Centri Consulenza Giovani
Download
1 / 27

Centri Consulenza Giovani Promozione, Prevenzione, Accoglimento - PowerPoint PPT Presentation


  • 106 Views
  • Uploaded on
  • Presentation posted in: General

Centri Consulenza Giovani Promozione, Prevenzione, Accoglimento Coordinamento Centri Consulenza Giovani ASL 10 Firenze. Centri Consulenza Giovani ASL 10 (Consultori Adolescenti). Finalità

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha

Download Presentation

Centri Consulenza Giovani Promozione, Prevenzione, Accoglimento

An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Presentation Transcript


Centri Consulenza Giovani

Promozione, Prevenzione,

Accoglimento

Coordinamento Centri Consulenza Giovani ASL 10 Firenze


Centri Consulenza Giovani ASL 10

(Consultori Adolescenti)


Finalità

  • Sostenere i processi evolutivi in atto in pre-adolescenza e adolescenza, promuovendo le competenze e la riorganizzazione di sé, facendo leva sui fattori protettivi e di resilience

  • Collaborare con gli adulti di riferimento, sostenendo le loro competenze

  • Collaborare a creare cultura

  • Offrire contesti dove accogliere, riconoscere precocemente, contenere, rielaborare il disagio ed accompagnare le fasi trasformative di salute-non salute, assunzioni di scelta, crisi…


Caratteristiche del Servizio (PSSR Toscana 2012-15)

. Promozione, Prevenzione sia nel Territorio che all’interno dei C.C.G.

. C.C.G. “Porta di Accesso” facilitata per tutta la popolazione adolescenziale e giovanile

Accesso libero, senza appuntamento, gratuito, riservato con garanzia della privacy, svincolato dalla residenzialità, non necessita di richiesta medica, né, per i minori, di consenso dei genitori…

. Accoglimento, Consulenza, Presa in Carico ed accompagnamento nei Percorsi previsti dal Servizio

. Accompagnamento “Punto di snodo ed integrazione” per/nei successivi Percorsi Specifici in Adolescenza


CENTRI CONSULENZA GIOVANI

Consultori Adolescenti

Delibere Aziendali del 1996 e del 2002.

10 Centri:4 nella Zona Firenze, 2 nella Zona Sud Est, 3 nella Zona Nord-Ovest, 1 nella Zona Mugello

10 Equìpe multiprofessionali

Target preadolescenti, adolescenti e giovani;

adulti di riferimento: genitori, insegnanti e operatori

Metodologia

  • Accoglienza e Consulenze interne ai Centri

  • Promozione della Salute

  • Progetti-Interventi Educativi nelle scuole e nel territorio

  • Ricerche

  • Formazione

  • Percorsi integrati


Relazioni

DIETISTA ASSISTENTE SOCIALE

GINECOLOGA OSTRETRICA

CORPO MEDICO

PSICOLOGA ASSISTENTE SANITARIA

PEDAGOGISTA

Emozioni

Processi

Cognitivi


Servizi in collaborazione con Centri Consulenza Giovani ASL 10

Servizi ASL:

  • Salute Mentale

  • SIAST,

  • Mediazione linguistica culturale

  • Ser.T.

  • Dietetica Professionale

  • Attività Consultoriali

  • Medicina dello Sport

  • Educazione alla Salute – Cedeas - Cesda

    Servizi extra ASL, Enti, Associazioni:

  • Regione Toscana

  • Società della Salute

  • Azienda Ospedaliera Careggi

  • Punti nascita ospedalieri

  • Azienda Ospedaliera Meyer

  • Università di Firenze (Neuropsichiatria Infantile)

  • Ufficio Scolastico Regionale e Scuole di ogni ordine e grado

  • Comuni e Quartieri

  • Sicurezza Sociale Comune di Firenze

  • Portale Giovani Comune di Firenze, Centri Giovani dei Comuni

  • Provincia di Firenze

  • Tribunale per i Minori

  • Terzo settore ed Associazioni del Territorio (Villa Lorenzi, CO&SO, Teatro di Rifredi-Pupi e Fresedde, Laboratorio per la Pace Q.5, Associazione Intercultura “Nosotras”, Associazione Azione Gay e Lesbiche Firenze, Associazione Artemisia, Associazioni Genitori, Laboratorio Permanente per la Pace, Il Muretto, Nosotras, L'Albero della Salute, Arcigay, Ireos,…)


Filosofia di riferimento ed Indicazioni

(OMS, Libro Verde Salute Mentale Infanzia e Adolescenza, Levi,…)

Forte integrazione fra tutti i soggetti coinvolti che si occupano dei bambini e degli adolescenti, con la necessità di interfacciarsi fra i molteplici Enti interessati, sia all’interno dei Servizi Socio-Sanitari-Ospedalieri che con le altre Istituzioni ed Agenzie presenti nel Territorio


  • Globalità di approccio: saldare il mondo della sanità, della scuola e dei servizi sociali ed educativi; saldare “salute” e “non salute”

  • Superare la frammentazione proponendo un’integrazione progettuale ed operativa continuativa, mutiprofessionale- interdisciplinare,fra tutte le componenti coinvolte


