indicazioni cliniche per prescrizioni di ecocolor doppler cardiaco
Download
Skip this Video
Download Presentation
Indicazioni cliniche per prescrizioni di ecocolor Doppler cardiaco

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 22

indicazioni cliniche per prescrizioni di ecocolor doppler cardiaco - PowerPoint PPT Presentation


  • 330 Views
  • Uploaded on

Indicazioni cliniche per prescrizioni di ecocolor Doppler cardiaco. Appropriatezza della prescrizione Appropriatezza dei tempi di esecuzione. appropriatezza della prescrizione. Soggetti senza cardiopatia nota Soggetti con cardiopatia nota o sospetta Soggetti con patologia extra-cardiaca.

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about 'indicazioni cliniche per prescrizioni di ecocolor doppler cardiaco' - Pat_Xavi


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
indicazioni cliniche per prescrizioni di ecocolor doppler cardiaco
Indicazioni cliniche per prescrizioni di ecocolor Doppler cardiaco
  • Appropriatezza della prescrizione
  • Appropriatezza dei tempi di esecuzione
appropriatezza della prescrizione
appropriatezza della prescrizione
  • Soggetti senza cardiopatia nota
  • Soggetti con cardiopatia nota o sospetta
  • Soggetti con patologia extra-cardiaca
livelli di raccomandazione
livelli di raccomandazione
  • Classe I : condizione per la quale vi è evidenza scientifica o generale consenso che l’accertamento/trattamento sia efficace
  • Classe II : condizione per la quale vi sono opinioni divergenti relativamente all’utilità/efficacia dell’accertamento/trattamento
  • Classe III : condizione per la quale vi è documentata evidenza o consenso generale che l’accertamento/trattamento sia inutile o dannoso.
soggetti senza cardiopatia nota
Soggetti senza cardiopatia nota

1) Dolore toracico

Classe I : fondato sospetto di cardiopatia ischemica, valvolare, miocardio o pericardio.

N.B. : l’ecocardiogramma è da considerare sempre indagine di 2° livello

Classe II : ---

Classe III : documentato dolore toracico di natura non cardio-vascolare.

slide5
2) Dispnea/edemi declivi

Classe I : fondato sospetto di cardiopatia ischemica, valvolare, miocardio o pericardio.

N.B. : l’ecocardiogramma è da considerare sempre indagine di 2° livello

Classe II : ---

Classe III : documentata dispnea o edemi declivi di natura non cardiaca.

slide6
3) Palpitazioni

Classe I : aritmie maggiori (aritmie ventricolari “life-threatening”, fibrillazione flutter atriale) ; familiarità per cardiopatia congenita con rischio di “morte improvvisa” (displasia VDx, CMPI)

Classe II : in presenza di qualsiasi aritmia per la quale è già stata posta indicazione a terapia

Classe III : aritmie “minori” (BEV – BESV) senza segni clinici di cardiopatia ;

in presenza di palpitazioni aspecifiche

slide7
4) Soffio cardiaco

Classe I : soffio cardiaco di sospetta natura organica

Classe II : ---

Classe III : soffio già accertato come “innocente”

slide8
5) Screening nella popolazione asintomatica

Classe I : storia familiare di cardiopatia ereditaria

Classe II : malattia sistemica con interessamento cardiaco; blocco di branca sx. o dx., blocco A-V II-III° asintomatici; Pazienti candidati a chemioterapia; atleti a livello agonistico

Classe III : popolazione generale

soggetti con cardiopatia nota o sospetta
Soggetti con cardiopatia nota o sospetta

1) Cardiopatia ischemica

Classe I : definizione diagnostica ; per variazioni rilevanti del quadro clinico; ogni 12 mesi in caso di cardiopatia ischemica stabile con EF < 50% ; ogni 6 mesi in caso di disfunzione ventricolare sx. severa

Classe II : cardiopatia ischemica stabile senza disfunzione ventricolare sinistra

Classe III : ---

slide10
2 ) Valvulopatie

Classe I : definizione diagnostica ; per variazioni rilevanti del quadro clinico; nei soggetti con indicazioni chirurgica prossima o prevedibile rapida evoluzione; ogni 12 mesi nelle valvulopatie a prevalente insufficienza di grado moderato-grave

Classe II : nelle valvulopatie lievi-moderate e protesi valvolari senza modificazioni quadro clinico (ogni 1-2 anni)

Classe III : ---

slide11
3) Ipertensione arteriosa

Classe I : ipertensione sisto-diastolica grave; in caso di danno d’organo; in caso variazioni del quadro clinico

Classe II : ipertensioni senza segni clinico-strumentali di danno d’organo o fattori di rischio associati

Classe III : ipertensione arteriosa boder-line di recente accertamento

slide12
3) Sincope

Classe I : sospetta sincope cardiogena o di natura inspiegata

N.B. l’ecocardiogramma è da considerare sempre indagine di 2° livello

Classe II : ---

Classe III : sincope di natura non cardio-vascolare

slide13
Malattie del pericardio

Classe I : definizione diagnostica; soggetti con segni di “cronicizzazione” di accertata patologia pericardica ogni 12 mesi

Classe II : pregressa patologia pericardica senza esiti

Classe III : ---

slide14
5) Cardiomiopatia primitive e secondarie

Classe I : definizione diagnostica; monitoraggio funzione ventricolare sinistra (ogni 6- 12 mesi nelle forme moderato-severe)

Classe II : malattie sistemiche a possibile coinvolgimento cardiaco

Classe III : malattie sistemiche a basso coinvolgimento cardiaco

soggetti con patologia extracardiaca
Soggetti con patologia extracardiaca
  • Malattie polmonari

Classe I : sospetta ipertensione polmonare; sospetto cuore polmonare cronico

Classe II : pregressa embolia polmonare; broncopneumopatia cronica ostruttiva

Classe III : ---

slide16
2) Ischemia cerebrale

Classe I : ischemia cerebrale età < 45 anni ;

ischemia cerebrale in assenza patologia TSA ed età > 45 anni

Casse II : follow-up soggetto con pregressa ischemia cerebrale cardioembolica

Classe III : ischemia cerebrale ad etiologia non cardiaca.

appropriatezza dei tempi di esecuzione
appropriatezza dei tempi di esecuzione
  • Priorità clinica per Pazienti degenti
  • Priorità clinica per Pazienti ambulatoriali
pazienti ambulatoriali
Pazienti Ambulatoriali

Urgenza : entro 24 ore  gestione affidata a Dip. di Emergenza o valutazione Cardiologica

Priorità alta : entro 7 giorni

Priorità intermedia : entro 30 giorni

Priorità bassa : entro i tempi di prenotazione

Controlli periodici : tempi predefiniti

appropriatezza della prescrizione20
appropriatezza della prescrizione

ASL 4

studio AMCO – Toscana 2002

slide22
i problemi dell’ecocardiografista :

il cardiologo “ecocentrico”,

la prescrizione “latitante” ,

la “ necessità” urgente ,

il “ turismo“ diagnostico .

ad