Diffusione della cultura imprenditoriale e sostegno allo start up e all occupazione giovanile
This presentation is the property of its rightful owner.
Sponsored Links
1 / 40

Diffusione della cultura imprenditoriale e sostegno allo start-up e all’occupazione giovanile PowerPoint PPT Presentation


  • 73 Views
  • Uploaded on
  • Presentation posted in: General

Diffusione della cultura imprenditoriale e sostegno allo start-up e all’occupazione giovanile. Bando Start 2013. Il bando ha l’obiettivo di :

Download Presentation

Diffusione della cultura imprenditoriale e sostegno allo start-up e all’occupazione giovanile

An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Presentation Transcript


Diffusione della cultura imprenditoriale e sostegno allo start up e all occupazione giovanile

Diffusione della cultura imprenditorialee sostegno allo start-up e all’occupazione giovanile

Bando Start 2013


Finalit dell intervento

Il bando ha l’obiettivo di:

  • Favorire la nascita di nuove imprese e nuove attività di lavoro autonomo attraverso la messa a punto di un “sistema di servizi integrati a filiera” in grado di rispondere ai diversi bisogni dello start-up favorendo l’accesso a strumenti di microcredito;

  • Supportare le MPMI lombarde che prevedono l’inserimento occupazionale o la stabilizzazione lavorativa di giovani under 35 nella propria organizzazione.

Finalità dell’intervento


Accordo di programma competitivit del sistema economico lombardo

Il progetto Start è inserito nell’Accordo di Programma - Asse 3 - Microimpresa ed Artigianato siglato tra le Camere di Commercio lombarde e Regione Lombardia per il sostegno ed il rafforzamento del tessuto imprenditoriale lombardo.

Al progetto Start partecipano anche:

  • Comune di Milano

  • Comune di Monza

Accordo di Programma competitività del sistema economico lombardo


Dotazione finanziaria

Euro 2.010.578,90 cofinanziato da:

  • 1.000.000,00 Euro dalla Regione Lombardia - Direzione Generale Sport e Giovani

  • 893.878,90 Euro dalle Camere di commercio di Brescia, Como, Cremona, Lecco, Lodi, Mantova, Milano, Monza e Brianza, Pavia, Sondrio e Varese (di cui Euro 369.392,00 a valere su contributo Fondo Perequativo dell’Unione Nazionale delle Camere di Commercio – Accordo di programma MISE e Unioncamere 2011)

  • 111.700,00 Euro dal Comune di Milano – Direzione Centrale Politiche del Lavoro, Sviluppo Economico e Università

  • 5.000,00 Euro dal Comune di Monza – Assessorato alle politiche giovanili

Dotazione finanziaria


Diffusione della cultura imprenditoriale e sostegno allo start up e all occupazione giovanile

MISURA I

SUPPORTO

ALLA CREAZIONE D’IMPRESA E ATTIVITA’ DI LAVORO AUTONOMO


Soggetti beneficiari

Soggetti che all’atto della presentazione della domanda di iscrizione al colloquio di selezione (azione A1):

  • si trovino in difficoltà occupazionale e risultino:

    • inoccupati

    • disoccupati

    • cassintegrati

    • iscritti alle liste di mobilità

  • siano maggiorenni

  • siano residenti nelle province di Brescia, Como, Cremona, Lecco, Lodi, Mantova, Milano, Monza e Brianza, Pavia, Sondrio e Varese

  • siano intenzionati ad avviare un’attività d’impresa o di lavoro autonomocon sede legale ed operativa nelle province di Brescia, Como, Cremona, Lecco, Lodi, Mantova, Milano, Monza e Brianza, Pavia, Sondrio e Varese

  • Soggetti beneficiari


    Soggetti in difficolt occupazionali

    Si considerano:

    • inoccupati: persone mai entrate nel mercato del lavoro che risultano iscritte al Centro per l’Impiego;

    • disoccupati:persone alla ricerca di occupazione, immediatamente disponibili allo svolgimento di un’attività lavorativa e che risultano iscritte al Centro per l’Impiego;

    • cassintegrati:persone sospese dal lavoro che si trovano in Cassa Integrazione;

    • iscritti alle liste di mobilità:persone per le quali è stata attivata la procedura di mobilità.

