di 57 aa in buona salute

    1 sorella di 32 aa in buona salute

    APR

    Nulla da segnalare a parte i CEI


    Esami bioumorali all ingresso

    ESAMI BIOUMORALI ALL’INGRESSO:

    • Hb 14.8 g/L, GB 9780, PLT 449.000

    • PT 75%

    • AST/ALT 17/34 U/L, GGT 17 U/L, ALP 47 U/L, bil 15.1/3.6 umol/L, pt tot 76 g/L e albumina 45.3 g/L

    • Sideremia 26.9 umol/L, ferrritina 40 ug/L

    • PCR 0.45 mg/dl, VES 10 mm/h

    • Esame delle urine: ndp


    Esami durante il ricovero

    ESAMI DURANTE IL RICOVERO:

    • Coprocolture: negative

    • Ricerca di virus: negative

    • Ricerca uova e parassiti : negativo

    • Ricerca tossina C. difficile: negativo

    • Es. microsc. feci: residui di fibre vegetali; assenti fibre carnee, amidi e grassi neutri

    • Anti HAV-IgM: negativo


    Esami durante il ricovero ii

    ESAMI DURANTE IL RICOVERO(II):

    • Reazione di Widal-Wright: negativo

    • IgE totali: 50 kU/L (vn 0-200)

    • Lattoferrina fecale: presente (vn: assente)

    • Calprotectina fecale: 130 (vn <50)

    • IgA totali: 1.42 g/L (0.7-4)

    • Anti-transglutaminasi: 5 U (vn 0-20)

    • ANCA ed cASCA: negativo

    • TSH, fT3, fT4: nella norma


    Esami durante il ricovero iii

    ESAMI DURANTE IL RICOVERO (III):

    • EGDS: gastropatia antrale. Istologia (anche II porzione duodeno): negativa

    • Colonscopia: Emorroidi di I°. Fino alla flessura sn per intolleranza. A livello della flessura sn mucosa fragile, iperemica (biopsie). Nei restanti tratti mucosa regolare a tratti fragile con soffusioni emorragiche. Quadro compatibile con malattia infiammatoria intestinale di grado lieve. Istologia: (flessura sn) flogosi linfomonocitaria/granulocitaria di basso grado ed edema della lamina propria


    Durante la degenza

    Durante la degenza…

    • Apiretica

    • Peso stabile

    • PAO: nei limiti di norma

    • Alvo: 3-4 scariche semiformate senza sangue

    • Inizia terapia con Asacol 800 mg x 3


    Alla dimissione

    Alla dimissione:

    Hb 13.6 g/L, GB 7240, PLT 367000, PT 75%, AST/ALT 15/31 U/L.

    Diagnosi: “Sospetta malattia infiammatoria cronica intestinale in corso di precisazione diagnostica”

    …Inizia terapia topica con Asacol clismi 4 g 1 applic/die


    Esami in post ricovero

    ESAMI IN POST-RICOVERO:

    • Test di permeabilità intestinale ai 2 zuccheri: L/M 0.037 (vn > 0.025)

    • Colonscopia in sedazione: fino al cieco.Valvola regolare. Ileo terminale: mucosa iperemica ed edematosa. Ascendente-trasverso-discendente: mucosa regolare. Sigma e retto: mucosa iperemica ed edematosa. Ileite terminale e proctosigmoidite. Esame istologico: campione esente da alterazioni istologiche all’ileo. Edema, angiectasie e flogosi linfomonocitaria di basso grado, anche nodulare, della lamina propria. Non alterazioni diagnostiche di malattia infiammatoria cronica del grosso intestino.


    Obiettivi della lezione

    • Quadrosuggestivo di ileite e proctosigmoiditetuttavia l’esame istologico non dimostra alterazioni diagnostichedi malattia infiammatoria

    • Visto anche l’alterazione del test di permeabilità si consiglia diproseguire comunque la terapiain atto fino al controllo ambulatoriale


    Visita ambulatoriale 15 03 06 i

    VISITA AMBULATORIALE 15/03/06 (I)

    • Mesalazina orale (800 mg x 3) e topica (1 clisma/sera) senza beneficio.

    • 3-4 scariche non sempre formate con algie addominali diffuse.

    • Esami nella norma; negativi indici di flogosi

      sequele funzionali di un fatto infettivo???


    Visita ambulatoriale 29 03 06 ii

    VISITA AMBULATORIALE 29/03/06 (II)

    • Soggettivamente migliorata

    • 1 scarica/die di feci formate normocromiche. Non tenesmo non mucorrea

    • Peso fecale giornaliero normale (200 g/die)

    • Persiste dolore addominale postdefecazione in FIS. Talora disuria e stranguria

    • In terapia con Asacol (800 mg x 3), Valpinax, Yovis e Lexil

    IPOTESI FUNZIONALE


    Obiettivi della lezione

    PATOLOGIE FUNZIONALI DEL COLON

    Prof G.C. Sturniolo


  • Login