slide1
Download
Skip this Video
Download Presentation
“PRECONCETTI”

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 26

PRECONCETTI - PowerPoint PPT Presentation


  • 154 Views
  • Uploaded on

“PRECONCETTI”. Autore: Sconosciuto Musica: “I dreamed a dream”, Susan Boyle Traduzione dallo spagnolo: Lulu. Cliccare. Avete sentito parlare di Susan Boyle?.

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about ' PRECONCETTI ' - atalo


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
slide1

“PRECONCETTI”

Autore: Sconosciuto

Musica: “I dreamed a dream”, Susan Boyle

Traduzione dallo spagnolo: Lulu

Cliccare

slide2

Avete sentito parlare di Susan Boyle?

Susan è una cantante incantatrice, scozzese, è arrivata alla fama dopo la sua apparizione dell’11/4/2009 nel popolare show che lancia talenti Britain’s Got Talent, nel Regno Unito.

slide3

Disoccupata, nubile, 47 anni, ha affermato che non è mai stata baciata e che spesso durante la sua vita, l’hanno considerata ritardata. Ha assistito la sua anziana madre nella cittadina di Blackburn.

Nel momento in cui è salita sul palco per provare la sua fortuna, questa semplice signora, con il suo gesto timido, ha provocato nella platea risatine e segni di sdegno e discredito...

slide4

Sprovvista di qualsiasi segno di bellezza, ha detto ai giurati che le sarebbe piaciuto essere come Elaine Paige (una famosa e elegante cantante).

Per gli scettici, questa affermazione sembrava ridicola.

Il suo sogno era di diventare una cantante professionista e presentarsi ad una grande platea. Anche se non ne aveva mai avuto l’oportunità.

Quel giorno decise di cantare “I dreamed a dream”, dal musical “I Miserabili”.

slide5

Considerata sdegnosamente dai giurati e da tutta la platea, affrontò la vergogna e il disprezzo e cominciò a cantare.

..... E venne giù il teatro.

slide6

La qualità vocale di Susan era tanto grande che la platea andò in delirio e si emozionò. Alla fine, tutti si alzarono in piedi in un’ovazione.

Questa musica che state ascoltando è quella che cantò in quell’occasione.

slide7

Il giorno seguente YouTube si incaricò di divulgare la notizia della scoperta del nuovo talento, nascosto dietro un volto semplice e bonaccione. In poche settimane ci furono più di 100 milioni di contatti al video di Susan Boyle su YouTube

La padrona di questa voce è diventata una celebrità in un’ora.

slide8

Nel maggio del 2009 ritornò al programa per cantare “Memory”, dal musical Cats. Nuovamente la platea vibrò grazie alla sua straordinaria potenza vocale.

Perchè questa storia ha richiamato tanta attenzione?

slide9

Semplicemente per il fatto che gli esseri umani giudicano l’aspetto prima di conoscere i contenuti. Quando Susan disse che voleva essere come Elaine Paige, tutti risero. Sfortunatamente siamo così: giudichiamo i nostri simili senza pietà.

Per molti, Susan si è messa Paige “in tasca”. Perchè? Una persona considerata “brutta” non poteva cantar bene? Le persone hanno dei preconcetti basati sull’apparenza degli altri. Il bello ha più possibilità di essere accettato in confronto al brutto.

slide10

La sua simpatia e principalmente la sua voce, hanno conquistato il mondo.

È stato uno shock vedere una persona con quell’apparenza cantare tanto divinamente? Per la maggior parte, si. Ma guarda a che punto arriviamo!

slide11

Siamo capaci di giudicare i nostri simili per l’apparenza, senza conoscere quello che possono offrirci.

Siamo stati capaci di ridere e sottovalutare un tale talento per i nostri canoni di bellezza. Abbiamo quasi sepolto un sogno in cambio di trucco e estetica.

slide12

Dall’età di 12 anni Susan sognava di cantare da professionista, ma non fu accettata da nessuno. La prima musica che ha scelto non poteva essere più opportuna. (I dreamed a dream – Ho avuto un sogno). Un sogno che sembrava impossibile per una persona relegata è stato realizzato in un batterdocchio.

Fonti sicure, che conoscono Susan, affermano che è una persona meravigliosa e che il mondo ha tardato a conoscerla. Le donne che oggi hanno successo sono belle, con vestiti alla moda, sensuali e provocanti.

slide13

La nostra società si è riscattata con Susan Boyle.

La ‘Fiona’ della musica internazionale ha conquistato milioni di cuori e strappato lacrime ai più insensibili, dato che lei stessa, non correndo dietro a stereotipi, né modelli di bellezza artificiale, ha utilizzato la sua bellezza naturale (la sua voce).

Questa è stata la sua ricetta.

slide14

Abbiamo forse appreso la lezione?

