slide1
Download
Skip this Video
Download Presentation
Regolamento di debiti e crediti commerciali

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 32

Il regolamento dei debiti e dei crediti commerciali - PowerPoint PPT Presentation


  • 183 Views
  • Uploaded on

Regolamento di debiti e crediti commerciali. Pagamento dei debiti verso fornitori. Ricevimento della fattura. Pagamento dei debiti. Operazione d’acquisto. Pagamento dei debiti verso fornitori. Forme di pagamento. Rispetto ai mezzi di pagamento. Rispetto al tempo.

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about 'Il regolamento dei debiti e dei crediti commerciali' - Gabriel


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
slide2

Pagamento dei debiti verso fornitori

Ricevimento della fattura

Pagamento dei debiti

Operazione d’acquisto

slide3

Pagamento dei debiti verso fornitori

Forme di pagamento

Rispetto ai mezzi di pagamento

Rispetto al tempo

  • pagamento per cassa
  • pagamento mediante le diverse forme di utilizzo del c.c. bancario
  • accettazione o firma di cambiali passive
  • girata o cessione di cambiali attive
  • pagamento anticipato
  • pagamento immediato
  • pagamento differito
slide4

Pagamento dei debiti verso fornitori

Utilizzo del c/c bancario

Assegni bancari

Ordine di pagamento

Strumenti

Giroconto

Bonifico

Un debito di fornitura pari a € 9.600,00 viene pagato con assegno bancario. Elementi vari determinano uno sconto non documentato del 5%.

Pagamento di un debito con assegno bancario, presenza sconto non documentato

Pagamento di un debito con assegno bancario, presenza sconto documentato.

slide5

Pagamento dei debiti verso fornitori

Accettazione o firma di cambiali passive

Documenti in base ai quali il debitore deve effettuare una prestazione a chi glieli presenta, essendone il legittimo possessore, nel luogo e nella data indicati

Titoli di credito

Titolo di credito che contiene la promessa o l’ordine di pagare una certa somma, ad una determinata scadenza, in un certo luogo, a favore del possessore legittimo

Cambiale (effetto)

Cambiale tratta

Pagherò cambiario

Promessa di pagamento per cui l’emittente si impegna a corrispondere la somma di denaro indicata al beneficiario

Ordine di pagamento per cui il traente ordina al trattario di pagare la somma indicata ad un altro soggetto

* La natura di titolo esecutivo, facilmente recuperabile, deve essere evidenziato anche in contabilità fino al momento dell’estinzione

slide6

Pagamento dei debiti verso fornitori

Accettazione o firma di cambiali passive

Il fornitore beta per garantire la riscossione del suo credito propone all’azienda una cambializzazione. L’azienda decide di accettare una tratta a tre mesi che copre l’intero importo pari a € 37.125,00.

Cambializzazione di un debito

Pagamento delle cambiali passive

slide7

Pagamento dei debiti verso fornitori

Rinnovo di cambiali passive

Alla scadenza di una cambiale passiva di € 10.000,00, per temporanee difficoltà si richiede e si ottiene dal fornitore un rinnovo per metà del debito per ulteriori tre mesi. La metà non rinnovata è pagata in contanti. Il fornitore applica un tasso di interessi per il differimento del pagamento del 8% annuo.

Rinnovo cambiali passive.

Girata o cessione di cambiali attive

Si decide di pagare un fornitore, che vanta un credito di € 17.523,00, cedendogli una cambiale di € 8.500,00 e regolando il resto tramite assegno bancario.

Pagamento debito tramite cessione effetti attivi e assegni

slide8

L’incasso dei crediti verso clienti

Emissione della fattura

Incasso dei crediti

Operazione di vendita

slide9

L’incasso dei crediti verso clienti

Forme d’incasso

Rispetto ai mezzi di pagamento

Rispetto al tempo

  • Incasso anticipato
  • incasso immediato
  • incasso differito
  • Incasso in contanti
  • incasso mediante c/c
  • emissione ricevute bancarie
  • emissione di cambiali attive
slide10

L’incasso dei crediti verso clienti

Utilizzo del c/c bancario

Incassato un credito di € 14.400,00 tramite giroconto; si concede uno sconto del 4% inviando al cliente una nota di accredito per lo sconto concesso.