    Soggetti in difficoltà occupazionali


    Azioni

    I servizi offerti dalla Misura I sono:

    A1 – Azioni di Selezione e di definizione dell’idea imprenditoriale o di lavoro autonomo

    A2 – Azioni di Formazione per la definizione del progetto imprenditoriale o di lavoro autonomo

    A3 – Azioni di Assistenza personalizzata per la stesura del Business Plan

    A4 – Azioni per favorire l’accesso al Microcredito

    Azioni


    A1 azioni di selezione

    Colloqui di selezione sul mettersi in proprio e di definizione dell’idea imprenditoriale/di lavoro autonomo

    A1 – Azioni di Selezione


    A1 azioni di selezione1

    Chi può accedere

    Soggetti che all’atto della presentazione della domanda di iscrizione al colloquio di selezione:

    • si trovino in difficoltà occupazionale

    • siano maggiorenni

    • siano residenti nelle province di Brescia, Como, Cremona, Lecco, Lodi, Mantova, Milano, Monza e Brianza, Pavia, Sondrio e Varese

    • siano intenzionati ad avviare un’attività d’impresa o di lavoro autonomo con sede legale ed operativa nelle province di Brescia, Como, Cremona, Lecco, Lodi, Mantova, Milano, Monza e Brianza, Pavia, Sondrio e Varese

    A1 – Azioni di Selezione


    Come accedere

    A1 – Azioni di Selezione

    La richiesta di iscrizione dovrà essere presentata nell’AREA RISERVATA del sito www.start.lombardia.it previa registrazione.

    Alla richiesta dovranno essere allegati:

    • copia del “Questionario sull’idea imprenditoriale”

    • copia di un documento di identità valido (carta di identità o passaporto)

    • autocertificazione attestante la residenza e il domicilio

    • autocertificazione attestante lo stato di inoccupazione/disoccupazione (solo per inoccupati e disoccupati),

    • copia dell’accordo Sindacale attestante lo stato di cassintegrazione (solo per cassintegrati),

    • copia della comunicazione aziendale attestante l’attivazione della procedura di mobilità (solo per gli iscritti alle liste di mobilità),

    Come accedere


    Come accedere1

    A1 – Azioni di Selezione

    L’iscrizione al colloquio di selezione è subordinata:

    • al rispetto dei requisiti formali

    • alla completezza, chiarezza e coerenza delle informazioni fornite nel “questionario sull’idea imprenditoriale o di lavoro autonomo”

    • alla disponibilità di posti che verranno assegnati secondo l’ordine cronologico di presentazione delle domande di iscrizione pervenute nella provincia di competenza

      I richiedenti saranno successivamente contattati (telefonicamente o via e-mail) per comunicare l’esito della richiesta di colloquio.

    Come accedere


    A2 azione di formazione

    Corsi di formazione

    della durata di 40 ore

    per trasferire contenuti e metodologie per la definizione del progetto imprenditoriale o di lavoro autonomo

    Laboratori didattici

    della durata di 16 ore

    per la stesura dell’idea imprenditoriale o di lavoro autonomo

    A2 – Azione di Formazione


    A2 azione di formazione1

    Chi può accedere

    I beneficiari che hanno superato positivamente il colloquio di selezione di cui all’azione A1.

    L’esito di tale colloquio sarà comunicato via e-mail.

    A2 – Azione di Formazione


    Come accedere2

    A2 – Azione di Formazione

    La richiesta di iscrizione dovrà essere presentata nell’AREA RISERVATA del sito www.start.lombardia.it a partire dal giorno successivo a quello di ricevuta comunicazione di superamento del colloquio di selezione.

    Le domande di iscrizione al corso di formazione dovranno essere inviate on-line entro e non oltre i 5 giorni di calendario che precedono l’inizio del corso prescelto nella provincia di competenza.

    L’iscrizione al corso di formazione è subordinata alla disponibilità di posti in aula nella provincia di competenza.

    Come accedere


    Diffusione della cultura imprenditoriale e sostegno allo start up e all occupazione giovanile

    A2 – Azione di Formazione

    Entro 5 giorni di calendario dalla conclusione del percorso di formazione e del laboratorio, il beneficiario, che ha frequentato il 75% di ore del corso di formazione ed il 75% delle ore di laboratorio, dovrà inviare on-line una copia della “Descrizione dell’idea imprenditoriale o di lavoro autonomo”

    Valutazione idea imprenditoriale

    • ammessa: valutazione tecnica positiva

    • non ammessa: valutazione tecnica negativa

    L’esito di tale valutazione sarà comunicata con le modalità previste nell’”aiuto in linea.”


