Ordinativo informatico negli Enti locali
This presentation is the property of its rightful owner.
Sponsored Links
1 / 9

Ordinativo informatico PowerPoint PPT Presentation


  • 85 Views
  • Uploaded on
  • Presentation posted in: General

Ordinativo informatico negli Enti locali Aspetti organizzativi e tecnologici dott.ssa Maria Pia Giovannini Palermo 1 marzo 2005. Ordinativo informatico. L’introduzione dell’ordinativo informatico locale completa l’automazione dei processi che alimentano il SIOPE. banca dati SIOPE.

Download Presentation

Ordinativo informatico

An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Presentation Transcript


Ordinativo informatico

Ordinativo informatico negli Enti localiAspetti organizzativi e tecnologicidott.ssa Maria Pia GiovanniniPalermo 1 marzo 2005


Ordinativo informatico

Ordinativo informatico

L’introduzione dell’ordinativo informatico locale completa l’automazione dei processi che alimentano il SIOPE

banca dati SIOPE

Codifica standard

visione d’insieme

condivisa

Linguaggio comune

Ordinativo informatico locale

modello di processo

amministrativo

standard e omogeneo


Vantaggi dell ordinativo informatico

codifica

standard

Banca dati

SIOPE

Vantaggi dell’ordinativo informatico

L’ordinativoinformatico prevede la standardizzazione dei rapporti telematici tra Banche Tesoriere ed Enti Locali

Ordinativo

informatico locale

  • Supporto all’azione strategica derivante dalla possibilità di analisi dei macrofenomeni in contesti omogenei

  • Sviluppo di una offerta di mercato di prodotti e servizi più mirati ed economici

  • Evoluzione del rapporto fra ente e banca tesoriera in una logica di migliore integrazione ed efficacia


Diagramma di contesto

Banca d’Italia

Banca Tesoriera

RGS

SIPA

SIOPE

Ordinativo

Informatico

Banca

dati

SIOPE

Riscossioni

evolute

Amm.ne centrale

Ente Locale

Cittadini

Imprese

Diagramma di contesto


Impatti sull organizzazione dei procedimenti interni

Organizzazione dei processi di

conservazione dei mandati

Introduzione della firma digitale

Efficienza ed efficacia del back office

Formazione ed addestramento

degli addetti

Revisione del workflow dei mandati

  • Definizione di soluzioni adeguate per

  • introduzione dei nuovi codici

  • raccordo dati statistici su base storica

Impatti sull’organizzazionedei procedimenti interni

L’introduzione dell’Ordinativo informatico rende necessaria una rivisitazione dell’organizzazione dei procedimenti interni


Impatto sull infrastruttura tecnologica dell ente 1 2

Impatto sull’infrastrutturatecnologica dell’ente (1/2)

L’introduzione dell’ordinativo informatico ha impatto sull’infrastruttura tecnologica dell’Ente

  • Gli Enti che hanno già informatizzatoil mandato dovranno….

    • costruire nuove interfacce secondo gli standard applicativi previsti

    • utilizzare i servizi di trasporto del Sistema Pubblico di Connettività (SPC)

  • ….e successivamente potranno

    • gestire il work flow della spesa

    • integrare processi di firma elettronica (in house o in service)

    • integrare un sistema di gestione documentale


Impatto sull infrastruttura tecnologica dell ente 2 2

Impatto sull’infrastrutturatecnologica dell’ente (2/2)

Gli Enti con processi parzialmente o completamente manuali

possono adottare varie soluzioni

  • acquisire dal mercato prodotti di contabilità già predisposti per l’ordinativo informatico

  • predisporre il solo mandato attraverso un “service” della Banca

  • acquisire il servizio in modalità ASP (Application Service Provider)

  • aderire a Centri di Servizio Territoriali (CST in corso di costituzione)


Supporto del cnipa all iniziativa

Supporto del CNIPA all’iniziativa

Il CNIPA fornirà un aiuto a Regioni ed Enti Locali per l’introduzione dell’ordinativo informatico

  • Predisposizione di Linee Guida per affrontare le problematiche tecniche ed organizzative

    • Analisi delle soluzioni organizzative in atto ed identificazione delle best practice

    • Definizione di flussi organizzativi di riferimento

    • Valutazione dei pro e dei contro delle soluzioni tecniche disponibili onde favorire il massimo riuso delle piattaforme

  • Raccordo delle iniziative con l’avvio dei CST


Il gruppo di lavoro

Il Gruppo di Lavoro

A tal fine è stato costituito un apposito Gruppo di Lavoro coordinato dal CNIPA

  • Alle attività del GdL partecipano

    • La Ragioneria Generale dello Stato

    • I rappresentanti degli Enti locali e delle Associazioni rappresentative degli stessi

    • L’ABI

      oltre a Banca d’Italia con il ruolo di Osservatore

  • I lavori forniranno i primi concreti risultati entro il primo semestre 2005


  • Login