Incasso di un credito tramite giroconto, presenza di uno sconto documentato.

slide11

L’incasso dei crediti verso clienti

Emissione di ricevute bancarie

Ricevuta bancaria

Documento che permette all’impresa di incassare i crediti commerciali della propria clientela

Dichiarazioni di quietanza emesse dall’impresa-fornitrice e consegnate alla banca per la riscossione

Iter da seguire

  • Compilazione da parte dell’impresa-fornitrice (estremi fattura e generalità cliente)
  • Invio e presentazione alla banca
  • La banca invia al debitore un avviso
  • Presentazione del debitore per il pagamento (rilascio quietanza dalla banca)

* L’avvenuta emissione di ricevute bancarie e il loro trasferimento in banca per l’incasso può essere annotata tramite il sistema dei conti d’ordine.

slide12

L’incasso dei crediti verso clienti

Emissione di ricevute bancarie

Emesse ed inviate alla Banca ricevute bancarie per la riscossione di due crediti verso il cliente Alfa. I crediti ammontano a € 6.000,00 e 2.000,00. La prima ricevuta viene onorata dal debitore alla scadenza, si pagano commissioni bancarie per € 8,00. La seconda ricevuta rimane insoluta, la banca addebita spese d’insoluto per € 15,00 che l’azienda recupera rivalendosi sul cliente.

Annotazione nei conti d’ordine, nel trasferimento delle R.B. alla banca

Incasso di R.B.

Annotazione nei conti d’ordine, dell’incasso delle R.B.

slide13

L’incasso dei crediti verso clienti

Emissione di ricevute bancarie

Addebito spese d’insoluto per mancato incasso di R.B.

Annotazione nei conti d’ordine, del trasferimento dalla banca all’azienda, delle R.B. non incassate.

Recupero spese d’insoluto su R.B.

slide14

L’incasso dei crediti verso clienti

Emissione di cambiali attive

Emissione di una cambiale a saldo di un precedente credito (Add. o non spese di bollo pari al 12%, no base imponibile)

  • Operazioni possibili con effetti attivi commerciali:
  • procedere all’incasso degli effetti con accredito al dopo incasso
  • girare o cedere gli effetti per il regolamento di posizioni debitorie
  • procedere all’incasso degli effetti con accredito s.b.f.
  • procedere allo sconto degli effetti
  • rinnovare effetti in scadenza
  • protestare effetti insoluti
slide15

L’incasso dei crediti verso clienti

Incasso di effetti con accredito al dopo incasso

Trasferimento delle cambiali alla banca

Incasso del credito e costo da corrispondere alla banca per il servizio prestato (operazione soggetta ad IVA*)

Presentati alla Banca effetti attivi per € 20.000,00 per l’accredito al dopo incasso. Le spese bancarie per l’incasso ammontano a € 30,00.

Presentazione delle cambiali all’incasso

Accredito effetti incassati con addebito spese non fatturate

slide16

L’incasso dei crediti verso clienti

Protesto di effetti insoluti

Quando il pagamento degli effetti non è onorato alla scadenza l’azienda può:

Far protestare l’effetto (presso un notaio o uff. giud osegr. Com.)

Ritirare l’effetto senza procedere al protesto

Spese di protesto (no costo)

  • Tratta di rivalsa:
  • valore nominale cambiale protestata
  • recupero spese di protesto
  • eventuale recupero valori bollati (esenti IVA)
  • eventuali interessi moratori (esenti IVA)
  • recupero commissioni bancarie diverse (soggette ad IVA)
slide17

L’incasso dei crediti verso clienti

Cambiali attive per € 50.000,00 presenti in portafoglio non sono state onorate alla scadenza. Si procede con il protesto eseguito da un notaio. Le spese di protesto ammontano a € 700,00 + IVA. Si addebitano al cliente anche interessi di mora per € 200,00 e si recuperano valori bollati per € 600,00.