Quante Susan esistono? Quante persone che consideriamo ridicole nascondono ricchezze invisibili ?

slide15

Alla fine della prima audizione, i giurati si scusarono con Susan.

Amanda Holden fu categorica dicendo: “Sono scioccata, eravamo tutti contro di te e vedo che siamo stati arroganti. Tu ci hai dato una grande lezione. Mi piace solo dirti che è stato un privilegio poterti ascoltare qui.”

slide16

Cominciamo a guardare le persone negli occhi. Solo così le conosceremo veramente e non correremo il rischio di perdere le gioie che la vita ci offre.

Questa storia ci serva d’esempio. Una donna ignorata ha dato una svolta mostrando il suo talento nella forma più semplice e ha disintegrato i preconcetti creati da noi stessi.

slide17

Ora il mondo rovescia le sue attenzioni alla stella recentemente scoperta. Un riconoscimento tardivo del talento di Susan.

Piovono inviti da tutte le parti del mondo, case di registrazione, stilisti, produttori, cineasti e perfino dalla Casa Bianca.

Susan è molto felice.

slide18

Senza dubbio s’incaricheranno di migliorare l’immagine della mega-star. La Susan che vedremo cantare sarà un poco più costruita.

Ma non importa. Quello che dovevamo imparare, è ciò che abbiamo appreso.

slide19

Ti può piacere o no lo stile di Susan, ma non puoi negare che ha dato una lezione morale ed etica all’umanità tanto meschina.

Dobbiamo considerare la scienza delle persone, la purezza che ognuno racchiude in se stessa e senza giudicarla dalle apparenze. Smettiamo di essedre moralmente miserabili.

slide20

Susan reppresenta la nostra fragilità. Interiormente, in qualche modo, abbiamo tutti un poco di Susan.

Abbiamo paure, diffidenze, complessi.

Ma non possiamo soccombervi.

slide21

Mostriamo alla platea della vita che malgrado tutto siamo capaci. Nonostante le nostre debolezze siamo tutti uguali.

Grazie, Dio, per esserti mostrato attraverso Susan Boyle. Speriamo di non ricadere nuovamente nell’arroganza.

slide22

Il giornale “The guardian” riassume in una frase profonda il sentimento che è sbocciaato nei cuori vedendo e udendo Susan Boyle cantare con la sua purezza e semplicità:

“Susan Boyle è brutta? O lo siamo noi?”

RIFLETTI

slide24

Eutive um sonho

C’era un tempo quando gli uomini erano amabili

Quando le l oro voci erano pacate

E le loro parole invitanti.

C’era un tempo quando l’amore era cieco

E il mondo era uma canzone

E la canzone era eccitante.

C’era un tempo... poi tutto diventò sbagliato

Ho avuto un sogno nei giorni che se ne sono andati

Quando le speranze erano alte e valeva la pena di vivere,

Ho sognato che l’amore non moriva mai

Ho sognato che Dio avrebbe perdonato.

Allora io ero giovane e senza paura.

Quando i sogni erano fatti e usati e persi.

Non c’era nessun riscatto da pagere,

Nessuna canzone sconosciuta, nessun vino assaggiato.

Ma le tigri arrivarono nella notte,

Con le loro voci forti come tuono,

Così come lacerano la tua speranza

Così come trasformano i tuoi sogni in vergogna

Lui ha dormito per un’estate al mio fianco.

Ha riempito i miei giorni di meraviglia infinita,

Egli ha fatto della mia infanzia il suo successo,

Ma è andato via quando l’autunno è arrivato.

E ancora sogno che ritorni da me

E poter vivere insieme per anni....

Ma ci sono sogni che non si possono realizzare

E ci sono tempeste che non possiamo sfidare.

Ho fatto un sogno in cui la mia vita era

Così differente da questo inferno che sto vivendo

Così differente adesso da quello che sembrava

Ora la vita ha ucciso il sogno che

Io sognai

I dreamed a dream

There was a time when men were kind

When their voices were soft

And their words inviting.

There was a time when love was blind

And the world was a song

And the song was exciting.

There was a time ... then it all went wrong

I dreamed a dream in days gone by

When hopes were high and life worth living,

I dreamed that love would never die

I dreamed that God would be forgiving.

That I was young and unafraid,

When dreams were made and used and wasted.

There was no ransom to be payed,

No song unsung, no wine untasted.

But the tigers come at night,

With their voices soft as thunder,

As they tear your hope apart

As they turn your dreams to shame

He slept a summer by my side.

He filled my days with endless wonder,

He took my childhood in his stride,

But he was gone when autumn came.

And still I dreamed he\'d come to me

And we would live the years together,

But there are dreams that cannot be

And there are storms we cannot weather.

I had a dream my life would be

So different from this hell I\'m living

So different now from what it seemed

Now life has killed the dream

I dreamed.

slide25

“ Susan Boyle ”.

Ti incanterà.

ad