slide1
Download
Skip this Video
Download Presentation
La biblioteca della scuola: spazio reale, virtuale  o virtuoso?

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 29

Il ruolo delle biblioteche per i giovani - PowerPoint PPT Presentation


  • 153 Views
  • Uploaded on

Biblioteche, formazione e collaborazione: spazi reali e virtuali per apprendere collettivamente. Pisa, 1° dicembre 2008 . La biblioteca della scuola: spazio reale, virtuale  o virtuoso?. Maria Teresa De Nardis. Il ruolo delle biblioteche per i giovani.

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about 'Il ruolo delle biblioteche per i giovani' - andrew


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
slide1

Biblioteche, formazione e collaborazione:

spazi reali e virtuali

per apprendere collettivamente

Pisa, 1° dicembre 2008

La biblioteca della scuola:

spazio reale, virtuale 

o virtuoso?

Maria Teresa De Nardis

il ruolo delle biblioteche per i giovani
Il ruolo delle biblioteche per i giovani

“Le Biblioteche possono svolgere un ruolo importante per l’individuo durante la ricerca di una transizione positiva dall’infanzia all’età adulta fornendo l’accesso alle risorse insieme adun ambiente che incoraggi lo sviluppo intellettuale, emotivo e socialee offra uno stimolo concreto per un’alternativa ai problemi sociali”

Raccomandazioni per i servizi bibliotecari

per giovani adulti

IFLA 2002

il ruolo delle biblioteche scolastiche
Il ruolo delle biblioteche scolastiche

E’ stato dimostrato che, quando bibliotecari e insegnanti lavorano insieme, gli studenti raggiungono livelli più alti di alfabetizzazione: nella lettura, nell’apprendimento, nel problem solving e nelle abilità relative alle tecnologie dell’informazione e della comunicazione.

Manifesto IFLA - UNESCO sulla biblioteca scolastica

in italia le biblioteche scolastiche sono reali
In Italia le biblioteche scolastiche sono reali?
  • Indizi:
  • Normativa
  • Disegni di legge
  • Progetti ministeriali
  • Protocolli d’intesa nazionali e regionali
  • Master
  • Iniziative e convegni
slide5

Normativa

  • R.D. n. 223/1909 : biblioteche annesse agli Istituti superiori
    • \'biblioteche speciali e indipendenti dalla locale biblioteca governativa‘
  • C.M. n. 36/1911 : “Istruzioni e norme per l’istituzione, l’ordinamento e il funzionamento di bibliotechine scolastiche” (elementari)
  • D.Lgs. n. 1521/1917 :  “Istituzione delle biblioteche nelle scuole elementari del Regno”
  • C.M. n. 28/1925 :  “Ordinamento delle biblioteche dei regi istituti medi d’istruzione”
  • C.M. n. 30/1926 : “Istituzione di biblioteche scolastiche e popolari”
  • R.D. n. 1335/1932 : costituzione dell\'Ente nazionale per le biblioteche scolastiche e popolari
un e book
Un e-book

Ettore Fabietti

MANUALE per le biblioteche pubbliche, popolari, SCOLASTICHE, per fanciulli, ambulanti, autobiblioteche, ecc.

Milano : A. Vallardi, 1933.

7.2 : La biblioteca scolasticaBiblioteca di scuola o di classe?

http://dante.di.unipi.it/ricerca/html/Fabietti.html

slide7

Normativa

C.M. n. 1136/1949 : “Indagine sulle biblioteche scolastiche e popolari"

C.M.n. 15005/1956 :  “Biblioteche, sussidi radio-audiovisivi, gabinetti scientifici”

C.M. n. 112/1961, n. 112 : “Diffusione del libro nelle scuole primarie, secondarie e artistiche”

C.M. n. 73/1964 : “Attrezzature tecnico-didattiche e scientifiche, sussidi audiovisivi, dotazioni per le biblioteche”

slide8

Normativa

Decreto Legislativo 16 aprile 1994, n. 297Testo Unico delle disposizioni legislative in materia di istruzione

Art. 158 - Biblioteche scolastiche

1. Ogni classe elementare esclusa la prima, ha una biblioteca scolastica per uso degli alunni.2. Le dotazioni librarie e le modalità per la gestione delle biblioteche di classe e della biblioteca di circolo sono stabilite ai sensi dell\'articolo 10. (Sono stabilite dal consiglio di circolo o di istituto)3. Al mantenimento e all\'incremento delle biblioteche di classe si provvede anche con:a) sussidi delle province, dei comuni e di altri enti locali;b) eventuali donazioni e lasciti privati.

disegni di legge
Disegni di legge

Bosi Maramotti 1983-1985 (BS)

Melandri 15.10.2002 (sulla lettura)

Adornato 14.01.2003 (sulla lettura)

De Simone 26.3.2003 (BS)

Cardano 27.9.2007 (BS)

Citazioni in leggi per e-learning, ausili per i disabili ecc.