Protesto di effetti insoluti

Emissione della tratta di rivalsa

slide18

L’incasso dei crediti verso clienti

Finanziamenti a breve tramite smobilizzo di crediti

Ottenere un finanziamento o delegare un terzo alla gestione relativa all’incasso del credito

Cambiali attive dotate di requisito di bancabilità

Operazioni di sconto

Cambiali non dotate di requisito di bancabilità

Finanziamenti in portafoglio s.b.f.

Ricevute bancarie

Fattura

Anticipazione

Factoring

slide19

L’incasso dei crediti verso clienti

Operazioni di sconto cambiario commerciale

“cessione salvo buon fine di crediti vantati presso terzi non ancora scaduti ad un istituto di credito che ne anticipa l’importo, al netto delle competenze spettanti per l’operazione”

Sconto commerciale

  • Disporre immediatamente di liquidità
  • Negoziare dilazioni di pagamento “temporalmente importanti”

Obiettivi

Modalità di funzionamento

“Castelletto di sconto”

Requisiti di bancabilità dei titoli

Limite massimo di credito concedibile all’impresa, entro il quale può essere effettuato lo sconto di effetti commerciali

  • quantità e qualità (solvibilità) firmatari
  • scadenza 4 mesi, o da 6 a 12 (gar. ipo.)
  • luogo di pagamento
  • assenza di clausole
  • presenza appositi bolli

Costo dell’operazione

Tasso di sconto (sul valore nominale), giorni di sconto, imposta di bollo, oneri accessori.

slide20

L’incasso dei crediti verso clienti

Operazioni di sconto cambiario commerciale

Vengono presentati presso la propria banca effetti attivi allo sconto, aventi i requisiti di bancabilità, per nominali € 5.000,00; la banca, effettuate le operazioni del caso, accetta tali effetti e comunica l’accredito in c/c per € 4.650,00.

Presentazione di effetti attivi allo sconto

Sconto di effetti attivi

Annotazione nei conti d’ordine alla presentazione degli effetti

Annotazione nei conti d’ordine dopo la rescossione degli effetti

slide21

L’incasso dei crediti verso clienti

Presentazione di effetti e ricevute in portafoglio s.b.f.

Forma di finanziamento basata sulla presentazione all’incasso di crediti in scadenza, aventi o meno natura cambiaria e nel rispetto della clausola s.b.f.

  • velocizzare e render più sicuro l’incasso del credito
  • ottenere un finanziamento a breve termine

Obiettivi

Soggetti interessati

La banca e l’impresa che presenta tali crediti all’incasso

Costo dell’operazione

Imposta di bollo, voci di costo differenziate a seconda della modalità di accredito e di conto utilizzato, eventuali oneri per insoluti, altre spese (annuali di istruttoria, com. di incasso, com. di ritorno ).

slide22

L’incasso dei crediti verso clienti

Presentazione di effetti e ricevute in portafoglio s.b.f.

Presentate presso la propria banca ricevute bancarie per € 4.000,00, scadenti a 40 giorni, per l’incasso s.b.f. La banca addebita commissioni per € 50,00. L’accredito avviene direttamente sul c/c; gli interessi passivi di fine trimestre ammontano a € 43,00.

Presentazione di ricevute bancarie all’incasso

Liquidazione periodica degli interessi su c/c

Incasso ricevute bancarie

slide23

L’incasso dei crediti verso clienti

Anticipazioni su fatture

Operazione di finanziamento a breve termine, in cui la banca anticipa ad un’impresa, definita affidata, l’importo delle fatture, emesse da questa nei confronti dei propri clienti.

Cessione del credito

Mandato irrevocabile di incasso

  • scarto prudenziale (20-30%), a titolo sia d’interessi che di garanzia
  • comunicazione al debitore
  • apertura conto transitorio
  • emissione fatture indicanti luogo e data del pagamento
  • autorizzazione alla banca a trattenere le somme riscosse
  • debitore provvede al pagamento avvalendosi di eventuali margini di ritardo
  • la banca comunica al cliente l’accredito

Costi dell’operazione

Commissione d’incasso, interessi passivi

slide24

L’incasso dei crediti verso clienti

Anticipazioni su fatture

Ceduto alla banca un credito di € 8.000,00 documentato dalla fattura n. 110 nei confronti del fornitore “X” con scadenza a 90 giorni; la banca anticipa il 90% dell’importo complessivo e lo accredita in c/c. A fine trimestre la banca addebita sul c/c interessi passivi per € 165,00.