    A3 azione di assistenza personalizzata

    Servizi di assistenza personalizzata e consulenza specialistica

    della durata di 5 ore

    • accompagnare i beneficiari nella stesura del Business Plan finalizzato all’analisi della fattibilità del progetto imprenditoriale o di lavoro autonomo

    • individuare eventuali forme di finanziamento e microcredito tra le opportunità disponibili

    A3 – Azione di Assistenza personalizzata


    A3 azione di assistenza personalizzata1

    Chi può accedere

    Solo i beneficiari che abbiano presentato un’idea imprenditoriale o di lavoro autonomo “ammessa” a seguito di valutazione tecnica positiva

    A3 – Azione di Assistenza personalizzata


    Modalit operative

    A3 – Azione di Assistenza personalizzata

    • Il percorso di assistenza personalizzata dovrà concludersi obbligatoriamente ed interamente entro e non oltre i 20 giorni di calendario successivi alla data di comunicazione degli esiti di valutazione delle idee imprenditoriali o di lavoro autonomo.

    • Entro il medesimo termine, il beneficiario dovrà inviare on-line una copia del proprio Business Plan, secondo le modalità che saranno consultabili cliccando su “aiuto in linea” all’interno dell’area riservata del sito www.start.lombardia.it

    Modalità operative


    Valutazione business plan

    Commissione Regionale di Valutazione

    Requisiti tecnici dei Business Plan

    • completezza e correttezza dei contenuti del Business Plan

    • fattibilità economica del progetto imprenditoriale o di lavoro autonomo

    • cantierabilità del progetto imprenditoriale o di lavoro autonomo

      Al termine della valutazione i Business Plan potranno risultare:

      • ammessi: valutazione tecnica positiva

      • non ammessi: valutazione tecnica negativa.

        Gli esiti della valutazione saranno pubblicati sul sito www.start.lombardia.it

    Valutazione Business Plan


    A4 azione per favorire l accesso al credito

    Incontri di presentazione dei progetti imprenditoriali allo scopo di:

    • Informare sul sistema della garanzia mutualistica erogata dai Confidi

    • Promuovere lo strumento di microcredito previsto dall’accordo FEI/Federfidi che prevede la concessione, da parte dei Confidi di 1° grado aderenti a Federfidi, di una garanzia dell’80% a fronte di finanziamenti bancari richiesti da neo imprenditori per un importo massimo di € 40.000.

    • Facilitare l’accesso a strumenti di microcredito disponibili favorendo il contatto con i Confidi operanti nelle province coinvolte

    A4 – Azione per favorire l’accesso al credito


    A4 azione per favorire l accesso al credito1

    Chi può accedere

    Gli aspiranti imprenditori o i nuovi imprenditori che abbiano:

    • frequentato almeno il 75% delle ore del corso di formazione e del laboratorio

    • frequentato il 100% del percorso di assistenza personalizzata

    • elaborato un Business Plan “ammesso” dalla commissione di valutazione

    A4 – Azione per favorire l’accesso al credito


    Diffusione della cultura imprenditoriale e sostegno allo start up e all occupazione giovanile

    TEMPISTICHE PROGETTO START

    MISURA I : Supporto alla creazione d’impresa e attività di lavoro autonomo


    Diffusione della cultura imprenditoriale e sostegno allo start up e all occupazione giovanile

    MISURA II

    Dote a SOSTEGNO dell’OCCUPAZIONE giovanile


    Azioni1

    I servizi offerti dalla Misura II sono :

    • B1 – Azioni di Aiuto Economico (Voucher) per l’occupazione/stabilizzazione lavorativa di giovani under 35

    • B2 – Azioni di Formazione per nuovi occupati

    Azioni


    B1 voucher per l occupazione stabilizzazione

    Chi può accedere

    Le micro, piccole e medie imprese con sede legale ed operativa in Lombardia che all’atto di pubblicazione del bando:

    • operino nei settori tessile/design di moda, green economy o nell’ambito della digitalizzazione

      oppure

    • operino in qualunque settore, ad esclusione dei settori previsti dal Regolamento (CE) n. 1998/2006, purché siano iscritte al Registro delle Imprese da meno di 4 anni dalla data di pubblicazione del bando (27 Marzo 2013).

