slide1
Download
Skip this Video
Download Presentation
LA RAPPRESENTAZIONE DEL REALE ATTRAVERSO LA STAMPA Orietta Berlanda

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 54

LA RAPPRESENTAZIONE DEL REALE ATTRAVERSO LA STAMPA Orietta Berlanda - PowerPoint PPT Presentation


  • 119 Views
  • Uploaded on

LA RAPPRESENTAZIONE DEL REALE ATTRAVERSO LA STAMPA Orietta Berlanda. LE FONTI INFORMATIVE E LE AGENZIE STAMPA. La danza tra fonti e giornalisti. FONTI INFORMATIVE (esterne) FONTI SPECIALI (interne). LE FONTI INFORMATIVE. FONTI INFORMATIVE “esterne al sistema dei giornali)

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about ' LA RAPPRESENTAZIONE DEL REALE ATTRAVERSO LA STAMPA Orietta Berlanda' - aletha


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
le fonti informative e le agenzie stampa

LE FONTI INFORMATIVE E LE AGENZIE STAMPA

La danza tra fonti e giornalisti

slide3

FONTI INFORMATIVE (esterne)

  • FONTI SPECIALI (interne)
le fonti informative
LE FONTI INFORMATIVE
  • FONTI INFORMATIVE “esterne al sistema dei giornali)

Ufficiali, ufficiose / stabili, occasionali

Processo di negoziazione: sono le fonti ufficiali e stabili, autorevoli, con potere, portavoce, fornenti materiale adatto, ad avere maggiore accesso ai media

le fonti informative1
(LE FONTI INFORMATIVE)

2. FONTI SPECIALI (interne al sistema giornalistico)

AGENZIE DI INFORMAZIONE

O AGENZIE STAMPA

breve storia delle agenzie stampa
BREVE STORIA DELLE AGENZIE STAMPA

1832, HAVAS, Parigi, traduzioni in francese (oggi AFP)

1952, Reuters a Londra

1952 Wolff a Berlino

Spartizione in 3 blocchi prima della Prima guerra mondiale

Havas: Francia, Portogallo, Italia , Spagna, Medio oriente

Wolff: Germania, Scandinavia, Balcani, Russia.

Reuters: i vasti territori dell’impero britannico.

dopo la guerra arrivano le americane
DOPO LA GUERRA ARRIVANO LE AMERICANE
  • ASSOCIATED PRESS (AP), 1848
  • UNITED PRESS (UP), 1892
  • DOWN JONES & CO (informazioni finanziarie), 1882

Nel 1928 è introdotta la telescrivente (trasmissione notizie)

LE 4 AGENZIE STAMPA MONDIALI DI OGGI:

AP, UP, AGENCE FRANCE PRESS, REUTERS

Tassdi Mosca, Nuova Cina di Pechino, la Dpa (Deutsche Presse Agentur), la Efe spagnola,

italia
ITALIA

ANSA (1945) - 1500 dipendenti tra cui 500 dipendenti (prima Stefani del 1853)

AGI (di Repubblica)

ADN Kronos

ASCA (Cattolica)

agenzie di materiale visivo
AGENZIE DI MATERIALE VISIVO
  • VISNEWS (London, proprietà della CBS)
  • CBS
  • UPITN (REUTERS E UPI)
  • MAGNUM (1947, fondata da Cartier Bresson et al)
pubblico delle agenzie stampa
PUBBLICO DELLE AGENZIE STAMPA
  • TESTATE GIORNALISTICHE

- GIORNALI ONLINE

slide13

PROCESSO DI CONFEZIONALMENTO DELLA NOTIZIA

DALLA RACCOLTA DEI DATI

ALL’EDITING

(processi distorsivi dovuti alle routines lavorative)

slide14

1. SCADENZIARIO (AGENDA DEGLI EVENTI)

  • 2. RACCOLTA INFORMAZIONI (selezione)
  • 3. ORGANIZZAZIONE DEI MATERIALI per temi

- 4. EDITING (RACCONTA DI UNA STORIA E HIGHLIGHTING) Ricontestualizzazione nel formato notizia)

slide16

UFFICI STAMPA: strutture di enti pubblici o privati aventi il compito di tenere i rapporti con la stampa.

Comunicano attraverso i comunicati stampa.