Contrazione anticipi su fatture

Liquidazione periodica degli interessi

Incasso della fattura alla scadenza e rimborso dell’anticipo

slide25

L’incasso dei crediti verso clienti

Cessione dei crediti a Factoring

Factoring

Contratto che prevede la cessione dei crediti aziendali a una società specializzata nella loro riscossione, denominata factor, in cambio di un compenso.

Tipologie

Rispetto al momento dell’accreditamento

Rispetto al rischio assunto dal factor

Pro-solvendo

Pro-soluto

Maturity

Standard

slide26

L’incasso dei crediti verso clienti

Factoring con accredito alla scadenza

Ceduto un credito di € 20.000,00 ad una società di factoring con accredito alla scadenza. Commissioni d’incasso € 250,00 + IVA 20%. Alla scadenza il credito viene regolarmente riscosso dal factor.

Rilevazione della commissione d’incasso

Accredito alla scadenza

slide27

L’incasso dei crediti verso clienti

Factoring pro-solvendo – accredito anticipato

Ceduto un credito di € 8.400,00 a factoring alla clausola pro-solvendo con accredito anticipato di € 6.500,00. Commissioni di factoring € 100,00 + IVA 20%; interessi sul finanziamento, calcolati sull’anticipo, € 230,00. Il credito viene regolarmente riscosso alla scadenza.

Conti d’ordine per segnalare il credito ceduto a factoring

Ricevimento anticipo e rilevazione compensi a factor

Riscossione dal factor del credito e accredito della differenza all’azienda cedente

Storno conti d’ordine

slide28

L’incasso dei crediti verso clienti

Factoring pro-soluto – accredito anticipato

Un credito di € 3.800,00 viene ceduto a factoring alla clausola pro-soluto. Commissioni di € 114,00 + IVA 20%; interessi di € 95,00 calcolati sull’anticipo ricevuto di € 2.700,00.

Ricevimento anticipo, rilevazione compensi a factor e scarico immediato del credito.

Versamento del saldoalla scadenza del credito

slide29

Il regolamento della posizione IVA

Determinazione della posizione annuale e periodica

Debitoria ( IVA a debito > IVA a credito)

Creditoria ( IVA a debito< Iva a credito)

Rinvio al periodo d’imposta successivo

  • Liquidazione entro:
  • 16 mese successivo (contribuente mensile)
  • 16 secondo mese successivo (contribuente mensile con contabilita affidata a terzi)
  • 16 secondo mese successivo a ciascuno dei primi tre trimestri e 16/3 dell’anno successivo (contribuente trimestrale)
slide30

Il regolamento della posizione IVA

Si determina la posizione nei confronti dell’amministrazione finanziaria in relazione all’IVA del mese. Dal registro IVA emerge un debito di € 80.550,00 e dal registro IVA su acquisti un credito di € 65.162,00. Si effettua il versamento mensile.

Liquidazione posizione Iva a credito

Liquidazione posizione Iva a debito

Versamento Iva

slide31

Il regolamento della posizione IVA

Casi di sospensione del versamento

  • Stato
  • Enti pubblici territoriali
  • Istituti universitari
  • ASL
  • Enti ospedalieri
  • ecc.

Facoltà di sospensione del versamento del debito IVA all’erario sino al momento dell’incasso della fattura

Vendita di beni e servizi nei confronti di:

RATIO tempi molto lunghi di riscossione del credito

PROCEDURA

1)Emissione fattura definitiva al momento dell’effettuazione dell’operazione

2)Versamento dell’IVA dopo l’incasso del credito

Si evidenzia la sospensione del versamento IVA accendendo un apposito conto ( IVA ad esigibilità differita)

slide32

Il regolamento della posizione IVA

Casi di sospensione del versamento

Si emette fattura per un servizio prestato ad un’amministrazione comunale per € 20.000,00 + IVA 20%. L’incasso del credito avviene dopo 10 mesi dall’effettuazione del servizio tramite accredito in banca.

Emissione fattura prestazione di servizi

Incasso credito enti pubblici

Giroconto su IVA in sospensione

ad