    B1 – Voucher per l’occupazione/stabilizzazione


    Diffusione della cultura imprenditoriale e sostegno allo start up e all occupazione giovanile

    • B1 – Voucher per l’occupazione/stabilizzazione

    • …ed inoltre:

    • risultino regolarmente iscritte nel Registro delle imprese della Camera di Commercio, siano attive e in regola con il pagamento del diritto camerale;

    • siano in regola con il versamento dei contributi previdenziali dei dipendenti;

    • rispettino le norme di sicurezza sul lavoro;

    • rispettino gli accordi e contratti collettivi nazionali, nonché regionali, territoriali aziendali, di lavoro;

    • siano in regola con gli obblighi occupazionali stabiliti dalla legge in materia di diritto al lavoro dei disabili;

    • non abbiano disposto licenziamenti o avviato procedure di C.I.G.S. che abbiano interessato lavoratori con la stessa qualifica e mansione nell’anno immediatamente precedente la data di pubblicazione del Bando, e si impegnino a non effettuare licenziamenti nei 12 mesi successivi alla data di assunzione/stabilizzazione

    • abbiano legali rappresentanti, amministratori e soci per i quali non sussistano cause di divieto, di decadenza, di sospensione previste dall’art. 10 L. 575/1965 (c.d. Disposizioni contro la mafia).


    Diffusione della cultura imprenditoriale e sostegno allo start up e all occupazione giovanile

    • B1 – Voucher per l’occupazione/stabilizzazione

    Agevolazioni concedibili

    Vouchera fronte di interventi di nuova occupazione o stabilizzazione lavorativa di un giovane under 35 che presti la propria opera nel territorio lombardo attraverso:

    • Contratti a tempo indeterminato (full time e part time)

    • Contratti a tempo determinato (full time e part time) per un valore economico netto, risultante dai cedolini paga, di almeno 8.000,00 euro e  della durata di almeno 12 mesi

    • Contratti a progetto per un valore economico netto, risultante dai cedolini paga, di almeno € 8.000,00

      Tali contratti potranno essere sottoscritti a partire dalla data di pubblicazione del bando (27/3/2013) ed entro 60 giorni dalla data di pubblicazione degli esiti di valutazione delle domande di voucher.


    Diffusione della cultura imprenditoriale e sostegno allo start up e all occupazione giovanile

    • B1 – Voucher per l’occupazione/stabilizzazione


    Diffusione della cultura imprenditoriale e sostegno allo start up e all occupazione giovanile

    • B1 – Voucher per l’occupazione/stabilizzazione

    Modalità di accesso al voucher

    Le domande potranno essere presentate

    dalle ore 9.30 del 28 maggio 2013

    fino alle ore 18.00 del 12 Luglio 2013,

    salvo chiusura anticipata per

    esaurimento delle risorse disponibili


    Diffusione della cultura imprenditoriale e sostegno allo start up e all occupazione giovanile

    • B1 – Voucher per l’occupazione/stabilizzazione

    PRESENTAZIONE DOMANDA DI VOUCHER

    La modalità di presentazione delle domande di voucher è a “Sportello aperto”: l’attribuzione del voucher avverrà, secondo l’ordine cronologico di protocollazione on-line.

    Compilazione formulario on-line area riservata sito www.start.lombardia.it

    Attribuzione numero di protocollo alla domanda di voucher on-line con indicazione di data/ora/minuto/secondo di invio

    Entro 7 giorni di calendario dall’invio on-line, la domanda generata dal sistema dovrà essere inviata, pena l’inammissibilità della stessa, attraverso Posta Elettronica Certificata all’indirizzo [email protected]


    Diffusione della cultura imprenditoriale e sostegno allo start up e all occupazione giovanile

    • B1 – Voucher per l’occupazione/stabilizzazione

    Valutazione delle domande

    Commissione Regionale di Valutazione

    Istruttoria formale tesa a verificare la sussistenza delle condizioni di ammissibilità e la completezza della documentazione presentata

    Non saranno considerate ammissibili, e pertanto verranno respinte, le domande:

    • presentate da soggetti non in possesso dei requisiti formali indicati dal bando

    • redatte su modulistica diversa da quella resa disponibile nell’Area riservata del sito www.start.lombardia.it

    • incomplete e/o non corredate dalla documentazione obbligatoria richiesta

    • non inviate via PEC secondo le modalità previste dal bando


    Diffusione della cultura imprenditoriale e sostegno allo start up e all occupazione giovanile

    • B1 – Voucher per l’occupazione/stabilizzazione

    Valutazione delle domande

    Al termine dell’istruttoria la domanda di voucher potrà risultare:

    • ammessa e agevolata

    • ammessa e non agevolata: per esaurimento delle risorse disponibili

    • non ammissibile: per il mancato rispetto dei requisiti formali.

