slide1
Download
Skip this Video
Download Presentation
Verso una strategia nazionale per l’idrogeno e le celle a combustibile

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 15

Verso una strategia nazionale per l’idrogeno e le celle a combustibile - PowerPoint PPT Presentation


  • 122 Views
  • Uploaded on

Verso una strategia nazionale per l’idrogeno e le celle a combustibile. GENESI DELLA PIATTAFORMA NAZIONALE H 2 CC PN - H 2 CC. Avviata su indicazione del MIUR Ha operato fra settembre 2004 e luglio 2005 Ha avuto il coordinamento generale del Centro Ricerche Fiat

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about ' Verso una strategia nazionale per l’idrogeno e le celle a combustibile ' - ananda


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
slide1

Verso una strategia nazionale

per l’idrogeno e le celle a combustibile

slide2

GENESI DELLA PIATTAFORMA NAZIONALE H2CC

PN - H2CC

Avviata su indicazione del MIUR

Ha operato fra settembre 2004 e luglio 2005

Ha avuto il coordinamento generale del Centro Ricerche Fiat

Ha coinvoltorappresentanti di

Ministeri

Regioni

Industrie

Università e Centri di Ricerca

Associazioni di Categoria

Istituzioni Finanziarie

Vai su Inserisci->Intestazione e piè di pagia per cambiare il titolo

slide3

GENESI DELLA PIATTAFORMA NAZIONALE H2CC

PN - H2CC

  • Il Focus della PN-H2CC era: proporre un Piano Strategico di Ricerca, Sviluppo e Applicazione per H2 e CC finalizzato a:
  • crescita di conoscenze distintive e di nuovi prodotti
  • maggiore competitività industriale
  • benefici ambientali (in particolare la riduzione

di emissioni di CO2 in atmosfera)

  • coordinamento con i programmi Internazionali

(in particolare la Piattaforma Europea)

Vai su Inserisci->Intestazione e piè di pagia per cambiare il titolo

slide4

AMBITI INDIVIDUATI DALLA PN - H2CC

  • Decine di esperti coinvolti in gruppi di lavoro hanno individuato 6 ambiti/tematiche prioritari nel settore H2 e CC:
  • - Produzione di Idrogeno
  • Distribuzione ed Accumulo di Idrogeno
  • Generazione Stazionaria di EE
  • Applicazione ai Trasporti
  • Primi mercati
  • Aree trasversali (Normativa/Sicurezza, Comunicazione, Strumenti Finanziari)

Vai su Inserisci->Intestazione e piè di pagia per cambiare il titolo

slide5

“VISIONE” ELABORATA DALLA PN - H2CC

  • Per ciascuno degli ambiti/tematiche prioritari è stata identificata una Visione su 3 scenari:
  • ScenarioTargetObiettivo
  • Breve Termine 2015 Consolidamento tecnologie
  • Medio termine 2030 Introduzione sul Mercato
  • Lungo Termine 2050 Affermazione su Larga scala

Vai su Inserisci->Intestazione e piè di pagia per cambiare il titolo

slide6

PROPOSTE PN-H2CC - Priorità operative al 2015

  • Le priorità per ciascuno degli ambiti/tematiche sono
  • state le seguenti:
  • PRODUZIONE H2: 50.000-100.000 t/y con costo 3-5 €/kg da
  • ca. 75% impianti centralizzati (da gas naturale)
  • ca. 25% impianti distribuiti (da gas naturale e/o elettrolisi acqua)
  • DISTRIBUZIONE ED ACCUMULO H2:
  • Accumulo prevalente in recipienti in pressione (fino a 700 bar)
  • e/o per gas liquefatto
  • Distribuzione prevalente su strada, affiancato da minireti locali
  • GENERAZIONE STAZIONARIA DI EE: potenze installate a fine periodo
  • ca. 50 MW CC PEM (mercati di nicchia es. UPS, app. portatili,…)
  • ca. 300 MW CC SOFC
  • ca. 400 MW turbogas/cicli combinati che impiegano H2
slide7

PROPOSTE PN-H2CC - Priorità operative al 2015

  • APPLICAZIONI TRASPORTO
  • Strada:
  • 15-20.000 veicoli circolanti ad H2 e CC o a idrometano con

motori a combustione interna.