progetti ministeriali
Progetti ministeriali
  • “Piano nazionale di educazione alla lettura” (C.M. n. 105/1995 n. 105 )
  • “Programma per la promozione e lo sviluppo delle BS” (C.M. n. 228/1999)
  • Progetto “Biblioteche nelle scuole” (2004)
  • Progetto “Amico Libro” (2007)
progetti ministeriali1
Progetti ministeriali
  • “Programma per la promozione e lo sviluppo delle BS”
  • Furono  finanziate 252 scuole
  • (su 4000 richieste)
  • 144 biblioteche sorsero ex novo e
  • 48 "eccellenti" furono potenziate
  • Furono istituiti Master
  • gratuiti per 400 docenti
progetti ministeriali2
Progetti ministeriali
  • Progetto "Biblioteche nelle scuole" 
    • Fu varato nel 2004 con l\'obiettivo di convogliare i cataloghi delle BS nel catalogo unico nazionale
    • Finito a dicembre 2006, ha visto impegnati circa 2600 corsisti che però non hanno ricevuto un titolo professionale spendibile
    • Le biblioteche non hanno ottenuto alcun
    • finanziamento
    • Non è praticamente ancora concluso
progetti ministeriali3
Progetti ministeriali
  • “Amico libro”
    • Stanziati 13 milioni di euro
    • 1000 euro a scuola, uguali per tutte
    • per l\'acquisto di testi di lettura
    • Intesa con AIE per sconti sull’acquisto
    • Intesa con UPI e ANCI per iniziative
    • sul territorio
master
Master
  • Bari
  • Firenze
  • Macerata
  • Padova
  • Viterbo
  • Padova 2008-2009
  • Bibliotecario nei servizi scolastici, educativi e museali
bibliotecario scolastico
Bibliotecario scolastico

Anche se

espressamente dedicato,

sicuramente

non

stabile

soggetti che si occupa va no di biblioteca
Soggetti che si occupa(va)no di biblioteca
  • docenti curriculari con ore a disposizione
  • personale di segreteria
  • volontari   a vario titolo (docenti pensionati, genitori, ecc.)
  • docenti utilizzati in altri compiti ex art.113
slide18

Punti didebolezza

• Spessola bibliotecanasce dalla buona volontà di docenti, nell’indifferenza del collegio dei docenti

• è vista come un optional

• non è pensata in funzione degli utenti

Perché non è chiara la sua mission

non basta prestare libri !

slide19

Cosa si fa in una biblioteca scolastica?

Nella BSM si apprendono le abilità di ricerca

cercare valutare e utilizzare le informazioni

nel patrimonio cartaceo in internet

slide20

Biblioteca virtuale

Ricerca in internet

in una directorycon un motore

in un OPAC

per parola chiaveper frase esatta

slide21

Biblioteca virtuale

  • Valutazione del sito
    • tipo  (istituzionale, commerciale, di associazione, personale, ecc.)
    • aggiornamento
    • autore
          • autorevolezza 
          • obiettività
slide22

Cosa si fa in una biblioteca scolastica?

L\'educazione alla ricerca e l\'abitudine alla lettura costruiscono

l\'apprendimento critico e consapevole

e preparano l\'utente

della biblioteca pubblica o universitaria

slide23

Biblioteca virtuosa

Il CONBS ha messo in

contatto bibliotecari scolastici

di tutta Italia

I bibliotecari scolastici parlano

in prima persona

Esiste una realtà multiforme,

viva, in rapporto dialettico con

i mutamenti della società

non biblioteca ma biblioteche
Non bibliotecama biblioteche

Le BS sono diverse:

• per ordine di scuola

• per mission(animazione della lettura, educazione alla ricerca)

• per sensibilità

e progettualità investite

nella scuola materna
Nella Scuola Materna

• Lalettura ad alta voce

• Ladrammatizzazione

• Il piccoloprestitocon i genitori, realizzato solitamente prima

dell’uscita da scuola

•I percorsi interdisciplinari:Dalla fiaba al film d\'animazione o Dalla fiaba alla musica (anche organizzando piccoli concerti)

• La“costruzione” di libria partire da materiali “poveri”

alle elementari e alle medie inferiori
Alle Elementari e alle Medie Inferiori

• “L\'ora di biblioteca”in cui si inizia l’educazione alla ricerca mostre mercato o mostre a tema, collegate a eventi o argomenti particolari

• Recensionida parte degli alunni dei libri letti, spesso con premiazione delle migliori e dei lettori più attivi

• Cacce al tesoroe giochi di ricerca

• Preparazione per la partecipazione delle classi ainiziative nel territorio

• Visite guidatea biblioteche cittadine, librerie, musei, mostre del libro...

• Giornalino scolastico

• Cartellonisticaper eventi

• Laboratori interculturali

alle superiori
Alle Superiori

• Percorsi ragionati di lettura, legati al curriculum o per eventi speciali

• Percorsi di grammaticadella ricerca

• Incontricon gli autori, ma anche con artisti, sportivi, scienziati, a seconda delle tipologie di scuola

• Laboratoridi scritturacreativa, canzoni e poesia

• Cineforum, spesso legati a percorsi di lettura a tema

• Sportello multiculturale, con accoglienza e ascolto dei ragazzi stranieri

• Stagein gestione della biblioteca, del catalogo informatico o dello spoglio di riviste, con acquisizione di crediti utili al percorso formativo

• Attività con disabiliper l’avviamento al lavoro nel campo biblioteconomico

• Pomeriggi in biblioteca(“con merenda”) sia per gli studenti che per gli utenti “adulti”

• Apertura seraleper studio e/o spettacoli, interviste, tavole rotonde allestimento del sito della scuola e/o della biblioteca

• Referencediretto e remoto (“chiedi alla biblioteca”)

• Prestito interbibliotecario

slide28
Una biblioteca in ogni scuola

perché fornisce gli strumenti per vivere nell’attualesocietà

dell’informazione e della conoscenza

Una connessione internet in ogni biblioteca

perché la scuola non può prescindere da una conoscenzacostruita in comune

Un ruolo ai docenti bibliotecari

condizione necessaria perché la mission della biblioteca si realizzi in unarealtà istituzionalee non costituisca un esperienza casuale

slide29

Grazie per l’attenzione

Maria Teresa De Nardis

http://conbs.altervista.org/[email protected]

ad