Sbiancamento dentale
This presentation is the property of its rightful owner.
Sponsored Links
1 / 10

SBIANCAMENTO DENTALE PowerPoint PPT Presentation


  • 118 Views
  • Uploaded on
  • Presentation posted in: General

SBIANCAMENTO DENTALE. Medipaint. Batteri del cavo orale. La bocca è colonizzata da più di 350 specie di microorganismi, prevalentemente anaerobi. I microorganismi degni di nota sono: Streptococcus mutans , è l'organismo principale nell'eziologia della carie dentale.

Download Presentation

SBIANCAMENTO DENTALE

An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Presentation Transcript


Sbiancamento dentale

SBIANCAMENTO DENTALE

Medipaint


Batteri del cavo orale

Batteri del cavo orale

La bocca è colonizzata da più di 350 specie di microorganismi, prevalentemente anaerobi. I microorganismi degni di nota sono:

  • Streptococcus mutans, è l'organismo principale nell'eziologia della carie dentale.

  • Streptococcus sanguinis, rappresenta il 50% degli streptococchi della placca dentale ed è implicato nel 50% circa dei casi di endocardite batterica subacuta.

  • Streptococcus salivarius, rappresenta il 50% degli streptocicchi contenuti nella saliva.

  • Streptococcus milleri, implicato nella formazione degli ascessi.

  • Lactobacillus, colonizzatore secondario nella carie, colpisce sopratutto la dentina.

  • Porphyrius monas gingivalis, associato alla parodontite rapidamente progressiva.

  • Prevotella intermedia e prevotella denticola.

  • Fusobacterium, ritenuto il patogeno principale nella gengivite ulcerosa acuta.

  • Borellia Vincenti

  • Actinobacillus, presente nella parodontite giovanile e in quella rapidamente progressiva.

  • Actinomyces Israelii, principale causa di Actinomicosi e implicato nella carie radicolare.

  • Candida Albicans, patogeno orale opportunista.

  • Spirochete, anaerobi obbligati, fortemente implicati nella malattia parodontale, presenti nella bocca di tutti i soggetti adulti.

    La Borellia, il Treponema e Leptospira appartengono tutti a questa famiglia.


Placca e tartaro

Placca e tartaro

La colonizzazione batterica del cavo orale

(sostentata da residui di cibo non correttamente rimossi)

porta alla formazione della cosiddetta

PLACCA DENTARIA che,

mineralizzandosi in un ambiente dal

ph alterato, darà luogo alla

formazione dei depositi di TARTARO.

TARTARO SOPRAGENGIVALE

TARTARO SOTTOGENGIVALE


Tartaro

TARTArO

Sostanza amorfa composta

  • per l'80% da depositi minerali di sali inorganici

    (40% calcio, 20% fosforo e 20% fra sodio, manganese, carbonato e fluoruro)

    calcio fosfato - Ca3(PO4)2

    calcio carbonato - CaCO3

    magnesio fosfato - Mg3(PO4)2

  • per il 20% da altri elementi entro una matrice

    organica composta da epitelio desquamato,

    mucina, microrganismi, ed altri frammenti.


Pigmentazione

PIGMENTAZIONE

Le discromie dentali, o più semplicemente "macchie dentali” si formano quando sostanze colorate di varia natura penetrano nella struttura porosa del tartaro o si fissano nello strato superficiale dei denti, lo smalto.

  • Cibo e vivande

  • Fumo

  • Sali metallici

  • Patologie

  • Fluorosi

  • Farmaci (es. tetracicline) e sostanze chimiche

  • Perdita di vitalità del dente

  • Invecchiamento

  • Amelogenesi imperfecta


Sbiancamento dentale1

sbiancamento dentale

Lo sbiancamento dentale è una procedura che permette di migliorare, in primo luogo, il colore dei denti, rendendoli più bianchi.

Permette, inoltre, di disgregare il tartaro in cui i batteri si annidano.

I prodotti che vengono utilizzati a tal fine contengono principalmente perossido di idrogeno e perossido di carbammide, impiegati in varie concentrazioni a seconda della tecnica che si intende utilizzare, delle qualifiche dell’operatore e delle esigenze del paziente.


Sbiancamento dentale2

sbiancamento dentale

SENZA PEROSSIDO

  • FLUORURO DI SODIO

    precipita in cristalli di fluoroapatite

    (smalto dentale - Ca5(PO4)3F)

  • IDROGENOCARBONATO DI SODIO

    (bicarbonato di sodio – NaHCO3)

  • POLIMERI SOLFONATI A SCAMBIO IONICO

    I gruppi solfonati legano ioni sodio

    e li scambiano con ioni calcio e magnesio

    (AZIONE DI DISGREGAZIONE DEL TARTARO).


Sbiancamento dentale3

sbiancamento dentale

PERCARBONATO DI SODIO

(+POLIMERI SOLFONATI A SCAMBIO IONICO)

sale di sodio dell'acido borico

coordinato con perossido di idrogeno

Na2CO3· 1.5H2O2

2(Na2CO3·1.5H2O2) → 2 Na2CO3 + 3 H2O2

PERBORATO DI SODIO (metaborato di sodio)

(+POLIMERI SOLFONATI A SCAMBIO IONICO)

sale di sodio dell'acido borico

coordinato con perossido di idrogeno

NaBO2(OH)2 · 3H2O

NaBO2(OH)2 · 3H2O → NaBO2 + 3 H2O2


Sbiancamento dentale4

sbiancamento dentale

  • PEROSSIDO DI IDROGENO

    presenta un’azione decolorante energica e rapida, che si sviluppa prima che le superfici possano essere intaccate chimicamente

    ->ROS (specie ossidanti dell’ossigeno)

    anione superossido (O2-)

    radicale ossidrile (•O2-)

    ossigeno singoletto (•O2)

  • CATALISI UV


Sbiancamento dentale5

sbiancamento dentale

I composti di addizione tra perossidi di idrogeno e sali offrono numerosi vantaggi: sono più maneggevoli, trasportabili e conservabili, divenendo efficaci solo al momento dell’impiego.

Per queste ragioni sono utilizzabili anche da personale non specificamente formato.

TRASPORTABILITA’

CONSERVABILITA’

SICUREZZA


  • Login