COMUNICATI STAMPA: testi informativi scritti per la stampa e le agenzie stampa)

informazioni ulteriori di dettaglio
INFORMAZIONI ULTERIORI DI DETTAGLIO

- COME?

- INFORMAZIONI DI SFONDO

- CHI NE TRAE VANTAGGIO (SVANTAGGIO)

- FATTI PRECEDENTI O DI ARCHIVIO CHE FACILITANO LA COMPRENSIONE

approfondimenti in allegato
APPROFONDIMENTI IN ALLEGATO

In allegato si possono mettere informazioni sulla biografia dei protagonisti, la storia di un luogo, immagini

comunicati stampa come scriverli
COMUNICATI STAMPA – COME SCRIVERLI

I comunicati stampa riportano le notizie essenziali in modo conciso ma essenziale

regola delle 5 w
REGOLA DELLE 5 W

(Who, What, Where, When, Why)

CHI, CHE COSA, DOVE, QUANDO, PERCHE’

struttura giocare con caratteri diversi ma leggibili
STRUTTURA (giocare con caratteri diversi ma leggibili)

INCIPIT (LEAD) –

Molto importante: si inizia mettendo tutte le informazioni importanti (chi- che cosa, dove, quando)

CORPO CENTRALE

Spiegazioni del titolo, tema, evento, nomi dei protagonisti

PARTE FINALE

Indirizzo dell’evento, telefono, Informazioni per contatti

Immagini allegate 2-3 (leggere o 300 dpi per pubblicazione), i cd.

slide23

ESEMPI DI COMUNICATI STAMPA

NB E’ importante la cura della grafica

slide25

ESEMPIO COMUNICATO STAMPA N.1

  • “I CAVALIERI DELL’IMPERATORE” ALLA FIERA DEL TEMPO LIBERO DI BOLZANO
  • Prosegue anche quest’anno la felice collaborazione tra il Castello del Buonconsiglio di Trento e la FieraBolzano. Dal  28 aprile  al 1 maggio, alla fiera del Tempo Libero 2012 di Bolzano il museo sarà presente con un’iniziativa particolarmente suggestiva dedicata alla prossima mostra estiva “I Cavalieri dell’Imperatore: tornei, battaglie e castelli” in programma al Castello del Buonconsiglio e a Castel Beseno dal 23 giugno al 18 novembre.
  • Nello stand messo a disposizione dalla Fiera, sarà ricreato un accampamento militare risalente ai tempi della battaglia di Calliano (1487), dove fanti ed Homini d’Arme e Lanzichenecchi, si cimenteranno in spiegazioni e dimostrazioni al pubblico sull’utilizzo di armi ed armature secondo il costume dell’epoca. L’evento sarà realizzato dal CERS, che da anni collabora con il Museo proponendo con successo spettacoli e rievocazioni storiche a Castel Beseno. Anche in questa occasione saranno rispettati criteri di massima fedeltà storico/ricostruttiva, riproponendo usi e costumi civili e militari del tempo, con un’alta spettacolarità delle azioni sceniche, in grado di suscitare nello spettatore interesse culturale e al tempo stesso un’intensa partecipazione emotiva. Lo stand vedrà quattro rievocatori storici specializzati che si esibiranno per il pubblico. Nell’arco della giornata, secondo un calendario prestabilito, all’interno dello stand verranno effettuate, con l’adozione di tutte le cautele necessarie per la sicurezza del pubblico, dimostrazioni relative all’utilizzo di armi ed armature.
comunicato stampa esempio 2 mostra selva obscura
COMUNICATO STAMPA ESEMPIO 2 : MOSTRA “SELVA OBSCURA”

SELVA OBSCURA PARTE ALTA

MILANOOFFICINE DELL’IMMAGINE23rd FEBRUARY - 25th MARCH 2012Selva Obscuragroup show curated by Giovanni CerviOpening night 23rd february 2011 7 P.M.

slide27

INCIPIT

It\'s an exhibition\'sinternationalyoung art, the first show of 2012 organized by Officine dell’Immagine located in Via Atto Vannucci 13 in Milan, in collaboration with Strychnin Gallery of Berlin.The group show Selva Obscura (opening thursday 23th february), curated by Giovanni Cervi, 19 artists with about 40 works, situates for the first time Neopantheism, an art trend spread in all the world.Chris Berens, Lisa Black, Daniel Martin Diaz, Tessa Farmer, Lisa Mei Ling Fong, SkeletonHeart, David Hochbaum, BethanyMarchman, Nunzio Paci, Michael Page, Marcus Poston, HikariShimoda, David Stoupakis, Squp, Eric van Straaten, Kevin Earl Taylor, RafVeulemans, Fernanda Veron, Nicol Viziolithroughdifferent media and languages on theirworks, emphasize the Nature (mother or stepmother) with disenchant or hope.