  • flotte concentrate in aree urbane (Vetture, Van, Bus)
  • rete di alcune decine di stazioni di rifornimento
  • Rotaia:
  • veicoli sperimentali equipaggiati con CC come fonte ausiliaria

di energia (50-100 kW)

  • Nautica:
  • applicazioni prototipali finalizzate a propulsione pulita/silenziosa CC
  • navigazione in ambiti turistici, aree protette… (PEM 10-200 kW ca.)
  • energia navi passeggeri/mercantili in sosta in porto (MCFC 0,5 -1,5 MWca.)
  • Aereo:
  • prime introduzioni su velivoli sperimentali per generazione energia a bordo
slide8

PROPOSTE PN-H2CC - Priorità operative al 2015

  • PRIMI MERCATI

ca. 10.000 installazioni in contesti “premium energy” quali:

    • portatili elettronici (1-25 Watt)
    • generatori portatili EE (1-15 kW)
    • soluzioni integrate in impianti chimici (>250 kW) o con rinnovabili
  • Tecnologie chiave:
    • elettrolizzatori alta efficienza
    • mini-reformer
    • PEM & SOFC ad alta durata (> 20 000 ore) e bassi costi (< 1500 €/kW)
  • AREE TRASVERSALI

Sviluppo contesto normativo e crescita di adeguati strumenti finanziari

slide9

Tempi e costi di attuazione del Programma al 2015

Periodo

Costi Totali

Contributo

Enti Pubblici

Contributo Industria

(2006) ÷ 2010

530 M€

61 M€/anno

45 M€/anno

2011 ÷ 2015

654 M€

78,6 M€/anno

52,2 M€/anno

1.184 M€

Per l’attuazione del programma sono stati stimati e proposti dalla PN –H2CC i seguenti costi da ripartire fra Industria ed

Enti Pubblici (programmi Ministeriali, regionali, europei)

slide11

NUOVI SCENARI PER UNA NUOVA PN-H2CC

  • Si dovrà tener conto dell’evoluzione avvenuta negli ultimi due anni su scenari, indirizzi strategici e sinergie con altre piattaforme europee
  • In particolare
  • Expo 2015 di Milano
    • “vetrina” per l’Italia anche in termini di sostenibilità ambientale
  • Costituzione della Joint Technology Initiative Europea (JTI H2 & FC)
  • Sinergia con i programmi CCS-“Carbon Capture & Sequestration”
    • incluse le tematiche della gassificazione con ossigeno con produzione di H2 e Generazione Stazionaria di EE
  • Progetti già attivati autonomamente dalle industrie
    • Turbogas ad H2 di Marghera, Gassifcazione carbone con O2 di Brindisi, CCS ENI, ...
slide12

TEMATICHE DA APPROFONDIRE PER UNA NUOVA

PN-H2CC

  • Definizione e condivisione di un modello di “GOVERNANCE” e del suo COORDINAMENTO  RUOLO DI H2IT
  • Ridefinizione/conferma di
      • AMBITI
      • PRIORITÀ
      • TEMPI & COSTIATTUATIVI
    • proposti dalla PN-H2CC nel 2005
  • Allineamento della strategia nazionale con la JTI H2&FC (TASK FORCE ITALIA)
slide13

Commissione EU

Industria

EUROPA-JTI

Enti territoriali

Università/Ricerca

Task Force Italia

Governo

Regioni

COORDINAMENTO ITALIA

(H2IT)

Industria

Università/Ricerca

slide14

IPOTESI SUI TEMPI PER UNA NUOVA PN-H2CC

E PARTECIPAZIONE ALLE CALL EUROPEE

  • Dicembre 2008

H2IT organizza incontro con i Ministeri interessati per definire

i macro dettagli della nuova piattaforma nazionale

  • Gennaio 2009

Redazione documento della Nuova PN-H2CC con coordinamento

H2IT e presentazione ai Ministeri coinvolti  H2IT e Taskforce Italia

  • Febbraio 2009

Seconda call della JTI

  • Febbraio – Aprile 2009
    • Predisposizione progetti per la call JTI in accordo alla
      • Nuova PN-H2CC  H2IT e Taskforce Italia
    • Incontri con i Ministeri Italiani per definire risorse per
      • l’attuazione della nuova PN-H2CC nella Finanziaria 2010
slide15

Ugo Romano , ENI

Start up Enzo elettrolizzatori

IDA

Produzione distribiz: ENEA/ENI

integrazione con altre tech e piattaforme

Trasporto: Rovera/H2Roma

Stationary: early market Ansaldo/CNR

Trasvers

  • normative
  • Finanziario
  • Relazioni

Regioni : Puglia Toscana Calabria Sicilia

Intereg

GoverningBoard: 3 ministri, 1 regione, 2 industrie, 1 ricerca

Vai su Inserisci->Intestazione e piè di pagia per cambiare il titolo

ad