  • Precocità d’intervento ed attenzione ad alcune fasce di età particolarmente sensibili ai passaggi evolutivi

  • Percorsi che prevedano un continuumtra promozione della salute, prevenzione, riconoscimento ed accoglimento precoce e presa in carico

  • Costruzione nella popolazione coinvolta di “alleanze diffuse”, dove le varie componenti in gioco si sentano “parte attiva integrante sistemica”


  • Livello Promozione della Salute

    Infanzia, Adolescenza, Giovani

    . Modello d’intervento multiprofessionale-interdisciplinare, globale

    . Collaborazione con Istituzioni ed Enti territoriali (Scuole, Regione, Provincia, Comuni, Associazionismo,..)


ATTENZIONE PARTICOLARE ALLE SEGUENTI FASI EVOLUTIVE

Fascia di età 0-3 anni

con Progetti ed Interventi-Azioni Integrate che coinvolgano i vari adulti di riferimento, gli stessi bambini ed i loro contesti socio-sanitari-educativi,… (Accompagnamento alla nascita, Home Visiting, Nidi, Ludoteche..)

Fascia di età 6-8 anni (scolarizzazione) e 9-14 (pre-adolescenza)

con Progetti ed Interventi-Azioni Integrate con coinvolgimento degli adulti di riferimento e, a cascata, dei bambini/e e dei pre-adolescenti, nei loro vari contesti di vita…

Fascia Adolescenziale e Giovanile

conProgettidi Lifes Skills Education e Progetti di Empowerment personale, sociale ed ambientale da realizzarsi in ambito scolastico e Territoriale, con coinvolgimento degli adulti di riferimento ed il protagonismo della popolazione adolescenziale e giovanile,…


Progetti di Promozione della Salute e Prevenzione del Disagio con le Scuole e nel Territorio – anno sc. 2010-11

  • Progetti “Life Skills Education” in collaborazione con le Scuole dell’Infanzia, con le Scuole Primarie e Secondarie di I° e II° grado per complessivi 20 Plessi Scolastici, con il coinvolgimento di 178 Insegnanti e 190 Genitori;- Progetto Formativo “ La collaborazione Scuola, Famiglie, Servizi del Territorio” rivolto complessivamente a 115 Insegnanti e Operatori ESA delle Scuole dell’Infanzia e dei Nidi del Comune di Firenze;- Progetti “Educazione all’Affettività e alla Sessualità” per 145 Classi di Scuola Secondaria di I° e II° grado; Forum, Assemblee Giovanili, Incontri Informativi con Ragazzi/e di 19 Scuole Secondarie di II° grado con il coinvolgimento di ca. 5000 Studenti;- Collaborazione con gli Operatori dei Centri Giovani dei Quartieri e dei Comuni e di Associazioni di Volontariato, con il coinvolgimento complessivo di 34 Operatori

  • - Collaborazione con il Portale Giovani del Comune di Firenze per il Servizio di consulenza on-line “Sesso ed Altro”, con 303 consulenze sulle Aree tematiche: Corporeità, Identità, Affettività, Relazioni, Sessualità, Alimentazione, Divertimenti e rischi;


. Collaborazione con Portale Giovani Comune

di Firenze: Consultorio on-line “SessoedAltro”


Modelli di Prevenzione attualmente riconosciuti

In Letteratura prevalgono 2 modelli di prevenzione primaria attualmente riconosciuti:

  • “Disease specific pathway model (DSP)”

  • “Non specific vulnerability stressor model (NSVS)”

    Per entrambi i modelli di prevenzione (DSP e NSVS) sono stati messi in atto sia interventi diretti sugli adolescenti,

    sia interventi indiretti quali azioni di tipo politico-legislativo, programmi rivolti a genitori, insegnanti, educatori

    Pur riconoscendo al primo modello (DSP) un valore epidemiologico-statistico, la letteratura ha approfondito in particolare il modello NSVS, orientato a ridurre l’incidenza di eventi patologici contrastando i fattori di rischio aspecifici

    attraverso interventi di Promozione della Salute che includano Programmi Interattivi.


I FATTORI PROTETTIVI

In letteratura sono stati evidenziati

Fattori Individuali ed Ambientali

ritenuti in grado di “proteggere” la persona nella sua globalità, favorendone la possibilità di fronteggiare con maggior competenza i vari aspetti della vita

In particolarein Pre-adolescenza ed Adolescenza

assumono forte importanza i contesti socio-culturali, familiari e la scuola, dove adulti significativi competenti sostengano i processi di crescita in corso, contrastando i vari fattori di rischio e promuovendo i fattori protettivi.