CORPO CENTRALENeopantheistartists are developing a new mythologythatblends last century pop culture, classicinspiration and alchemicalanimism.OurecosystemuncertainlyswingsbetweenHeaven and Hell, neopantheistartist put himselsuponit, on its zenit, when he looks down on it, he shows the possibleroadswecouldn\'tsee. Some pathsbring to reality devastation or to renaissance of a more nature-friendly world, some otheronesleave from new almost alternative assumptions, theyremodel the past to get a betterpresent and a better future.Destructionphase, as a transformation and notas a reality annihilation, iscelebrated by David Stoupakis\'sromantic and dark painting, by Tessa Farmer\'sapocalyptictaxydermicinstallations, by Nunzio Paci\'s and RafVeulemans\'spictorialstratifications; Michael Page enlightensus with an almostsurrealarborvitae, David Hochbaum\'spictures set nature ghosts in motion, HikariShimoda\'s acid painting mentionsmangas and childishperversions, Daniel Martin Diaz refers to alchemicalsymbolscrossing and to the dia de losmuertos messicano.Renaissancephaseissynthesized by Eric van Straaten\'s and SkeletonHeart\'ssculptures, verydifferent in their style but with fairyelements in common, anthropomorphousanimalscharacterizeBethanyMarchman\'soils, fairy and hyperrealistic painting is Chris Berens\'speculiarity; divinities are inedited in Squp\'s, Nicol Vizioli\'s and Fernanda Veron\'smysticalpictures. Uchronia, the alternative history, is the land of Lisa Black\'ssteampunksculpture (thatcombinestaxydermy and metal), of Kevin Earl Taylor\'svisionary painting and of Marcus Poston\'s and Lisa Mei Ling Fong\'slost and reiventedobjectsassemblages.It\'sourchoicebetweencarry on entropy and armony road, betweenhigherdisorder and respect for Nature.Catalogueedited by Vanilla.

parte finale selva obscura
Parte finale Selva Obscura
  • Info:Group show Selva Obscura, curated by Giovanni Cervi.Opening night 23rd february 2011 7 P.M.Artists: Chris Berens, Lisa Black, Daniel Martin Diaz, Tessa Farmer, Lisa Mei Ling Fong, SkeletonHeart, David Hochbaum, BethanyMarchman, Nunzio Paci, Michael Page, Marcus Poston, HikariShimoda, David Stoupakis, Squp, Eric van Straaten, Kevin Earl Taylor, RafVeulemans, Fernanda Veron, Nicol VizioliOfficine dell’Immagine – Via Atto Vannucci 13, Milano – MM3 Porta Romana.24th february - 25th march 2012Orari di apertura: tuesday – friday 3 P.M. - 7 P.M.saturday 11 A.M. - 7 P.M.Morning, monday and holidays by appointment.Milan, january 2012INFO: tel. +39 0331 898608 | Cell: +39 334 [email protected] | www.officinedellimmagine.com
alcuni suggerimenti tecnici
ALCUNI SUGGERIMENTI TECNICI
  • Scrivere il testo sulla pagina dell’email, ma allegare anche testo in word o PDF
  • Allegare alcune immagini (2-3) in formato leggero

(foto con maggiore definizione si inviano su richiesta del giornale il formato per la stampa è 300 dpi)

slide30

CAPPUCCETTO ROSSO

E IL LUPO PENTITO

esercitazione
ESERCITAZIONE

Scriviamo un comunicato stampa di uno spettacolo intitolato

“Cappuccetto rosso e il lupo pentito”

DATI ESSENZIALI:

Date spettacolo: sabato 2 giugno e domenica 3 giugno 2012

Sede: Teatro La Fenice

ATTENZIONE: quali dati fondamentali mancano?

storia dei quotidiani
STORIA DEI QUOTIDIANI

STORIA DEL QUOTIDIANI ITALIANI

slide33

STAMPA COME ARENA DI DIBATTITO PUBBLICO

La nascita della stampa moderna, e la libertà di stampa sono andate di pari passo con l’affermarsi della democrazia.