      Gli esiti della valutazione saranno resi pubblici sul sito www.start.lombardia.it e comunicati ai beneficiari.


    Diffusione della cultura imprenditoriale e sostegno allo start up e all occupazione giovanile

    • B1 – Voucher per l’occupazione/stabilizzazione

    Obblighi del beneficiario

    Entro 60 giorni dalla data di pubblicazione degli esiti di valutazione delle domande di voucher l’impresa dovrà sottoscrivere il contratto oggetto del voucher.

    La liquidazione del voucher avverrà in un’unica soluzione, dietro presentazione, da parte dell’impresa, della “Richiesta di erogazione voucher”, disponibile on-line nell’area riservata del sito www.start.lombardia.it, e della documentazione finale di avvenuta assunzione/stabilizzazione meglio specificata nell’Atto di Accettazione.


    Diffusione della cultura imprenditoriale e sostegno allo start up e all occupazione giovanile

    • B1 – Voucher per l’occupazione/stabilizzazione

    Revoche

    • variazioni del nominativo del lavoratore

    • informazioni dichiarate nella domanda di voucher non autentiche

    • cessazione anticipata del rapporto di lavoro

    • cumulo con altre agevolazioni

    • mancata partecipazione del giovane occupato/stabilizzato all’azione di formazione prevista dall’azione B2 del bando


    Diffusione della cultura imprenditoriale e sostegno allo start up e all occupazione giovanile

    B2 – Azione di formazione neo occupati

    Seminari di formazione rivolti ai giovani occupati/stabilizzati nell’ambito della misura B1 aventi lo scopo di presentare i principali aspetti delle organizzazioni aziendali e della contrattualistica del lavoro


    Diffusione della cultura imprenditoriale e sostegno allo start up e all occupazione giovanile

    B2 – Azione di formazione neo occupati

    • Beneficiari: potranno accedere ai servizi le micro, piccole e medie imprese beneficiarie del voucher

    • Destinatari: sono destinatari i giovani lavoratori occupati o stabilizzati dell’impresa beneficiaria del voucher


    Diffusione della cultura imprenditoriale e sostegno allo start up e all occupazione giovanile

    B2 – Azione di formazione neo occupati

    I servizi di cui all’azione B2 saranno automaticamente resi disponibili a tutti i beneficiari dell’azione B1 attraverso le modalità che saranno consultabili all’interno dell’area riservata del sito www.start.lombardia.it


    Diffusione della cultura imprenditoriale e sostegno allo start up e all occupazione giovanile

    TEMPISTICHE PROGETTO START

    MISURA II: Dote a sostegno dell’occupazione giovanile


    Riferimenti p n i

    • BRESCIA Via Einaudi, 23 - Tel. 030/3725264-298 - Fax 030/3725371 [email protected]

    • COMO Via Parini, 16 - Tel. 031/256379 – 384 - Fax 031/256501 [email protected]

    • CREMONA P.zza Stradivari, 5 - Tel. 0372/490276 - 278 - Fax 0372/490322 [email protected]

    • LECCO Via Tonale, 30 - Tel. 0341/292212 - Fax 0341/292220 [email protected]

    • LODI Via Haussmann, 15 - Tel. 0371/4505247 – 222 - 234 - Fax 0371/431604 [email protected]

    • MANTOVA L.go Pradella, 1 - Tel. 0376/356043 - Fax 0376/224430 [email protected]

    • MILANO Via Santa Marta, 18 - Tel. 02/8515.5340 - Fax 02/8515.5290 [email protected]

    • MONZA P.zza Cambiaghi, 5 - Tel. 039/2807411 - Fax 039/2807449 [email protected]

    • PAVIA C.so Strada Nuova, 47/d (ingresso Cupola Arnaboldi) Tel. 0382/393235-271 Fax 0382/393270 [email protected]

    • SONDRIO Via Piazzi, 23 - Tel. 0342/527226 - 236 - Fax 0342/527216 [email protected]

    • VARESE P.zza Monte Grappa, 5 - Tel. 0332/295361 - Fax 0332/286038 [email protected]

    Riferimenti P.N.I.


  • Login