slide1
Download
Skip this Video
Download Presentation
Sistemi innovativi in zootecnia Supporti avanzati per la gestione dell’allevamento (corso SUPAG)

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 35

Sistemi innovativi in zootecnia Supporti avanzati per la gestione dell’allevamento (corso SUPAG) - PowerPoint PPT Presentation


  • 148 Views
  • Uploaded on

CORSO LAUREA MAGISTRALE IN SCIENZE DELLA PRODUZIONE ANIMALE. Sistemi innovativi in zootecnia Supporti avanzati per la gestione dell’allevamento (corso SUPAG). Massimo Lazzari Dipartimento di Scienze e tecnologie Veterinarie per la Sicurezza Alimentare Università degli Studi di Milano.

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about ' Sistemi innovativi in zootecnia Supporti avanzati per la gestione dell’allevamento (corso SUPAG)' - amil


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
slide1

CORSO LAUREA MAGISTRALE IN SCIENZE DELLA PRODUZIONE ANIMALE

Sistemi innovativi in zootecnia

Supporti avanzati per la gestione dell’allevamento

(corso SUPAG)

Massimo Lazzari

Dipartimento di Scienze e tecnologie Veterinarie per la Sicurezza Alimentare

Università degli Studi di Milano

slide2

CORSO LAUREA MAGISTRALE IN SCIENZE DELLA PRODUZIONE ANIMALE

Lezione introduttiva su GPS

Massimo Lazzari

Dipartimento di Scienze e tecnologie Veterinarie per la Sicurezza Alimentare

Università degli Studi di Milano

slide4

IL SEGMENTO SPAZIALE

24 Satelliti (29)

  • 6 piani orbitali
  • elevazione 20200 km
  • 1 rivoluzione in ~12 ore
  • 5 ore al di sopra dell’orizzonte
  • Orbite alte per:

Sicurezza

Copied from “GPS Navstar User’s Overview” prepared by GPS Joint Program Office, 1984

Copertura

Precisione

slide5

Riceve informazioni

IL SEGMENTO DI CONTROLLO

Trasmette informazioni

slide7

PERCHE’ USIAMO I SATELLITI?

  • Linea di vista
  • Condizioni di luce
  • Nessuna interferenza
  • meteorologica

Satellite Ranging

slide8

I SEGNALI GPS

In realtà oltre a questi esistono anche i codici Y (criptato dai militari) e D (navigazione), altre 2 frequenze a 1783,74 MHz e 2227,5 MHz e una detta L3 a 1381,05 MHz (per il rilievo delle esplosioni nucleari)

slide11

COME FUNZIONA?

1 satellite

2 satelliti

Triangolazione

possibile:

conoscenza della

posizione

Minimo

3 satelliti

I ricevitori gps hanno

più di 3 canali

slide12

COME FUNZIONA?

I ricevitori gps hanno

più di 3 canali

misura di fase
Misura di fase

d = v * ∆t

ricevitori che eseguono misure con impiego integrato di pseudoranges e fase portante

Ulteriori tecnologie

Ricevitori che eseguono misure con impiego integrato di pseudoranges e fase portante

Utilizzo filtri Kalman

HANNO RAPPORTO PRESTAZIONI/PREZZO MOLTO INTERESSANTE

slide17

ERRORE

ASSOLUTO

GLI ERRORI DEL GPS

PUNTO STIMATO DAL GPS

PUNTO REALE

errori
Errori
  • Imprecisione efemeridi fino a 2 m
  • Ritardo ionosferico fino a 4 m
  • Ritardo troposferico fino a 0.7 m
  • Precisione orologi fino a 2 m
  • Riflessione (edifici, montagne, ecc.) fino a 1.4 m
  • Tipo ricevitore fino a 0.5 m
slide19

Ionosfera

Troposfera

RITARDO IONOSFERICO E TROPOSFERICO

slide20

LE OSTRUZIONI

Multipath

slide21

IL MULTIPATH

Review Questions

slide22

DR1

DR2

DM1

DM2

T1

DM1

DR1

=

T2

DM2

DR2

=

LA CORREZIONE DIFFERENZIALE

Coordinate note = errori noti

  • RIFERIMENTO NOTO
  • CALCOLO DELL’ERRORE
  • UNIONE DATI DEI DUE RICEVITORI
slide23

T2

LA CORREZIONE IN REAL-TIME

T1

Coordinate note = errori noti

  • MAGGIOR COMPLESSITA’ DEL SISTEMA
  • NECESSITA’ DI TRASMETTERE IN TEMPO REALE LA TRASMISSIONE
  • PROTOCOLLO DI TRASMISSIONE: RTCM 104
  • NORMALMENTE RISULTATI MENO PRECISI RISPETTO AL POST-PROCESSING
slide25

VIA RADIO DA STAZIONE DI TERRA

  • RADIO-MODEM
  • RICEVITORE PREDISPOSTO
  • CANONE ANNUO
slide26

VIA GSM DA STAZIONE DI TERRA

  • GSM-MODEM
  • RICEVITORE PREDISPOSTO
  • TARIFFA TELEFONICA
slide27

VIA SATELLITE PRIVATO

(OMNISTAR)

SATELLITE PRIVATO

  • RICEVITORE PREDISPOSTO
  • CANONE ANNUO
slide28

SISTEMA WASS-EGNOS

VIA SATELLITE

PUBBLICO

SATELLITE PUBBLICO

  • RICEVITORE PREDISPOSTO
  • COMPLETAMENTE GRATUITO
slide31

Prova statica ricevitore

  • Accuratezza = 0,51 m
  • Errore medio = 0,24 m
  • CEP = 0,19 m
  • 95% = 0,50
gps criteri di scelta

ACCURATEZZA

Alta

Bassa

Media

Media

Alta

Bassa

PRECISIONE

GPS : CRITERI DI SCELTA

Identificazione luoghi lavoro o posizione animali

Rilievo tracciati

lavori

Applicazioni logistiche

Mappature

Automazione distribuzione sito-specifica fattori

Navigazione flotta

Sistemazione

terreni

Guida

assistita

Trapianto

Guida

automatica

ad