La loro nascita è infatti in relazione con il democratizzarsi della società. Se nel 1600 e 1700 erano attive alcune Gazzette, antecedenti dei giornali, ma è nel 1800, quando si formano gli stati moderni, che nascono le prime testate giornalistiche.

libert di stampa
Libertà di stampa

La libertà di stampaè un concetto introdotto conla Rivoluzione francese 1789 e sancita dalla Costituzione americana nel 1891.

Dopo questi eventi storici i quotidiani vennero intesi come strumento di potere e di lotta politica.

slide35

I giornali,oggi, ricoprono un ruolo importante nel rapporto tra cultura politica, istituzioni e pubblico.

slide36

La storia dei giornali italiani affonda le radici nel periodo risorgimentale.

Stretta da controlli del potere centrale è dopo l’unità d’Italia, 1865, che i primi giornali italiani cercano di ottenere lo status di giornale indipendenteper affrancarsi dal controllo governativo .

GIORNALI DIVENTANO ARENA DI DIBATTITO PUBBLICO

formato dei quotidiani ottocenteschi
FORMATO DEI QUOTIDIANI OTTOCENTESCHI

I quotidiani erano di grande formato e composti da 4 fogli.

Il pubblico era costituito dall’élite economica e culturale, ma poco a poco si allargò alla piccola borghesia.

alcune testate fino al fascismo
ALCUNE TESTATE FINO AL FASCISMO
  • - CORRIERE DELLA SERA, MILANO

1878 - IL MESSAGGERO, ROMA

1895 - LA STAMPA, TORINO

1896 - LA GAZZETTA DELLO SPORT, MILANO

FINE 800 – L’AVANTI (Partito Socialista)

1924 - L’UNITA’ (Partito Comunista)

le testate del dopoguerra
Le testate del dopoguerra

1956 – IL GIORNO, MILANO

1965 – Il sole 24 Ore (Confindustria)

1971 – Il Manifesto, Roma

1972 – Lotta Continua

1974 – Il Giornale di Indro Montanelli

1976 La Repubblica (formato tabloid) A. Mondadori e gruppo ed l’Espresso

slide45

NEGLI ANNI 2000

Televisione e Internet modificano i modi di presentare i contenuti dei quotidiani.

  • Allungamento ciclo della notizia

- Personalizzazione, polemiche

caso italiano
CASO ITALIANO

TESTATE REGIONALI

- L’Eco di Padova, della Rizzoli

  • Il Mattino, Padova, della Mondadori

Testate di Repubblica, gruppo Caracciolo (oggi De Benedetti), fondò agenzia di stampa AGI, che fornisce notizie alle testate regionali

Il Corriere della Sera ha aperto redazioni in molte città, allegando un inserto al quotidiano nazionale

slide47

ANNI ’90

Il fenomeno di proprietà più grosso fu la contrapposizione tra De Benedetti e Berlusconi per il controllo della Grande Mondadori. Al primo andò Repubblica con la catena di quotidiani locali affiliati e l’Espresso, a Berlusconi la Mondadori Libri e periodici tra cui Panorama.

generi giornalistici
GENERI GIORNALISTICI
  • IMFORMAZIONE POLITICA
  • NOTIZIA ECONOMICA
  • NOTIZIA DI COSTUME
  • INFORMAZIONE CULTURALE
  • NOTIZIA SCIENTIFICA
  • GIORNALISMO SPORTIVO
riferimenti bibliografici
RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI

Massimo Baldini, Storia della comuncazione, Newton & Compton, Roma 2005

Alberto Papuzzi, Professione giornalista, tecniche e teorie di un mestiere, Donzelli, Roma 2003

Paolo Scandaletti, Storia del giornalismo e della comunicazione, Ellissi, Napoli 2004.

Mauro Wolf, Teorie della comunicazione di massa, Bompiani, Milano 1985

ad