La letteratura in un mare di avventure
This presentation is the property of its rightful owner.
Sponsored Links
1 / 10

La letteratura in un mare di avventure PowerPoint PPT Presentation


  • 100 Views
  • Uploaded on
  • Presentation posted in: General

La letteratura in un mare di avventure.

Download Presentation

La letteratura in un mare di avventure

An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Presentation Transcript


La letteratura in un mare di avventure

La letteratura in un mare di avventure

Forse la letteratura è nata al mare. Forse Omero e gli altri padri della parola poetica di cui abbiamo perduto manoscritti e biografie hanno iniziato a scrivere sedendosi di fronte al mare. Non dico sotto un ombrellone, con il lettino, le infradito e il piede sabbiato. Ma con il medesimo sguardo un po' sperso che viene a tutti gli umani quando guardano oltre la riva. Che ci viene a tutti quando fissiamo l'andirivieni delle onde, fino alle piccole, le minime ondine che rompono le loro schiume di luce e d'acqua sulla sabbia o sugli scogli. Sono come le parole: minime, brevi, cangianti, eppure portano con sé tutta la eco del mare, del significato infinito.


La letteratura in un mare di avventure

Fissando il mare Omero immaginò. Ritrovò nella memoria le storie e i movimenti sonori della lingua. E furono guerre, cataloghi di navi, donne rapite, guerrieri semidei e amicizie struggenti. Morte e spettacolo del vivente.


La letteratura in un mare di avventure

Fu da meno lo sguardo di Virgilio? Dal mare doveva venire il fondatore della grande civiltà che ha fatto di Roma «il paradiso che bisogna vedere prima di morire», come dicevano i viaggiatori americani. Dante voleva far parte della combriccola dei maggiori e il suo viaggio è una traversata. Mare reale e metaforico c'è nella geografia della commedia. Il suo Ulisse, come lui stesso, desidera sfidare l'oceano spinto dall'amore per la conoscenza. Ma il consigliere fraudolento convince i suoi compagni che una piccola barca può fare «ali» dei suoi remi. Folle volo.


La letteratura in un mare di avventure

Per attraversare il mare del mistero Dante sa di dover contare su qualcosa di più grande, sulla grazia di un incontro, nuovo Ulisse che ha negli occhi Beatrice. Baudelaire, come un Dante frammentato, come dice Eliot, ritrae nella sua meravigliosa L'uomo e il mare la somiglianza tra i due esseri, nella libertà. Perciò Achab si agita ancora in cerca di una balena, ballerina che ci trema al centro degli occhi, oscura presenza che limita la nostra libertà. Il suo naufragio non finisce mai e continua ad alimentare la ricerca del male nella grande narrativa americana.


La letteratura in un mare di avventure

Ci sarebbe Il vecchio e il mare di Hemingway? D'altra parte, al centro di due grandi lingue letterarie portate in giro da grandi navigatori e conquistatori ci stanno altri naufragi: al centro della poesia inglese c'è il Naufragio del Deutschland, di G. M. Hopkins, e all'avvio della letteratura portoghese ci sta il naufrago di Camoes.


La letteratura in un mare di avventure

Anche l'immobile cangiante Pessoa dedica poesie e pagine piene di vento e nostalgia al mare. E non naufraga forse anche il nostro provinciale Leopardi nell'infinito ? Che presagio insegue il Buzzati de Il colombre? Viaggiatori e naufraghi sono gli eroi di Conrad, di Stevenson, di Londone di altri narratori di avventure del profondo, fino a Hugo Pratt. Il diario di maghi del mare come Colombo o Magellano o Cortez, riservano sorprese al lettore abituato a considerare quelle epopee solo come rozze conquiste. Dalle terre scoperte da quegli intrepidi marinai viene la poesia e la narrativa di Mutis, e dei suoi inquieti viandanti. E di Marquez, indagatore della triste festa della vita umana.


La letteratura in un mare di avventure

Altri speleologi delle cavità segrete, interiori, non sarebbero tali senza essere raggiunti dalla eco del mare. Che risuona nella voce del nostro Montale, scabra come gli ossi di seppia, resto d'anima e di vita, o in quella di Pavese immobile sulla riva nell'alba di un giorno «in cui nulla accadrà» oppure quella di Moravia tra Sabaudia e Capri o di Sereni di Bocca di Magra e di Tondelli a Rimini.


La letteratura in un mare di avventure

Non sarebbero state voci-sonar così sottili e percettivi senza sentire gli accordi che venivano dal mare. Né quella di Caproni senza gli afrori e la gente che salgono dai porti di Genova e di Livorno. «Io sposo il mare» scriveva Camus, echeggiando quel che accade in feste e processioni popolari in mille borghi marini. Cosa avrebbe visto il visionario Campana senza il mare ? Si affollano i nomi, vengono come onde. Un agile antologia di Valeria Serra, edita da Paolo Sorba editore, riporta alcuni dei mille e mille brani possibili.


La letteratura in un mare di avventure

La bella libreria denominata "Il mare international book store" in via di Ripetta a Roma da venticinque anni è porto per i curiosi di queste cose. Anche la più recente narrativa italiana, lungo le sue varie direzioni, sa di mare a diversi livelli: i romanzi di Magris, i racconti di Biamonti, il viaggio di Doninelli negli anni Settanta (Tornavamo dal mare), il proverbiale Baricco musaico tessitore di Oceani e pianisti sulla tolda, i Bar di Benni e anche le ragazzine livornesi della Avallone. Sono ormai entrati nel rilievo della letteratura anche i mari traversati da disperati esuli e migranti, Boat-people di ieri e di oggi, sponde di popoli che stanno ridisegnando lo sguardo reciproco, come nel Breviario mediterraneo di Matvejevic.


La letteratura in un mare di avventure

Gruppo di lavoro:

Bennici Marco

Caucci Raffaele

Pisano Davide


  • Login