Rinforzando in particolare

  • Conoscenza dei processi di cambiamento e di crescita in corso

  • Conoscenza di sé ed autoconsapevolezza

  • Il buon rapporto con il proprio corpo e con la propria

    immagine

    - Lo sviluppo sessuale ed affettivo

    - I livelli di fiducia in sé ed autostima

  • La capacità riflessiva

  • La capacità di proiettarsi nel futuro


- I processi di svincolo familiare in corso

  • La socializzazione nel gruppo dei pari

  • Il rapporto con il rischio e con la trasgressione

  • Il confronto con i modelli, le pressioni, i miti, gli pseudo- valori veicolati dal gruppo dei pari e dai mass-media

  • La maturazione del senso critico e della competenza ad assumere via-via scelte consapevoli

    - L'autoefficacia e le abilità di copyng


in particolare attraverso l’utilizzo nei Gruppi Classe

di Metodologie Attive

basate su modelli di apprendimento cooperativi

che promuovono il senso di appartenenza e la collaborazione,

ed integrando tutti gli aspetti in gioco in un percorso di sostegno alla crescita globale di ogni bambino/a, condiviso sistematicamente nei suoi vari contesti ambientali.


Gli stessi ragazzi/e evidenziano che i Fattori che li “proteggono” ed aiutano sono:

- Sapere che ci sono Servizi per loro a cui possono rivolgersi nel momento in cui ne avranno bisogno

- Poter avere occasioni e contesti tutelati dove parlare, esprimersi, conoscere, condividere

- La possibilità di avere spazi, tempi, occasioni in cui riflettere

- Essere riconosciuti, rispettati, tutelati nei propri bisogni


2) Livello di Accoglimento, Consulenza e Accomnpagnamento nei Percorsi di presa in carico integrata

Presso le 10 Equipe multiprofessionali

dei Centri Consulenza Giovani e in interfaccia con gli altri Servizi intra ed extra ASL

  • Accoglienza,

  • Consulenze,

  • Attivazione ed accompagnamento verso i Percorsi specifici


Percorsi per l’utenza nei Centri Consulenza Giovani

PASSA PAROLA SCUOLE

ALTRI SERVIZI

INTRA-EXTRA

AZIENDA

FAMIGLIE

ALTRI OPERATORI

SOCIO-SANITARI

PUBBLICITA’

ACCESSO

ACCOGLIENZA

ASCOLTO

CHIARIMENTO

RIFORMULAZIONE

DOMANDE-BISOGNI

PROGETTI EDUCATIVI NEL TERRITORIO

Consultazione intermittente

INFORMAZIONI

ORGANIZZAZIONE

DELLE RISPOSTE

RESTITUZIONI

PRESTAZIONI

INVII

GRUPPO DI LAVORO

DISCUSSIONE

SUPERVISIONE

CONSULENZE

Altri servizi

ACCERTAMENTI

APPRONDIMENTI

PRESE IN CARICO


Caratteristiche dell’utenza

  • Complessivamente circa 3000 utenti l’anno

  • In aumento i nuovi utenti

  • In aumento i M. (35%)

  • Numerosi risultano essere i ritorni

  • Prevalenza dell’età 15-19 anni, con picco tra i

    17-18

  • La maggioranza accede in autoriferimento, molti tramite “passa-parola”, altri accompagnati da adulti di riferimento (spesso Educatori ed Operatori dei Servizi, Insegnanti delle Scuole,…)


Sempre più in aumento multietnia

  • 20% dell’utenza complessiva (1/5)

  • Cinesi, peruviane, albanesi, rom, rumene, ucraine, africane, indiane,…

  • Residenti, e non

  • Di seconda generazione

    - Ricongiunzioni familiari recenti

  • Con permesso di soggiorno, e senza permesso

  • Minori straniere non accompagnate

  • Straniere temporalmente presenti (per motivi di studio, turismo,…)


RICHIESTE...

- Informazioni e rassicurazioni sullo sviluppo puberale e sui processi di crescita e cambiamento in corso;

- Informazioni, rassicurazioni, consulenze sulla sessualità (ruoli, orientamenti, funzioni);

- Informazioni sulla contraccezione e sulla prescrizione della stessa;

- Informazioni sulla prevenzione delle malattie sessualmente trasmissibili;

- Consulenze in merito a Disagi Adolescenziali nelle loro ampie accezioni:

- Problematiche famigliari ed affettive,

- Somatizzazioni ricorrenti,

- Dismorfofobie e problematiche legate all’immagine del corpo,

- Disordini alimentari (DCA),

- Disagio scolastico,

- Comportamenti a rischio,…


3)PERCORSI INTEGRATI SPECIFICI

  • Percorso DCA

  • Percorso Adolescenti SMIA

  • Percorso Minori stranieri non accompagnati

  • Progetti di Sostegno alla genitorialità- Home Visiting

  • Percorso IVG (entro ed oltre i 90 giorni)

  • Percorso “Mamma Segreta”

  • Percorso Abusi, maltrattamenti e violenze


Alta complessità

culturale, familiare, sociale, sanitaria, giuridica, economica…

Implicazioni legali

di tutela minorile, sostegno alla genitorialità, ecc..

Necessità di forte integrazione

progettuale ed operativa

fra i vari Servizi

(Aziendali, Extra Aziendali e Risorse del Territorio)

e fra i vari Livelli

(Promozione della salute, Prevenzione del disagio,

Accoglienza e Presa in carico)


ad
  • Login